TORTA BIANCA ALLA BOLOGNESE DEI GONZAGA (ricetta di Bartolomeo Stefani)

Maniera

che si deve tenere per comporre alcune torte

molto gustose e praticate da capicuochi (Bartolomeo Stefani)

Il dolce che andiamo a proporre sia con ricetta originale che in chiave “moderna”, lo troviamo in “Cucina Mantovana di Principi e di Popolo” del cuoco di Corte
Gonzaga Bartolomeo Stefani.

Pigliarai quattro libre di ricotta grassa pesta nel mortaro, spruzzata con acqua rosa muschiata, aggiongendovi dodici ova fresche, ott’oncie di zuccaro, mez’oncia di canella, pestandola sin tanto che diverrà gonfia, ed a porzione cresciuta, ontarai un tegame con butiro senza foglio, vi porrai la composizione, ma che sia ben onta, e la cucinarai
nel forno a fuoco lento, e la servirai calda con zuccaro sopra, ed havendo bianco mangiare, ve ne potrai aggiongere, che sarà buono.

torta binca bolognese dello Stefani

INGREDIENTI:

6 uova, 10 gr. di cannella, 650 gr. di ricotta fresca, 1/2 bicchiere di infuso di petali di rosa, 210 gr. di zucchero, burro, farina, zucchero a velo

PREPARAZIONE:

Passare al setaccio lo ricotta raccogliendola in una ciotola piuttosto grande e spruzzarla con l’infuso di petali di rosa.

Con il cucchiaio possibilmente di legno, mescolare la ricotta con lo zucchero, inserendolo poco per volta, i tuorli delle uova e la cannella.

Montare a neve gli albumi e amalgamarli con delicatezza alla ricotta.

Ungere con il burro uno stampo, spolverare di farina e versate il composto preparato, livellandolo con una spatola.

Cuocere a 170°C per circa 40 minuti e “la servirai calda con succaro sopra, ed havendo bianco mangiare, ve ne potrai aggiongere, che sarà buono”.

 

 

Annunci