GUIDA SICURA E CONSAPEVOLE: DALL’11 FEBBRAIO AL VIA NOVE SEMINARI ONLINE

L’educazione alla sicurezza stradale, in Emilia-Romagna non si ferma. Continuano le iniziative di comunicazione nonostante la diversa modalità, non più in presenza, che ha cambiato lo stile degli incontri.

Da domani, giovedì 11 fino a martedì 23 febbraio, dalle 10 alle 11,30, si terranno nove webinar, uno per ogni ambito provinciale – già svolto a Bologna – sulla piattaforma Zoom. Oltre al presidente dell’Osservatorio per l’educazione alla sicurezza stradale della Regione Emilia-Romagna, Mauro Sorbi, interverranno rappresentanti di Polizia Stradale, Arma dei Carabinieri, Polizie Locali, e le voci di soccorritori sanitarimondo della scuola e dell’associazionismo.

Continua a leggere

APERTO IL BANDO PER IL CONCORSO PER ENTRARE NELL’ACCADEMIA DELL’ARMA DEI CARABINIERI

Si è aperto ufficialmente il bando per partecipare alle selezioni per frequentare l’Accademia dell’Arma dei Carabinieri. I corsi permetteranno a coloro che vogliono intraprendere questo nobile e difficile mestiere, di formarsi in maniera completa al fine di essere successivamente operativi nei vari reparti dell’Arma dei Carabinieri.

Continua a leggere

RODIGO: I CARABINIERI INCONTRANO I CITTADINI PRESSO LA CHIESA “SANTA MARIA DELLA ROSA”

RODIGO – Nella mattinata di ieri 24 gennaio, presso la parrocchia “Santa Maria della Rosa” di Rodigo, i Carabinieri di Gazoldo degli Ippoliti, nell’ambito dell’iniziativa “Servizio di ascolto/ascoltiamoci”, promossa dal Comando Provinciale Carabinieri di Mantova, hanno tenuto un incontro per illustrare la problematica sul tema “FURTI E TRUFFE – I consigli dell’Arma dei Carabinieri” – e su come gli anziani, considerati appartenenti al ceto socialmente più debole, devono difendersi e prevenirli.

Continua a leggere

ALLA GUIDA AL LIMITE DEL COMA ETILICO:DENUNCIATE DUE PERSONE DAI CARABINIERI DI ASOLA

ASOLA – Peculiarità dell’Arma dei Carabinieri è la costante presenza nel territorio finalizzata al contrasto dei reati in genere e tra questi, la sicurezza stradale è fra i primi posti.

È stata una settimana piena di controlli quella dei Carabinieri di Asola che nella giornata di ieri, 25 novembre, hanno denunciato due persone per guida in stato di ebbrezza a limite del coma etilico.

Continua a leggere

PRESENTATO IL CALENDARIO STORICO ARTISTICO 2021 DELL’ARMA DEI CARABINIERI

MANTOVA – Presentato questa mattina dal Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Mantova, il Col. Antonino Minutoli, il Calendario Storico dell’Arma dei Carabinieri edizione 2021. Prodotto editoriale molto curato, che trova collocazione poi sia nelle abitazioni che nei luoghi di lavoro di tanti italiani, a testimonianza dell’affetto di tutti verso l’Istituzione dell’Arma dei Carabinieri, riporta in copertina ed in tutte le pagine interne tavole realizzate da un esponente della Transavanguardia italiana, l’artista Francesco Clemente, accompagnate dalla penna di Valerio Massimo Manfredi, cantore e custode della storia antica.

Continua a leggere

L’ARMA DEI CARABINIERI AL FIANCO DEI COMMERCIANTI PER AFFRONTARE LA PANDEMIA

ASOLA – “L’arma dei carabinieri è a fianco dei commercianti e insieme affronteremo questo nuovo periodo, decisivo per la lotta alla pandemia“. Così ha esordito il Comandante della Stazione Carabinieri di Asola, all’apertura dell’incontro organizzato dall’Arma di Asola e patrocinato dalla locale Amministrazione Comunale dove per l’appunto “Insieme” commercianti, imprenditori e cittadini si sono incontrati presso l’Auditorium di via Raffaello Sanzio 4 ad Asola.

Continua a leggere

PREVENZIONE CONTRO I FURTI. ECCO IL VADEMECUM DEI CARABINIERI

vademecum11

Mantova, 2 settembre – Dal mese di luglio il Comando Provinciale dei Carabinieri di Mantova ha ulteriormente intensificato i servizi di controllo del territorio per il contrasto ai reati predatori, in particolare ai furti in danno di esercizi pubblici e di abitazioni, garantendo la massima presenza di carabinieri sia nelle ore diurne che notturne, soprattutto in quelle aree particolarmente colpite dal fenomeno, al fine di prevenire i reati e intervenire con tempestività ed efficacia quando necessario.

Continua a leggere

CRISTIAN VALLINO RICERCATO IN TUTTA EUROPA, CATTURATO E ARRESTATO DAI CARABINIERI DI MANTOVA

Mantova, 24 luglioI Carabinieri del Nucleo Investigativo di Mantova hanno catturato in città Cristian VALLINO, 44enne di Mantova, ricercato dalla fine del 2019; questi, anche per evitare la cattura e quindi di dover scontare la pena a cui era stato condannato, permaneva in territorio spagnolo.

manette

Destinatario di un Mandato di Arresto Europeo, infatti, era ricercato anche da altre forze di polizia, che ne stavano tentando di effettuare l’estradizione in Italia, per la traduzione poi al carcere di Civitavecchia (Roma). Continua a leggere

OPERAZIONE TAURUS. COSCHE DI ‘NDRANGHETA DALLA CALABRIA AL VENETO: 33 ARRESTI E OLTRE 100 INDAGATI

Venezia, 15 luglio – Nelle prime ore della mattinata odierna il R.O.S., con il supporto dell’Arma territoriale in Veneto, Emilia Romagna, Lombardia e Calabria, ha eseguito un’O.C.C., emessa dal G.I.P. del Tribunale di Venezia su richiesta della locale D.D.A., nei confronti di 33 indagati per associazione di tipo mafioso, traffico di stupefacenti, estorsione, rapina, usura, ricettazione, riciclaggio, turbata libertà degli incanti, furto aggravato, favoreggiamento, violazione delle leggi sulle armi, con le aggravanti mafiose previste dall’articolo 416 bis-1 C.P.

Contestualmente, sono state notificate più di cento informazioni di garanzia ed effettuate numerose perquisizioni, nonché sequestrati beni mobili e immobili per un valore complessivo di oltre 3 milioni di euro.

I provvedimenti scaturiscono da un’attività investigativa avviata nel 2013 – anche a riscontro delle dichiarazioni di un collaboratore di giustizia – per ricostruire un traffico di stupefacenti diretto verso il Veneto, successivamente ampliata per accertare l’eventuale presenza in quella regione di strutture di ‘ndrangheta.

Le indagini hanno consentito di individuare gravi elementi di responsabilità in ordine ad una strutturata consorteria ‘ndranghetistica stanziata a Sommacampagna (VR) almeno dal 1981, riconducibile alle famiglie “GERACE-ALBANESE-NAPOLI-VERSACE” originarie della piana di Gioia Tauro (RC) e con ramificazioni in diversi comuni della Provincia di Verona (Villafranca Veronese, Valeggio sul Mincio, Lazise e Isola della Scala).

Operazione “TAURUS” verona.jpg

In particolare è stato possibile fare emergere importanti elementi di responsabilità partecipativa alla struttura ndranghetista con articolata divisione dei compiti all’interno del sodalizio, nonché la sua costante connessione con il “Crimine di Polsi” in Calabria, confermando ulteriormente il carattere unitario della ‘ndrangheta.

Operazione “TAURUS”1

Le indagini hanno anche evidenziato concreti e puntuali elementi di pervicace capacità di intimidazione e conseguente assoggettamento delle vittime, realizzato attraverso la commissione, nel tempo, di un sistematico e rilevante numero di reati (in particolare estorsioni ed usura), acclarando anche la realizzazione di un vorticoso giro di false fatturazioni per operazioni inesistenti.

Inoltre sono stati documentati diversi episodi di riciclaggio, commessi attraverso società di cui i formali titolari si servivano, avvalendosi anche della mafiosità dei loro interlocutori, per trarre un personale tornaconto.

Dal quadro emerso dalle indagini è possibile ipotizzare, sulla base dei concreti elementi acquisiti, la capacità della consorteria di acquisire, direttamente o indirettamente, la gestione e il controllo di attività economiche nei più svariati settori (in particolare costruzioni edili e movimento terra, impiantistica civile ed industriale, servizi di pulizia e di affissione della cartellonistica pubblicitaria, commercio di autovetture e materiali ferrosi, nonché trasporti su gomma) anche in collegamento con soggetti contigui alla cosca “GRANDE ARACRI”  di Cutro (KR) stanziali nella provincia di Verona.

Infine, gravi elementi sono emersi in ordine alla gestione, da parte dei sodali, di un traffico di stupefacenti, sviluppato nel veronese attraverso due canali di approvvigionamento: uno in Calabria e l’altro facente capo ad appartenenti a gruppi criminali albanesi e sloveni. Nel corso delle attività, sono stati sequestrati ingenti quantitativi di cocaina e marijuana.