GUIDESI E ROLFI SCRIVONO A CONTE E A MINISTERO AGRICOLTURA: SBLOCCARE FONDO RISTORAZIONE DI 600 MILIONI

Gli assessori di Regione Lombardia, Guido Guidesi, Sviluppo economico, e Fabio Rolfi, Agricoltura, hanno inviato oggi una lettera indirizzata al Presidente del Consiglio dei Ministri uscente Giuseppe Conte e al Ministero delle Politiche Agricole per chiedere lo “sblocco immediato dei pagamenti del Fondo Ristorazione di 600 milioni di euro ad oggi ancora non disponibile. Ogni giorno di ritardo sono pensieri e preoccupazioni aggiuntive per i lavoratori della filiera agroalimentare, già particolarmente in difficoltà a causa della persistente emergenza sanitaria”.

Continua a leggere

SUINICOLTURA, MANTOVA E BRESCIA LE PIU’ COLPITE ROLFI: “BLOCCO CARNI DA PARTE DELLA CINA È INACCETTABILE”

ASSESSORE SCRIVE A CONSOLE: ASSOCIARE COVID A CARNE LOMBARDA È FUORI DAL MONDO

MILANO -“Il mercato cinese è fondamentale per la suinicoltura lombarda e italiana, soprattutto per quanto riguarda le parti del maiale non interessate dalla filiera del prosciutto. La Lombardia è la prima regione d’Italia, alleviamo più della metà dei suini nazionali. Chiediamo al Governo italiano di alzare la voce contro il blocco cinese delle importazioni della carne italiana”. Lo ha detto l’assessore regionale lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi, Fabio Rolfi, in merito al blocco dell’importazione di alcuni container di carne suina italiana da parte della Cina.

Continua a leggere

CORONAVIRUS: VIA LIBERA ALLA CONSEGNA DI PASTI A DOMICILIO ANCHE PER GLI AGRITURISMI

Cortesi v

Con un emendamento approvato questa mattina dal Consiglio regionale della Lombardia, è arrivato il tanto atteso via libera per la consegna a domicilio dei pasti anche per le aziende agrituristiche, che in tal modo potranno ricevere una piccola boccata d’ossigeno in un momento decisamente critico per la loro attività: «Un provvedimento importante – spiega il presidente di Confagricoltura Mantova, Alberto Cortesida noi chiesto a gran voce in sostegno al comparto agrituristico, colpito a fondo dall’emergenza sanitaria che stiamo vivendo. Il settore sicuramente avrà bisogno di ben altri interventi, ma questo è un punto di partenza». Continua a leggere