MANTOVA – PM10 – REVOCATE LE MISURE D’EMERGENZA DI PRIMO LIVELLO

Grazie al miglioramento della qualità dell’aria da mercoledì 3 marzo a Mantova sono state revocate le misure temporanee di primo livello.

I valori medi delle concentrazioni di Pm10 registrati nei giorni scorsi sono risultati inferiori al limite di 50 µg/m³ anche in città. Le restrizioni, che riguardavano la circolazione del traffico e altre attività inquinanti, erano scattate il 22 febbraio.

BASSA ROMAGNA, POLVERI SOTTILI OLTRE I LIMITI: PROROGATA L’EMERGENZA FINO AL 24 FEBBRAIO

Sono state prorogate fino a mercoledì 24 febbraio le misure emergenziali per contrastare lo sforamento delle emissioni inquinanti nell’aria, in aggiunta alle misure ordinarie in vigore fino al 30 aprile 2021.

È disposto solo per il Comune di Lugo il divieto di circolazione dalle 8.30 alle 18.30 ai veicoli diesel di categoria inferiore a euro 4 compreso nell’area urbana individuata da appositi cartelli.

Continua a leggere

MANTOVA, POLVERI SOTTILI OLTRE I LIMITI: SCATTANO LE MISURE EMERGENZIALI DI 1° LIVELLO

A Mantova le concentrazioni di polveri sottili hanno superato i 50 microgrammi/mc per quattro giorni consecutivi, pertanto, a partire da martedì 23 febbraio, in aggiunta alle limitazioni già vigenti (blocco della circolazione nel centro abitato dalle 7,30 alle 19,30 per gli autoveicoli Euro 0 ed Euro 1 benzina e autoveicoli fino a Euro 3 diesel compreso) si applicano ulteriori misure restrittive.

Continua a leggere

UNIONE: POLVERI SOTTILI NELLA NORMA, REVOCATE LE MISURE EMERGENZIALI

Restano in vigore le misure ordinarie in vigore fino al 30 aprile 2021

Il bollettino regionale della qualità dell’aria di lunedì 8 febbraio, prevede nei prossimi giorni il rientro entro i valori limite delle polveri sottili. Sono quindi revocate da martedì 9 febbraio le misure emergenziali, mentre restano in vigore le misure ordinarie, previste da specifica ordinanza del Comune di Lugo in vigore fino al 30 aprile 2021.

Continua a leggere

SMOG A MANTOVA: DA VENERDI’ 22 GENNAIO ATTIVATE LE MISURE DI 1° LIVELLO PER LE PM10 TROPPO ALTE

MANTOVA – Negli ultimi quattro giorni le concentrazioni di polveri sottili hanno superato i 50 microgrammi/mc consecutivamente; pertanto a partire da venerdì 22 gennaio 2021, in aggiunta alle limitazioni già vigenti (il blocco della circolazione nel centro abitato dalle 7,30 alle 19,30 per i veicoli Euro 0 ed Euro 1 benzina e fino a Euro 3 diesel, compreso) si applicano le seguenti ulteriori misure restrittive che rimarranno valide fino alla cessazione dello stato di 1° livello.

Continua a leggere

UNIONE: POLVERI SOTTILI OLTRE I LIMITI. MISURE EMERGENZIALI FINO AL 22 GENNAIO

BASSA ROMAGNA – Sono state prorogate fino a venerdì 22 gennaio le misure emergenziali contro lo sforamento delle emissioni inquinanti nell’aria, in aggiunta alle misure ordinarie in vigore fino al 30 aprile 2021.

È disposto solo per il Comune di Lugo il divieto di circolazione dalle 8.30 alle 18.30 ai veicoli diesel di categoria inferiore a euro 4 compreso nell’area urbana individuata da appositi cartelli.

Continua a leggere

QUALITÀ DELL’ARIA, I DATI 2020 DI TUTTE LE PROVINCE DELLA LOMBARDIA

Di seguito il dettaglio dei dati relativi alla qualità dell’aria nelle singole province lombarde.

PM10 DATI SUPERAMENTO LIMITE PER PROVINCIA – Per quanto riguarda il superamento della media giornaliera di 50 µg/m3 di Pm10, a Milano è successo 90 volte, 78 a Cremona, 66 a Mantova e a Monza, 64 a Pavia, 62 a Brescia, 59 a Lodi, 46 a Bergamo e a Como, 25 a Varese, 24 a Lecco e 7 a Sondrio. Sono 3 pertanto i capoluoghi di provincia in cui è stato rispettato il limite previsto dalla normativa italiana ed europea di non più di 35 giorni oltre soglia.

Continua a leggere

QUALITA’ DELLARIA. EMILIA-ROMAGNA ENTRO FEBBRAIO NUOVE MISURE CONTRO L’INQUINAMENTO

BOLOGNA – L’Emilia-Romagna cambia passo contro l’inquinamento. E introduce nuove misure antismog, rafforzate. Sempre più necessarie, dati alla mano: anche durante il lockdown della primavera 2020, grazie alla complicità di condizioni meteorologiche particolarmente critiche e sfavorevoli alla dispersione degli inquinanti, si sono registrati livelli di concentrazione di ozono e un numero di sforamenti delle soglie superiori agli obiettivi previsti dalle norme praticamente in tutto il territorio.

Continua a leggere