“Lavoro agile in Bassa Romagna”: si consolida l’esperienza dello smart working, per rendere più agevoli i servizi a cittadini e imprese

Il progetto “Lavoro agile in Bassa Romagna” ha ricevuto un finanziamento regionale di 105mila euro

Riunione sul progetto Lavoro agile in Bassa Romagna (2).jpg

Unione, 2 luglio – Si consolida il progetto “Lavoro agile in Bassa Romagna”: nei prossimi mesi tutta la struttura dell’Unione e dei Comuni sarà coinvolta in un percorso di analisi e studio di prassi, ruoli e attività attraverso specifici questionari, indagini interne e percorsi formativi dedicati. L’obiettivo è quello di rendere strutturale l’utilizzo dello smart working parziale, incrementando dunque la flessibilità lavorativa e migliorando le dotazioni tecnologiche dell’ente. Continua a leggere

Pari opportunità. Impatto dell’emergenza coronavirus sull’occupazione femminile. Riunito il Tavolo regionale permanente per le politiche di genere

Bologna, 2 luglioIn Emilia-Romagna l’emergenza sanitaria appena attraversata ha creato ripercussioni sull’occupazione in generale, ma più ancora sul lavoro delle donne.

barbara lori regione emilia romagna.jpg

Alla luce di questa tendenza, in collaborazione con l’ufficio statistico regionale e l’agenzia regionale per il lavoro, l’assessora alle Pari Opportunità Barbara Lori ha riunito il Tavolo regionale permanente per le politiche di genere con l’obiettivo di fare il punto sul lavoro delle donne e delineare le azioni per la ripresa, anche alla luce dei pesanti impatti sulla quotidianità del lavoro femminile causati dalla lunga emergenza Covid. Continua a leggere

SMART WORKING: FINANZIATI IN UN MESE 28 PROGETTI CON 2MILIONI DI EURO PER SVILUPPO LAVORO AGILE

SMART WORKING

Formazione, progettazione e servizi cloud: interessati 13 Comuni (di cui 4 capoluogo), due Province (Parma e Ravenna), Città Metropolitana di Bologna, 11 Unioni di Comuni e il Nuovo Circondario Imolese. La soddisfazione degli assessori regionali Calvano e Salomoni: “Un impulso per cambiare e innovare il lavoro nell’amministrazione pubblica Continua a leggere

FASE 2, ASSESSORE TERZI: NECESSARIO SCAGLIONARE ORARI DI LAVORO PER EVITARE SOVRAFFOLLAMENTI

Milano, 16 maggio –  “Scaglionare gli orari di ingresso e uscita dal lavoro e ricorrere il più possibile allo smart working: sono questi i due aspetti fondamentali per diminuire la pressione sul trasporto pubblico e scongiurare assembramenti“.  Lo ha detto l’assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi, intervenendo in merito alle riaperture.

Continua a leggere

FASE 2, PRESIDENTE FONTANA SCRIVE A PREMIER CONTE: NUOVI ORARI DI LAVORO E SMART WORKING IN VISTA DI ULTERIORI APERTURE

OBIETTIVO DELLA LETTERA: EVITARE AFFOLLAMENTO TRAPORTO PUBBLICO

Attilio Fontana presidente Regione LombardiaMilano, 6 maggio – “Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha scritto al presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Obiettivo: ribadire le proposte lombarde per evitare il sovraffollamento del trasporto pubblico locale, in previsione della crescente riapertura delle attività”. Lo comunica in una Nota la Regione Lombardia. Continua a leggere

UNIONE: IN ARRIVO DA REGIONE 105MILA EURO PER PROGETTI DEDICATI ALLO SMART WORKING

L’Unione della Bassa Romagna è tra i primi nove progetti presentati ammessi al finanziamento

unione comuni bassa romagna

Bassa Romagna, 28 aprile – L’Unione dei Comuni della Bassa Romagna riceverà dalla Regione Emilia-Romagna 105mila euro per sviluppare e consolidare progetti dell’ente dedicati al lavoro a distanza.

Il bando regionale è rivolto a Comuni, Unioni di Comuni, Province e Città metropolitana di Bologna e rimarrà aperto fino al 31 luglio, e comunque fino a esaurimento delle risorse (2 milioni di euro). Continua a leggere

REGIONE LOMBARDIA LANCIA PIANO PER NUOVA NORMALITÀ: DAL 4 MAGGIO OBBLIGO MASCHERINE, TEST E NORME ANTI-ASSEMBRAMENTO

Milano, 15 aprile – “La Lombardia guarda avanti e progetta la ‘nuova normalità‘ all’insegna della prevenzione, della cura e della programmazione.

Dal 4 maggio, la Regione chiederà al Governo di dare il via libera alle attività produttive nel rispetto delle ‘Quattro D’: Distanza (un metro di sicurezza tra le persone), Dispositivi (ovvero obbligo di mascherina per tutti), Digitalizzazione (obbligo di smart working per le attività che lo possono prevedere) e Diagnosi (dal 21 aprile inizieranno i test sierologici grazie agli studi in collaborazione con il San Matteo di Pavia)”.

Continua a leggere

EMERGENZA CORONAVIRUS: GARANTITI DAL COMUNE ALCUNI SERVIZI ESSENZIALI. GLI ALTRI FORNITI ATTRAVERSO LO SMART WORKING

Mantova, 23 marzoLe recenti disposizioni emanate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Presidente della Regione Lombardia in materia di contenimento, prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, limitano la presenza negli uffici esclusivamente del personale incaricato di svolgere le attività indifferibili e che richiedono necessariamente la presenza sul luogo di lavoro.

Al fine di garantire i servizi essenziali e di pubblica utilità l’Amministrazione, con un provvedimento del 23 marzo valido sino al 15 aprile 2020, individua le attività da svolgere con personale presso le proprie sedi, intese come luoghi di lavoro, mentre tutte le attività non comprese in questo elenco vedranno la chiusura dei relativi uffici. Continua a leggere

EMERGENZA CORONAVIRUS: ATTIVATO IL LAVORO AGILE PER IL 90% DEI DIPENDENTI COMUNALI

ELISABETTA GALEOTTI SINDACO DI GONZAGA

GONZAGA,13 MARZO –  Fino al 25 marzo, circa il 90% dei dipendenti comunali di Gonzaga opererà in smart working. Dando attuazione alle disposizioni del decreto in materia di contenimento del Coronavirus, l’amministrazione comunale ha attivato modalità operative da remoto allo scopo di garantire i servizi pubblici essenziali e al contempo diminuire le presenze negli uffici, a tutela della salute dei lavoratori e delle lavoratrici. Continua a leggere