GONZAGA – FESTA DELLA LIBERAZIONE: 4 GIORNI DI CELEBRAZIONI con CERIMONIE, TREKKING URBANO e TEATRO

festa della liberazione.jpgIniziano il 25 aprile e proseguono fino al 5 maggio le manifestazioni promosse dal Comune di Gonzaga per celebrare il 74° anniversario della Liberazione.

Giovedì 25 aprile si terrà la cerimonia ufficiale scandita secondo un denso programma che prevede, alle ore 9.15, il ritrovo in piazza Castello per la deposizione delle corone ai monumenti dei caduti ai Caduti di Palidano, Cimitero e Monumenti ai caduti della Città; alle 10.45 la celebrazione istituzionale presso il monumento ai caduti di Bondeno con gli interventi del sindaco Claudio Terzi e di Paolo Bianchi, Istituto Mantovano di Storia Contemporanea, con l’accompagnamento musicale della Banda di Gonzaga; alle 12.30, il tradizionale pranzo del 25 aprile negli spazi di Arci Laghi Margonara, e a seguire intrattenimento musicale. Continua a leggere

MANTOVA – CLAUDIO BATTA AL CAMPIANI IN “DA QUANDO HO FAMIGLIA, SONO SINGLE!”

Sabato 13 aprile alle ore 21.00 all’Auditorium del Conservatorio L. Campiani di Via Conciliazione a Mantova, andrà in scena “Da quando ho famiglia, sono single!”, monologo comico dell’attore Claudio Batta. Questo, è il secondo appuntamento del ciclo di eventi “Il mestiere dell’autore” organizzato dall’Associazione Disanima Piano.

batta_alta_definizione_05Ricco di umorismo raffinato alternato a una comicità irresistibile, è un monologo che affronta il tema difficile e attualissimo dell’essere padri in una società, quella odierna, in cui il confine tra l’essere figli e diventare genitori è molto sottile. Non è solo un divertissement, ma offre importanti spunti di riflessione con una drammaturgia che ci regala una comicità semplice, elegante e mai volgare. Continua a leggere

MANTOVA – SOTTERANEO in TALK SHOW SOTTERRANEO per “Dialoghi di TeatroContemporaneo”

Il Cinema del Carbone  di Mantova diventa, una volta al mese, il luogo ideale per incontrare i principali artisti della scena contemporanea: il teatro raccontato in modo informale attraverso i suoi protagonisti.

TS_Andrea Pizzalis 2015 (1)Dialoghi di teatro contemporaneo del Cinema del Carbone propongono ogni volta una conversazione-spettacolo informale ed empatica, in cui l’artista, tra i più rilevanti delle scene nazionali ed internazionali,  è chiamato a rievocare il proprio percorso tramite brani recitati all’improvviso, brevi video e fotografie, condividendo col pubblico in sala emozioni e pensieri sul ‘fare teatro’ e sull’essere artista oggi. Continua a leggere

SALVIMAIO, IL NUOVO SPETTACOLO DI ANDREA SCANZI AL TEATRO GIARDINO DI BRENO

SALVIMAIO.jpgDopo il grande successo di RENZUSCONI, arriva per la prima volta con un’unica data in Brescia e provincia, SALVIMAIO, il nuovo spettacolo di e con Andrea Scanzi.

Cos’è questa “Terza Repubblica” di cui tanto si parla dopo il 4 marzo? Esiste o è solo propaganda? Di Maio e Salvini sono destinati a stare insieme? Che fine ha fatto la sinistra?

Sono alcune delle domande che Andrea Scanzi, col consueto stile ironico e corrosivo, si pone in questo nuovo Salvimaio, la cui tesi è chiara: il populismo che caratterizza la (reale?) Terza Repubblica è una sorta di reazione al fastidio, al dolore, alla disillusione provocati dai professionisti della politica. Continua a leggere

CASALMAGGIORE, TEATRO COMUNALE: A YOUNG WOMAN WHO LIVED IN A SHOE. Regia di Laura Pasetti

SAMSUNG CSCSi conclude martedì 26 marzo al Teatro Comunale di Casalmaggiore la Rassegna 2018-2019 di teatro per ragazzi per le scuole, diretta da Giuseppe Romanetti, realizzata dal Comune di Casalmaggiore con il sostegno della Regione Lombardia nell’ambito di Circuiti Teatrali Lombardi, con il contributo di Padania Acque spa e Casalasca Servizi e il finanziamento di Fondazione Cariplo nell’ambito del progetto “La Cultura Volano del Territorio Oglio Po”.

Ultimo appuntamento, con due repliche alle ore 9.00 e ore 11.00, con lo spettacolo in lingua, proposto per la Scuola Secondaria di secondo grado, A Young Woman who lived in a Shoe” di Charioteer Theatre, realizzato in coproduzione con il Piccolo Teatro di Milano-Teatro d’Europa, scritto e diretto da Laura Pasetti, con Benedetta Borciani, Anna Carfora, musiche Roberto Andreoni. Continua a leggere

MANTOVA – DISANIMA PIANO: MAURIZIO FABRIZIO APRE LA RASSEGNA “IL MESTIERE DELL’AUTORE”

Maurizio Fabrizio 1

In attesa del Festival di Disanima Piano che si terrà dal 5 all’8 settembre, il sesto anno dell’Associazione culturale cittadina si aprirà con quattro eventi dal 16 marzo al 21 giugno. Ad aprire la stagione 2019, per il ciclo “Il mestiere dell’autore”, ci sarà MAURIZIO FABRIZIO ne “L’arte dell’incontro”. Il concerto si terrà sabato 16 marzo alle ore 21.00 presso Corte Capiluppia di Curtatone.

Maurizio Fabrizio è un compositore e cantante tra i più importanti e apprezzati che durante la serata condividerà il suo percorso artistico e di vita tra aneddoti e musica; ha scritto per artisti come Mia Martini, Mina, Ornella Vanoni, Giorgia, Al Bano, Riccardo Fogli, Eros Ramazzotti, Antonello Venditti, Renato Zero, Angelo Branduardi, Miguel Bosè. Continua a leggere

VIADANA – RETE ROSA DALL’1 AL 10 MARZO ORGANIZZA UNA SERIE DI EVENTI DEDICATI ALLA GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA

FESTA DELLA DONNA.jpg

 

La Giornata Internazionale della Donna si festeggia ogni anno l’8 marzo. Il suo significato è quello di ricordare le conquiste politiche, sociali, economiche e le violenze che le donne hanno subito nella storia. Sono molti gli avvenimenti che dai primi anni del ‘900 hanno portato alla lotta per la rivendicazione dei diritti delle donne e all’istituzione della Giornata internazionale della donna; come ad esempio, il primo evento importante fu il 6° Congresso della seconda Internazionale socialista svoltosi a Stoccarda dal 18 al 24 agosto 1907: si discusse della questione femminile e del voto alle donne.

Rete Rosa Viadana organizza una serie di eventi dall’1 al 10 marzo presso la sede dell’Associazione La Meridiana di Viadana e al Teatro Olimpico di Sabbioneta dove la Compagnia Teatrale “Il Palcaccio” metterà in scena la commedia  “…ma è davvero un libertino” per la regia di Gabriele Bussolotti. Continua a leggere

CASALMAGGIORE – AL COMUNALE VA IN SCENA LA NOVELLA “LA SCORTECATA” PER LA REGIA DI EMMA DANTE

LA SCORTECATA DI EMMA DANTEGrande prova della regista palermitana Emma Dante è “La scortecata” – una delle novella più celebri della raccolta con cui Giambattista Basile, nel Seicento, creò un capolavoro della tradizione letteraria italiana e mondiale – in scena al Teatro Comunale di Casalmaggiore sabato 23 febbraio alle ore 21.00, nell’ambito della Stagione Teatrale 2018-2019 diretta da Giuseppe Romanetti, realizzata dal Comune di Casalmaggiore con il sostegno della Regione Lombardia nell’ambito di Circuiti Teatrali Lombardi.

Lo cunto de li cunti overo lo trattenimiento de peccerille, noto anche col titolo di Pentamerone (cinque giornate), è una raccolta di cinquanta fiabe popolari raccontate in cinque giornate. Prendendo spunto da queste, Giambattista Basile crea un mondo affascinante e sofisticato partendo dal basso. Continua a leggere

PAOLO MIGONE torna nel 2019 nei teatri italiani con “BEETHOVEN NON È UN CANE”

Paolo Migone_ locandina Beethoven non è un cane

“Stasera a teatro c’è uno spettacolo che non si può perdere!” … è quello di PAOLO MIGONE. Il celebre comico toscano torna in scena nei teatri italiani con lo spettacolo “BEETHOVEN NON È UN CANE”, proseguendo la tournée iniziata lo scorso ottobre con 3 speciali appuntamenti: il 15 marzo al Cinema Teatro Alessandrino di Alessandria, l’ 8 aprile al Teatro Brancaccio di Roma e il 4 maggio al Palacreberg di Bergamo (prevendite disponibili sul sito di Ticketone: www.ticketone.it/paolo-migone-beethoven-non-e-un-cane ). Continua a leggere

MOGLIA – AL TEATRO MONDO 3 VA IN SCENA “LA GUERRA” di Carlo Goldoni

Per la rassegna di prosa del Teatro Mondo 3 di Moglia, sabato 9 febbraio, alle 21.00, Aria Teatro presenterà La guerra di Carlo Goldoni, opera teatrale in tre atti in prosa e poco conosciuta, scritta nel 1760 e messa in scena per la prima volta durante il Carnevale di quell’anno nel Teatro San Luca di Venezia.

Guerra_01.jpg

Per scriverla egli attinge a piene mani ai ricordi di un anno cruciale, il 1733, durante il quale, a seguito di molte avventure, lascia l’impiego e si dedica al teatro. Goldoni in questo testo dimostra non solo di aver brillantemente avviato la riforma del teatro italiano, ma anche di aver fatto un balzo nel ‘900 di non poco conto. Continua a leggere