“MARTIN MYSTÈRE – LE NUOVE AVVENTURE A COLORI” SCALA L’HIMALAYA

 

MARTIN MYSTÈRE.JPG

Dopo l’alleanza con il suo storico nemico, Sergej Orloff, per Martin Mystère è giunto il momento della resa dei conti. Dovrà affrontare faccia a faccia il vero avversario che, nell’ombra, cospira per portare il mondo alla distruzione. Nel frattempo, un misterioso sicario sta eliminando, uno dopo l’altro, alcuni ragazzini dotati di straordinari poteri…

È questa la trama de La caccia di Jasper, l’ottavo episodio di Martin Mystère, le Nuove Avventure a Colori (in edicola per Sergio Bonelli Editore dal 6 giugno), che si apre nel tendone di un animato circo di Atene in compagnia di Jasper, un ragazzo dai poteri misteriosi. E poi talent show all’ultimo respiro in una ex colonia estiva della riviera romagnola, ricordi di scalate dell’Himalaya che conducono alla mitica Agarthi attraverso abbaglianti porte di luce, brutali omicidi nei palazzi di potere di Francoforte, supereroi che in tv salvano il porto di Genova… Un episodio pieno di colpi di scena e di ambientazioni straordinarie che porterà Martin Mystère a rischiare definitivamente la vita in un numero i cui scenari apocalittici paiono un omaggio al mitico Akira

In molti conoscono Martin Mystère, il Detective dell’Impossibile che si occupa dei più incredibili misteri che costellano la nostra Cara Vecchia Terra. Ma Martin Mystère è nato nel 1982, quando il mondo era completamente diverso da quello di oggi, quando i computer cominciavano timidamente a entrare in qualche casa, quando internet e telefoni cellulari erano di là da venire. Molte cose sono cambiate da allora. Ma quindi: come sarebbe stato Martin Mystère se fosse nato oggi, trentaquattro anni dopo? Nasce proprio da qui Martin Mystère, le Nuove Avventure a Colori. Non un remake, non un reboot, non un prequel, né un ultimate, ma un po’ di tutte queste cose insieme: una serie dove i personaggi del Martin “classico” saranno ri-presentati in nuove e sorprendenti vesti. Martin Mystère, le Nuove Avventure a Colori, voluta e supervisionata da Alfredo Castelli, creatore di Martin Mystère, è curata da Giovanni Gualdoni, che coordina per l’occasione una ben oliata équipe di sceneggiatori, disegnatori e coloristi.

Annunci

Rispondi