MANTOVA, “FESTA DI PIAZZE”: MUSICA, TEATRO, DANZA E LETTERATURA

Vivere gli spazi aperti della città

Dal 7 luglio al 18 agosto, quattro appuntamenti, di mercoledì, nelle piazze meno note della città di Mantova rivissute per una sera in una modalità, culturale, diversa e sorprendente. Le piazze da sempre, sono teatri a cielo aperto in cui tutto può accadere, sono anche dei musei, con una loro storia, o dei salotti.

Per questa ragione, in tempi di pandemia e di difficoltà ad incontrarsi in spazi chiusi, l’Associazione Amici di palazzo Te e dei Musei Mantovani, grazie al contributo e al supporto del Comune di Mantova, nei mesi estivi propone una fruizione nuova e diversa di alcune piazze, del centro storico della città, da conoscere e vivere in modo inusuale dai cittadini e dai turisti, luoghi non topici ma tutti da scoprire.

Continua a leggere

MANTOVA, RIPARTE L’ACCADEMIA DI DISEGNO DI PALAZZO DUCALE

Mantova, 6 luglio – Da martedì 7 luglio riprende il corso di disegno negli ambienti di Palazzo Ducale.

palazzo ducale accademia del disegno

L’attività, che si svolge con continuità da alcuni anni, si ricollega alla tradizione delle accademie settecentesche, con particolare riferimento all’Accademia Nazionale Virgiliana fondata a Mantova nel 1752 e riconosciuta da Maria Teresa d’Austria nel 1768. Continua a leggere

MANTOVA – ORDINE DISORDINE ORGANIZZAZIONE: Quando la Pubblica amministrazione fa i conti con l’efficienza

Come innovare l’amministrazione pubblica per renderla più efficiente? Hanno risposto a questa domanda i relatori del convegno di studi “Ordine, disordine, organizzazione. La Pubblica amministrazione delle occasioni colte”, che si è tenuto nella giornata di martedì 12 novembre al Teatro Bibiena.

MURARI E NAVARRINI

MURARI e NAVARRINI

Quasi cinquecentomila persone in Italia nei prossimi tre anni usciranno dal settore pubblico – ha sottolineato il Presidente di Forum Pa e coordinatore delle sessione pomeridiana Carlo Mochi Sismondi -. Altrettante persone entreranno a far parte dello Stato o degli enti pubblici. In un quadro del genere ci sono forti potenzialità perché si potrà contare su nuove energie, ma ci saranno anche grossi rischi se il governo di questo cambiamento non sarà gestiti adeguatamente”. Continua a leggere

MANTOVA – “DALLA PARTE DEI VINTI”. MOSTRA DIFFUSA DEDICATA A CESARE LAZZARINI (1931-2010)

Il 6 settembre 2019, si inaugura a Mantova una ‘mostra diffusa’ composta da sei mostre in parallelo dedicate a Cesare Lazzarini (1931-2010): Dalla parte dei vinti. Cesare Lazzarini (1931-2010), a cura di Cristiano Ferrarese, operatore della sicurezza, imprenditore, scrittore e curatore di mostre e di Isabella Lazzarini, professoressa universitaria di storia medievale, nonché figlia dell’artista.

lazzarini

Gli eventi sono ospitati dalle maggiori istituzioni culturali cittadine: LaGalleria Arte contemporanea in Palazzo Ducale, il Museo Diocesano Francesco Gonzaga, la Madonna della Vittoria, l’Istituto mantovano di storia contemporanea e il Centro Baratta, l’Archivio di Stato e l’Accademia Nazionale Virgiliana. Alle mostre, l’ultima delle quali, in Ducale, si chiude l’8 dicembre 2019, si accompagna la possibilità di vedere tre opere pubbliche in altrettanti luoghi della città (le formelle della ex-scuola Maurizio Gonzaga, ora Lavori pubblici, il pannello dei Martiri di Belfiore al Liceo Belfiore, la statua bronzea del Vecchio all’ingresso dell’Istituto geriatrico don Mazzali). Continua a leggere

MANTOVA COLORI E PAROLE: Il dialetto mantovano raccontato da FREDÒN ospite dell’ACCADEMIA NAZIONALE VIRGILIANA

fredon

SABATO 18 MAGGIO alle ore 10.00 l’ACCADEMIA NAZIONALE VIRGILIANA ospita nella Sala Ovale di via Accademia 47 (Mantova) Alfredo “Fredòn” Facchini, protagonista di uno speciale evento accademico tutto dedicato al dialetto mantovano.

Durante l’incontro sarà presentato Mantova colori e parole, il volume scritto da Facchini e illustrato dalle splendide immagini di Stefano Montanari con interventi di  Sergio Genovesi (Alfredo Facchini detto Fredon), Rodolfo Signorini (tracce di dialetto mantovano nel macaronico folenghiano), Gilberto Scuderi (dialetto parlato e dialetto scritto, cultura popolare e letteratura), Roberto Navarrini (don Doride Bertoldi, Anfibio Rana).

MANTOVA COLORI E PAROLE.jpg

Mantova colori e parole (Editoriale Sometti) è un libro che racconta la città capitale della cultura 2016, attraverso un percorso mozzafiato dentro e fuori le mura storiche dei suoi confini.
Il lettore è accompagnato infatti alla scoperta di un territorio unico e irripetibile: le fotografie di Stefano Montanari, tra cui alcune riprese aeree realizzate tramite un drone, restituiscono la spettacolarità di Mantova e le suggestioni del suo carattere di città padana; nella narrazione visiva nulla è tralasciato: le piazze e le luci, le torri e l’acqua, lo scorrere delle stagioni in riva al Mincio.
Le poesie vernacolari di Alfredo Facchini, che affiancano ogni immagine, raccontano l’anima più intima di questi luoghi e ci parlano di una vera e propria storia d’amore, quella che da sempre lega i mantovani alla loro città.
Il libro gode del patrocinio di Mantova Capitale della Cultura 2016.

MANTOVA – 13° PREMIO DI STUDIO “CESARE MOZZARELLI” sulla storia di Mantova e del suo territorio in età moderna e contemporanea

L’Istituto Mantovano di Storia Contemporanea ha indetto la 13ª edizione del PREMIO MOZZARELLI da assegnare all’autore o agli autori di studi, ricerche e tesi di laurea o di dottorato, sulla storia di Mantova e del suo territorio in età moderna e contemporanea. 
La domanda di partecipazione e il testo della ricerca devono pervenire all’Istituto entro martedì 30 aprile 2019.

Cesare Mozzarelli Continua a leggere