VACCINI NELLE AZIENDE. GUIDESI: GIÀ TANTE REALTÀ PRONTE A PARTECIPARE

Cresce il numero delle imprese che aderiscono al progetto ‘Vaccini in azienda’, promosso dalla Regione Lombardia. Sul tema è intervenuto l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Guido Guidesi.

“L’iniziativa di Regione Lombardia di dare la possibilità alle imprese di vaccinare i propri dipendenti direttamente in azienda – ha sottolineato – sta già avendo un grande consenso. Oltre a Confindustria Lombardia e Confapi hanno manifestato l’interesse ad aderire anche Confcommercio, Confcooperative, Casartigiani, Unione Artigiani Milano, Federmanager e le associazioni del mondo agricolo”. 

Continua a leggere

VACCINI NELLE AZIENDE. FONTANA, MORATTI E GUIDESI: PROTOCOLLO INNOVATIVO, PRIMO DEL GENERE IN ITALIA

In data odierna è stato presentato a Palazzo Lombardia il ‘Protocollo per la partecipazione delle aziende produttive lombarde alla campagna vaccinale anti-Covid’. Coinvolge Regione Lombardia, Confindustria Lombardia, Confapi, Associazione Nazionale Medici d’azienda e competenti.

Lo hanno illustrato il presidente della Regione Lombardia Attilio, Fontana, la vicepresidente e assessore al Welfare Letizia Moratti, l’assessore regionale allo Sviluppo economico Guido Guidesi insieme a Marco Bonometti, presidente Confindustria Lombardia, Maurizio Casasco presidente Confapi e Rino Donghi, consiglio direttivo Associazione Nazionale Medici del Lavoro.

Continua a leggere

PARTITE IVA, REGIONE: INDENNIZZI PER 13.502.000 EURO A SETTORE COMUNICAZIONE

La Giunta di Regione Lombardia, su proposta dell’assessore allo Sviluppo economico, Guido Guidesi, mette a disposizione, per i lavoratori autonomi con partita iva attiva non iscritti al Registro delle imprese, altri 13.502.000 euro all’interno del Bando ‘Si! Lombardia – sostegno impresa Lombardia’.

Si tratta del nuovo avviso 2 ter che allarga la platea di chi può beneficiare del ristoro a fondo perduto in conseguenza alle restrizioni imposte per il contenimento del contagio del Covid-19. Un indennizzo una tantum che opera in aggiunte e in complementarità con gli interventi previsti nei provvedimenti statali.

Continua a leggere

GUIDESI E ROLFI SCRIVONO A CONTE E A MINISTERO AGRICOLTURA: SBLOCCARE FONDO RISTORAZIONE DI 600 MILIONI

Gli assessori di Regione Lombardia, Guido Guidesi, Sviluppo economico, e Fabio Rolfi, Agricoltura, hanno inviato oggi una lettera indirizzata al Presidente del Consiglio dei Ministri uscente Giuseppe Conte e al Ministero delle Politiche Agricole per chiedere lo “sblocco immediato dei pagamenti del Fondo Ristorazione di 600 milioni di euro ad oggi ancora non disponibile. Ogni giorno di ritardo sono pensieri e preoccupazioni aggiuntive per i lavoratori della filiera agroalimentare, già particolarmente in difficoltà a causa della persistente emergenza sanitaria”.

Continua a leggere

CREDITO F.A.C.I.L.E. ALTRI 15 MILIONI DI EURO PER INVESTIMENTI DELLE IMPRESE

GUIDESI: MISURA PER ESSERE COMPETITIVI. L’INIZIATIVA E’ GESTITA DA FINLOMBARDA S.p.A. SCADENZA 8 MARZO 2021

MILANO – Regione Lombardia e la sua società finanziaria Finlombarda Spa, lanciano l’iniziativa ‘Credito F.A.C.I.L.E.’ in risposta al fabbisogno di liquidità delle micro, piccole e medie imprese e dei professionisti della Lombardia. Finlombarda ha avviato la procedura per la selezione di un fondo di credito nel quale investire fino a 15 milioni di euro da destinare all’economia reale.

Continua a leggere

CREDITO ADESSO EVOLUTION: DAL 1° FEBBRAIO RIAPRE LO SPORTELLO, DISPONIBILI 295 MILIONI

E’ RISERVATO A IMPRESE, LIBERI PROFESSIONISTI E STUDI ASSOCIATI

MILANO – Con una dotazione finanziaria complessiva di 295 milioni di euro, 25 per il Fondo di abbattimento di interessi e 270 di plafond per i finanziamenti, il 1° febbraio riapre lo sportello di ‘Credito Adesso Evolution’, gestito da Finlombarda. La misura è stata attivata per sostenere il sistema economico lombardo nel superare la fase di difficoltà connessa all’emergenza Covid19, garantendo l’accesso al credito e la liquidità in tempi rapidi e riducendo il pricing dei finanziamenti del 3%, fino ad un massimo di 70mila.

Continua a leggere