SACCHETTA di SUSTINENTE – IL MONDO DEL MEDIOEVO È TORNATO

--Vita Insula Sacha – A.D. 1398.jpg

di G.Baratti

Dal 10 al 12 giugno 2016 nel piccolo borgo di Sacchetta, frazione di Sustinente, sulla riva sinistra del fiume Po arrivano in barca, le Loro Signorie il Marchese e la Marchesa Cavriani con il loro seguito di armati. Vengono accolti con grandi feste dal popolo tutto. Durante il loro soggiorno sopraggiungono a Sacchetta, accompagnati da animali, anche un gruppo di pellegrini diretti a Gerusalemme. Vengono rifocillati e accolti con canti gregoriani. Viene poi offerta “l’Infiorata”. Anche i cibi proposti dalla Taverna del Pellegrino sono pre-scoperta del nuovo mondo. Continua a leggere

ALLA SCOPERTA DEL TERRITORIO MATILDICO: da Canossa al Polirone, dall’Appennino alle rive del Po

S. Benedetto

19 settembre
testimonials: Clementina Santi e Donatella Jader Bedogni
partenza ore 8,00 da Canossa – Quattro Castella
con tappa intermedia a Reggiolo

Senza titolo-9999

Dall’alto dell’Appennino la pianura verso Reggio, verso San Benedetto Po appare quasi liquida, come un grande mare punteggiato da isole di borghi e di paesi. Si viaggia alla ricerca di storia, cultura e arte, da Canossa, dove si svolsero i fatti emblematici del 1077, fino al Monastero di San Benedetto in Polirone, luogo dell’originaria sepoltura della Grancontessa. Continua a leggere

REGGIO EMILIA – Matilde di Canossa rivive nel medio-metraggio di CortiAnimati

Matilde-braccia-aperte

di G.Baratti

A distanza di 900 anni dalla sua morte, rievocare una storia ancora oggi simbolo di eccellenza nazionale ed internazionale del nostro territorio.

Un’idea che dopo anni di tentativi si è rilevata realizzabile grazie a un gruppo di giovani creativi reggiani dello Studio CortiAnimati i quali, forti di un progetto finanziato dalla Regione e sostenuto dall’associazione Amici di Matilde di Canossa e del Castello di Bianello, hanno deciso di realizzare il primo medio-metraggio animato dedicato alla vita di Matilde.

Il deus ex machina nella realizzazione di “Matilde, una donna oltre il suo tempo” è stato il cartoonist  Pasquale Celano affiancato dalla sceneggiatrice Monica Fornaciari. Continua a leggere

QUATTRO CASTELLA – mostra documentaria, “Bianello e Matilde di Canossa” di Paolo Golinelli

qbianello2di G.Baratti

Sabato 23 maggio alle 17, al  Castello di Bianello – Quattro Castella (Re) inaugurazione della mostra documentaria “Bianello e Matilde di Canossa”, curata da Paolo Golinelli, mentre alle ore 18,  si terrà la presentazione al pubblico dell’ultimo volume dal titolo “L’Ancella di san Pietro. Marilde di Canossa e la Chiesa”, sempre dello stesso Golinelli .

71RR6YIYlQLMatilde di Canossa è forse il personaggio femminile più importante e discusso del Medioevo europeo. Gregorio VII la definì nelle sue lettere «l’ancella di san Pietro». In lei convergevano le responsabilità di governo di una potente e ricca dinastia e insieme le istanze di cambiamento della Chiesa, poi confluite nella cosiddetta «Riforma Gregoriana». Continua a leggere

Terre Matildiche in festa per i novecento anni dalla morte della Grancontessa

IMG_0520

di G. Baratti (giornalista)

Le antiche Terre Matildiche si estendono principalmente lungo l’asta del Po e per questo motivo una delegazione di portavoce dei comuni di Canossa (Re), Quattro Castella (Re), San Benedetto Po (Mn) e Sorano (Gr), in rappresentanza dei territori un tempo dominati da Matilde di Canossa, il 21 gennaio scorso a Roma ha incontrato la sottosegretaria del Ministero della Cultura, on.le Maria Ilaria Borletti Buitoni alla presenza dei parlamentari On.le Antonella Incerti e Marco Carra e della Vicepresidente della Provincia di Mantova Francesca Zaltieri. Durante l’incontro sono emersi i temi legati alle celebrazioni per il nono centenario della morte di Matilde di Canossa (1115-2015).

L’on.le Borletti Buitoni ha apprezzato il programma generale confermando la validità e la novità del progetto e auspicando che altri territori vadano in futuro nella stessa direzione. Ha poi lodato e condiviso l’apposito Protocollo d’Intesa, sottoscritto da istituzioni ed enti privati, che ha messo insieme 90 soggetti risaltando l’importanza del personaggio di Matilde di Canossa che a 900 anni dalla sua morte è ancora simbolo dell’unità dei territori che oggi si trovano in giurisdizioni appartenenti a Regioni differenti.

Continua a leggere