QUANDO GIGLI, LA CALLAS E PAVAROTTI… I Teatri Storici del Polesine in una mostra a Palazzo Roncale

ROVIGO – La passione per l’opera, il teatro, la musica, il balletto erano e sono ancora oggi di casa nel Polesine. Non solo nella città capoluogo, Rovigo, ma in tutto il territorio. Basti pensare che c’è traccia documentata di almeno una cinquantina di teatri, attivi anche in paesini di poche anime, persi nel Delta del Po.

Un fenomeno che per capillarità di presenze, in un territorio marginale e complesso com’era quello del Polesine, è davvero unico.

Continua a leggere

LA QUERCIA DI DANTE. ROVIGO E POLESINE FINO AL 21 GENNAIO 2021

Anticipando le imminenti Celebrazioni Dantesche, la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, il Comune di Rovigo, l’Accademia dei Concordi, il Parco Regionale del Delta del Po Veneto (Riserva della Biosfera MAB Unesco), il Comune di Ariano nel Polesine, insieme ad altre istituzioni territoriali e nazionali, hanno dato vita ad un progetto del tutto originale dedicato a Dante e alla mitica “Quercia di Dante”, un albero possente che dominava il paesaggio del Delta del Po.

QUERCIA Ariano nel Polesine (Ro).jpg

la grande QUERCIA Ariano nel Polesine (Ro)

Secondo la vulgata, che forse non ha alcuna radice storica ma che in Polesine è assunta a “dogma”, il Poeta dovrebbe la propria salvezza a questo gigante verde. Continua a leggere

MOSTRE E MUSEI AI BLOCCHI DI RIPARTENZA: Ferrara, Forlì, Padova, Monza, Torino, Bassano del Grappa, Rovigo, Faenza, Urbino, Venezia…

Mantova, 16 maggio – Sono diverse in Italia le mostre pronte ai blocchi di partenza, mentre altre stanno scaldandosi i muscoli. Come è noto, per mostre e musei, il via ufficiale è ipotizzato per lunedì 18 di maggio e la volontà di molte organizzazioni, pubbliche e private, è di rispettare questa data ma appare non improbabile che, per diversi motivi, tale attesa riapertura possa subire qualche ritardo.

Picasso. La sfida della ceramica

Picasso. La sfida della ceramica – MIC di Faenza

Continua a leggere

ROVIGO – Presentazione del libro AEREI PERDUTI Polesine 1943-1945 (Ed. Sometti) di ELENA ZAULI DELLE PIETRE

AEREI_PERDUTI.jpgDomenica 8 dicembre alle ore 11,00 a Rovigo, nella centralissima Sala della Gran Guardia, si tiene la presentazione ufficiale di Aerei perduti. Polesine 1943-1945, il libro di Elena Zauli delle Pietre che raccoglie la storia di 88 abbattimenti aerei nella provincia di Rovigo, durante la Seconda guerra mondiale.

Il volume, frutto di cinque anni di lavoro, è il risultato di un lunga ricerca d’archivio e sul campo, con documenti inediti e toccanti testimonianze che ricostruiscono ciò che avvenne in quei mesi difficili. Continua a leggere

CASTEL GOFFREDO – GESTIONE E CONTENIMENTO DELLE NUTRIE: IL MODELLO MANTOVA FA SCUOLA

nutria-Si è tenuta ieri (30 maggio) a Castel Goffredo con operatori di Regioni e Province di tutto il nord Italia una giornata di studio e di approfondimento sulla gestione della nutria. Nella sala consiliare del Comune dell’alto mantovano si è svolto l’incontro che aveva come obiettivo promuovere le modalità e le buone pratiche adottate dalle Province di Mantova e Brescia e da ISPRA per affrontare i problemi legati alla significativa presenza di nutrie nei due territori. Erano presenti tecnici degli Uffici delle Regioni Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, delle Province di Bergamo, Lodi, Bologna, Ferrara, Modena, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Vicenza, delle Città Metropolitane di Bologna e Venezia e del Parco del Ticino. Continua a leggere

MANTOVA – LE OPERE DI OSVALDO FORNO ALLA GALLERIA ARIANNA SARTORI

Il pittore Osvaldo Forno con la gallerista Arianna Sartori.jpg

La Galleria Arianna Sartori di Mantova (via Ippolito Nievo 10) ospita la mostra dell’artista Osvaldo Forno “Quando le stelle non brillano più. Breve è il tempo”. La mostra, a cura di Arianna Sartori, si inaugurerà sabato 19 marzo alle ore 17.00 e rimarrà aperta al pubblico fino al 7 aprile 2016, dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.30 ad ingresso libero (chiuso festivi). Continua a leggere

Museo Storico della Giostra e dello Spettacolo Popolare di Bergantino

 

vavallidi G.Baratti

Il Museo della Giostra e dello Spettacolo Popolare  sabato 2 maggio rimarrà aperto dalle 10 alle 12 con visita guidata a partire dalle ore 10.

Unico nel suo genere  è stato concepito secondo le più moderne tecniche di allestimento per essere un luogo di ricerca e di conservazione della memoria e della cultura popolare di piazza.

Il suggestivo percorso museale vuole immergere il visitatore nello stimolante ed affascinante mondo dello spettacolo popolare viaggiante e della sua evoluzione dalle origini della giostra sino al moderno Luna Park.

Bergantino è un piccolo borgo in provincia di Rovigo, sulle rive del Po,  luogo ritenuto da  molti anni di fondamentale importanza per la produzione di attrazioni da luna park e spettacoli viaggianti. Continua a leggere