PER CORTI E CASCINE 2021: ECCO IL RESOCONTO DELLA PRIMA GIORNATA DELL’APPUNTAMENTO PIÙ ATTESO DAGLI AMANTI DELLA CAMPAGNA

Lo stare in campagna e all’aperto è stato apprezzato, ancora una volta, da molti cittadini che hanno scelto  di passare una giornata fra le fattorie partecipanti alla 24a  edizione di “Per corti e cascine”, promossa dal Consorzio agrituristico mantovano. E’ stata una condizione che ha coinvolto molti cittadini, intere famiglie con bambini, che non hanno ritenuto il meteo incerto un impedimento per la loro partecipazione. In  questa prima domenica  la manifestazione ha registrato  una buona  partecipazione di visitatori a riprova del diffuso interesse verso la vita di campagna.  Sono state circa  4.000 le visite nelle 40 fattorie che hanno partecipato a questo  primo appuntamento e che hanno accolto, con continuità,  i visitatori per tutta la giornata.

PER CORTI E CASCINE – Corte Erbatici
Continua a leggere

L’Emilia-Romagna riporta la socialità al centro, a partire dall’estate: dai Centri estivi per la fascia 3-17 anni alle opportunità formative – cultura, ambiente, sport – per ragazze e ragazzi delle scuole superiori

La vicepresidente Schlein e l’assessore Salomoni: “Vicini a famiglie e studenti, in un percorso che punta a servizi per l’infanzia e scuole ancora migliori”. Dalla Regione 8 milioni di euro

Schlein e Salomoni presentazione iniziative estate scuola e welfare

Dopo oltre un anno scolastico segnato dalle difficoltà della pandemia, da giugno 2021 per i bambini e i ragazzi in Emilia-Romagna si preannuncia un’estate all’insegna della socialità, che sarà possibile ritrovare dopo mesi di lezioni in gran parte a distanza.

Continua a leggere

DA REGIONE LOMBARDIA 10 MILIONI DI EURO PER FAVORIRE SOCIALITÀ BAMBINI E ADOLESCENTI CON BANDO ‘E-STATE INSIEME’

La proposta è rivolta ai progetti dei Comuni e degli Ambiti

Approvato oggi, lunedì 10 maggio, dalla Giunta regionale della Lombardia il bando ‘E-state insieme’. “L’emergenza sanitaria – spiega Alessandra Locatelli, assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità – ha accentuato le distanze sociali e limitato le relazioni, in particolare nella fascia di popolazione più giovane e ha ridotto, in qualche caso azzerato, le attività preziose svolte dalle associazioni e degli enti territoriali”.

Continua a leggere

Socialità, aree verdi e digitale: la Giunta regionale premia 36 progetti con 530mila euro. Calvano: “Un successo, che è anche indice di una democrazia in salute”

BOLOGNA – Dalla gestione di aree verdi al recupero di strutture per avviarle a un uso sociale condiviso, dalla riorganizzazione di spazi per i giovani a iniziative per il digitale o per la mobilità scolastica.

Sono 36 i progetti premiati dal bando Partecipazione 2020, varato dalla Giunta regionale in collaborazione con l’Assemblea legislativa e finanziato con 530 mila euro.

Continua a leggere

ESTATE A MANTOVA 2019 VUOL DIRE: MUSICA, TEATRO, FESTE DI QUARTIERE, SPORT, NATURA E ARTE

Concerti, mostre, feste, spettacoli, visite guidate… il programma dell’estate mantovana non delude neanche quest’anno.

estate a mantova 2019

Dai quartieri al centro storico l’estate 2019 vedrà Mantova animarsi grazie ad
un ricco calendario di eventi. Dalla musica al teatro, dalle feste di quartiere allo
sport, dalla natura all’arte, saranno tantissime le iniziative realizzate per ogni età.
Una città viva e capace di creare occasioni di socialità, divertimento e coinvolgimento
è una città più sicura e bella per chi ci vive e più attrattiva e interessante
per chi la visita. Buona estate mantovana a tutti e grazie alle tante realtà, istituzioni, associazioni, parrocchie, comitati di quartiere che ogni giorno rendono Mantova una
città inclusiva e creativa.

Con questa dichiarazione il sindaco di Mantova, Mattia Palazzi esprime il proprio pensiero inserito all’interno del programma ESTATE MANTOVA 2019 iniziato il 7 giugno con OPEN FESTIVAL e terminerà con l’attesissima mostra a Palazzo Te GIULIO ROMANO: Arte e Desiderio (dal 6 ottobre 2019 al 6 gennaio 2020).

La mostra indaga la relazione tra immagini erotiche del mondo classico e invenzioni figurative di carattere erotico prodotte nella prima metà del Cinquecento in Italia. Il tema della mostra offre al pubblico la possibilità di affrontare un aspetto relativamente poco noto dell’arte del Rinascimento, strettamente connesso al luogo che la ospita, Palazzo Te, e in particolare ai famosi affreschi di Giulio Romano, indiscusso capolavoro della sua carriera.

 Libretto 2019 (1)