ALTO CONSUMO DI SUOLO: A MANTOVA IL PIÙ ALTO TASSO PRO CAPITE. NEL 2019 PERSI 84 ETTARI DI TERRENO

Mantova, 1 settembreIn provincia di Mantova l’alto consumo di suolo non accenna a calare. A dirlo è il rapporto pubblicato da Ispra (agosto 2020), che evidenzia come, a livello nazionale, siano stati persi nel 2019 57,5 km2 in più rispetto al 2018, occupati da nuovi edifici, infrastrutture, insediamenti commerciali, logistici, produttivi, di servizio e da altre aree a copertura artificiale. I dati confermano dunque che il rallentamento del consumo di suolo è di fatto terminato, e che la perdita (spesso irreversibile) di aree naturali e agricole prosegue.

rotatoria.jpg Continua a leggere

L’EPA CONFERMA: IL GLIFOSATE NON È CANCEROGENO. UN’ALTRA SPALLATA DELLA SCIENZA ALLE FAKE NEWS

alberto cortesiLa scienza assesta un’altra poderosa spallata alle fake news legate al glifosate: l’Epa infatti (United States Environmental Protection Agency) ha pubblicato il suo più recente studio, che ribadisce nuovamente come il noto erbicida sia assolutamente sicuro e non cancerogeno.

L’agenzia ha concluso – si legge nel documento pubblicato – che non vi sono motivi di preoccupazione quanto a rischi di tipo alimentare per alcun segmento della popolazione. […] inoltre non sussistono rischi né di tipo residenziale, né di tipo professionale, né per gli astanti non-occupazionali”. Continua a leggere

CURTATONE – IMPIEGO DI FERTILIZZANTI E CORRETTIVI DEL TERRENO: INCONTRO L’8 MARZO A CORTE SPAGNOLA

FERTILIZZANTI.jpgL’Ordine dei dottori agronomi forestali di Mantova e il comune di Curtatone, ente capofila del tavolo tecnico provinciale, organizzano la presentazione del modello di regolamento comunale per l‘utilizzo di fertilizzanti e correttivi del terreno, in programma venerdì 8 marzo con inizio alle ore 17.30, presso la sala consiliare di Corte Spagnola (piazza Spagnola 3).

Continua a leggere

SAN PAOLO DEI SEGNI: L’ANTICA ARTE DI PREDIRE IL METEO CON UNA CIPOLLA

La festa della conversione di san Paolo, che cade il 25 GENNAIO, è una data molto importante per le previsioni meteorologiche.

IL METEO CON LE CIPOLLE.jpg

La tradizione medievale in uso ancora oggi in alcuni paesi d’Italia, la notte tra il 24 e 25 gennaio vede la cipolla protagonista per la sua lettura divinatoria. Il mese di gennaio segna il pieno inverno, e soprattutto in passato era necessario per i contadini iniziare a predisporre le semine per l’annata futura e cercare di prevedere il clima. L’usanza principale era quella di utilizzare una cipolla e del sale.

Continua a leggere