LARVE NEGLI SNACK: IL 54% DEGLI ITALIANI BOCCIA GLI INSETTI NEL PIATTO

La maggioranza degli italiani (54%) considera gli insetti estranei alla cultura alimentare nazionale e non porterebbe mai a tavola la larva gialla della farina (Tenebrio molitor) essiccata termicamente, intera o sotto forma di farina, per il consumo umano. E’ quanto emerge da una analisi Coldiretti/Ixe’ in riferimento alla autorizzazione degli Stati membri dell’Ue alla commercializzazione come alimento delle larve gialle essiccate del tenebrione mugnaio, meglio note come tarma della farina, dopo la valutazione scientifica da parte dell’Efsa. 

Continua a leggere

IDEE D’EUROPA: Due incontri sull’Unione Europea, il primo incontro giovedì 29 aprile ore 17.30 su youtube

L’Istituto mantovano di storia contemporanea ha organizzato, nell’ambito di un progetto realizzato con il contributo della Fondazione Comunità Mantovana,  un ciclo di incontri, rivolti a tutti i cittadini, sul tema dell’Unione Europea, che saranno trasmessi sul nuovo canale youtube dell’Istituto stesso.

Continua a leggere

Etichettatura Nutriscore per i cibi, l’assessore Mammi sottoscrive la petizione lanciata su Change.org in difesa del Made in ER: “I nostri prodotti sono buoni e sicuri.

Il testo dell’appello diffuso in rete sulla nota piattaforma e indirizzato, tra gli altri, ai vertici dell’Unione europea e al ministro Patuanelli. Bocciatura per l’etichetta semaforica a vantaggio del sistema NutrInform proposto dall’Italia

“Semaforo rosso per il cibo Made in Italy? NO, GRAZIE!”. Con questo titolo è partita nei giorni scorsi su Change.org la petizione contro la proposta di adottare in tutta Europa il cosiddetto sistema Nutriscore per l’etichettatura degli alimenti. Postata sulla nota piattaforma, la petizione è stata sottoscritta tra i primi dall’assessore regionale all’Agricoltura, Alessio Mammi.  

Continua a leggere

VINO. COLDIRETTI CON SCRITTE ALLARMISTICHE UE IN ETICHETTA ADDIO A 1 BOTTIGLIA SU 4


Quasi un italiano su quattro (23%) smetterebbe di bere vino o ne consumerebbe di meno se in etichetta trovasse scritte allarmistiche come quelle apposte sui pacchetti di sigarette.

E’ quanto emerge da un sondaggio on line sul sito www.coldiretti.it divulgato in occasione dell’incontro organizzato sul nuovo Piano Ue per la salute che divide l’Europa a tavola a Bruxelles da Coldiretti, Filiera Italia, Eat Europe e Farm Europe con la collaborazione dei gruppi parlamentari europei PPE, S&D e Renew Europe. 

Continua a leggere

AGRICOLTURA. IN ATTIVO OLTRE 81MILIONI DI EURO DI AIUTI EUROPEI PER L’ORTOFRUTTICOLO

In Emilia-Romagna sono oltre 9.000 le aziende agricole coinvolte, circa il 50% del numero complessivo. La ripartizione dei finanziamenti

BOLOGNA – Oltre 81 milioni di euro perla crescita e il rafforzamento del sistema ortofrutticolo organizzato dell’Emilia-Romagna.  È l’ammontare degli aiuti finanziari europei in arrivo nel 2021 da Bruxelles, importo calcolato sulla base delle cifre indicate nei programmi operativi delle 43 Organizzazioni dei produttori (Op) e le 6 Associazioni di organizzazioni di produttori (Aop) riconosciute dalla Regione.

Continua a leggere

NITRATI, NUOVO RICHIAMO DELLA UE ALL’ITALIA. CONFAI MANTOVA: SERVE PIANO D’AZIONE PUBBLICO-PRIVATO

MANTOVA – Nei giorni scorsi la Commissione europea – come si legge in un comunicato ufficiale diffuso da Bruxelles – ha inviato all’Italia una lettera di costituzione in mora, “concedendole due mesi per affrontare le carenze individuate per proteggere le acque dall’inquinamento da nitrati, trascorsi i quali la Commissione potrà decidere di inviare un parere motivato”.

Continua a leggere

VIA LIBERA ALLA COMMISSIONE EUROPEA: la Regione riprogramma i Fondi Ue e destina 190 milioni di euro alle aziende sanitarie per rafforzare la risposta all’emergenza Covid-19

Il presidente Bonaccini: “Premiata la capacità di gestire al meglio i Fondi europei, un tassello importante nel quadro dei nostri sforzi per affrontare pandemia e ripartenza

BOLOGNA – Via libera dalla Commissione europea, e la Regione può destinare 190 milioni di euro all’emergenza Covid in Emilia-Romagna. In particolare, alla copertura delle spese sostenute dalle aziende sanitarie regionali per rafforzare la risposta al contagio: acquisto di dispositivi di protezione personale, di attrezzature mediche e per potenziare la capacità di fare test.

Continua a leggere