GIULIO WILSON con “MIA BELLA CIAO” VINCITORE ASSOLUTO DEL BOLOGNA MUSICA D’AUTORE

BMA_finale_01_VincitoreAssoluto_GiulioWilson_ giuria_b.jpg

Sabato 7 ottobre, al Teatro “Il Celebrazioni” di BOLOGNA, si è conclusa la finale di BMA – BOLOGNA MUSICA D’AUTORE, il festival italiano per giovani cantautori, ideato e promosso da FONOPRINT, con il patrocinio di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, del Comune di Bologna e di Regione Emilia RomagnaGrandi emozioni con le esibizioni di Carlo Marrale, Fio Zanotti, Carmen Alessandrello e Maurizio Solieri, insieme a Ricky Portera, che hanno omaggiato Guido Elmi con un madley dei grandi successi da lui prodotti. Ospiti speciali i due big della musica italiana: Luca Carboni e Gaetano Curreri.

BMA_finale_01_VincitoreAssoluto_GiulioWilson_b.jpg

Al termine della serata condotta in diretta streaming da Red Ronnie, tra i 9 finali in gara, il giovane cantautore GIULIO WILSON è stato decretato vincitore assoluto del BMA con il brano “Mia bella ciao”.L’artista toscano si è aggiudicato un contratto discografico ed editoriale con Fonoprint per la realizzazione di un EP e di un videoclip (con un valore commerciale complessivo di oltre 20.000 Euro). Giulio Wilson ha ricevuto anche il “Premio Speciale MEI”, come miglior cantautore da loro individuato fra i partecipanti al BMA.

«Bologna dimostra di essere ancora una volta punto di riferimento per i cantautori italiani – ha commentato Giulio Wilson, vincitore di BMA – Sono onorato di aver vinto in quello che ritengo uno dei concorsi più prestigiosi d’Italia. Ringrazio il mio produttore artistico Valter Sacripanti, musicisti come Tiziano Pellegrino e tutte le persone “buone” che fanno questo mestiere con passione».

Andiamo a conoscere più da vicino la carriera artistica di Giulio Wilson.  È un cantautore di Firenze, oltre che essere enologo e vignaiolo biologico indipendente. È musicista polistrumentista: suona pianoforte, chitarra acustica e sax contralto.

Nasce a Firenze il 16 Maggio 1983, cresce in una casa di campagna sino all’età di 5 anni. Wilson era il nome di suo nonno che nacque lo stesso giorno in cui l’allora presidente degli stati uniti Wilson venne in Italia.

1995 -2002 suona per 7 anni negli ANTISGAMO, band della quale diventa tastierista e compositore. Suona per 8 anni nel CORPO MUSICALE SEDRIANESE come sassofonista contralto. Studia Agraria a Novara presso l’Istituto Tecnico Agrario “Bonfantini”. Suona nei FIATI SPRECATI, banda popolare di strada.

Nel 2007 si Laurea in Viticoltura ed Enologia presso la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Firenze. Con il suo compagno di asilo nido Lapo Tardelli, fonda la societàà DALLE NOSTRE MANI snc che si occupa della produzione di vini biologici provenienti da antiche varietà autoctone toscane. Apre VIVANDA, affermato ristorante di cibi naturali e vini biologici a Firenze.

Il 25 Luglio 2009 suona il sassofono contralto per VINICIO CAPOSSELA sul palco del Play Festival ad Arezzo.

Nel 2014 inizia a scrivere brani cantautorali e firma un contratto con Immaginazione srl, etichetta discografica di Enzo Iacchetti. Lavora alla stesura e scrittura dei brani con Eddy Mattei e Federico Biagetti, collaboratori di Zucchero. Esce il suo primo album intitolato “SOLI NEL MIDWEST”, distribuito da Believe digital.  Conosce Bobby Solo e instaura una amicizia che lo porta a scrivere “Dove corre il tempo“, brano che scriverà a quattro mani e canterà in duetto con lo stesso Bobby Solo. Collabora con il famoso scrittore e poeta Roberto Piumini che firmerà il testo di due brani.

2016 Apre il tour estivo di Bobby Solo in tuta Italia. È finalista al premio e festival “Giancarlo Bigazzi”, organizzato a Lucca in memoria del famoso autore italiano. È semifinalista al Festival di Castrocaro 2016. È in semifinale al Tour Music Fest 2016. È finalista ad “Area Sanremo 2016” con un brano inedito.

2017 Apre la tournee italiana 2017 di Bobby Solo; Valter Sacripanti diventa il suo nuovo produttore artistico; Vince il concorso BMA – Bologna Musica d’Autore, la cui giuria è formata da Alessia Angellotti, Vittorio Corbisiero, Guido Elmi, Claudio Ferrante, Antonello Giorgi, Marco Mangiarotti, Carlo Marrale, Roberto Razzini, Stefano Senardi, Antonio Vandoni, Riccardo Vitanza, Andrea Vittori, Fio Zanotti.

Suona con:- Matteo Giannetti già bassista per Maurizio Solieri, Marco Di Maggio, Max Gazzè, Andrea Bocelli. – Valter Sacripanti già batterista per Loredana Bertè, Ivan Graziani, Nek, Frankie HNR, Cristicchi. – Riccardo Dellocchio numerose le sue collaborazioni live e discografiche: Patti Smith, Casa del Vento, Irene Grandi, Turci, Elisa, Mannoia, Bosso. – Federico Biagetti (coautore assieme a Giulio Wilson e già chitarrista per Zucchero); – Davide Verdugris (vocal Coach).

Inoltre, nella serata conclusiva, sono stati assegnati un “Premio della Critica per il Miglior Testo” a Irene Scarpato di San Sebastiano di Vesuvio (NA), un “Premio per la Miglior Musica” e un “Premio Radio Bruno” alla band Freschi Lazzi e Spilli di Potenza.

A giudicare gli artisti presente una giuria d’eccezione composta da illustri esperti dell’ambito musicale: Alessia Angellotti, Radio Bruno; Vittorio Corbisiero, Fonoprint; Claudio Ferrante, Presidente Artist First; Antonello Giorgi, Musicista; Marco Mangiarotti, Giornalista e Critico Musicale; Carlo Marrale,  Musicista;Roberto Razzini, AD Warner Chappell; Stefano Senardi, Discografico e Consulente Artistico; Antonio Vandoni, Radio Italia; Riccardo Vitanza, Parole e Dintorni; Andrea Vittori, MA9 Promotion; Fio Zanotti, Produttore.

«Ho cercato di trasferire in questo progetto un mio sogno e una mia passione: la musica e le canzoni autorali, un percorso di emozioni che non ha eguali e che ti arricchisce sempre – ha affermato Leopoldo Cavalli imprenditore bolognese, oggi proprietario di Fonoprint – Credo inoltre che Bologna, culla di molti cantautori, sia la città ideale per scoprire e coltivare quelli che saranno gli artisti di domani. Il BMA è un’eccellente opportunità unica nel panorama italiano per tutti gli aspiranti cantautori al fine di ottenere, già dalle prime fasi, una grande visibilità fra gli addetti del settore. Per la prima edizione abbiamo l’onore di ospitare una giuria di eccellenza composta da grandi professionisti della musica. Oggi le canzoni d’autore di qualità scarseggiano, la figura del cantautore è da proteggere, salvaguardare e promuovere in tutti i modi, affinché non vada disperso il patrimonio artistico musicale italiano. Fonoprint, attraverso il BMA, vuole rimettere il cantautorato al centro dell’attenzione di Bologna e del mercato musicale».

BMA – BOLOGNA MUSICA D’AUTORE è un’iniziativa ideata e promossa da FONOPRINT e patrocinato dalComune di Bologna, nata da due assunti importanti che rendono il capoluogo emiliano luogo ideale e privilegiato dove pensare, produrre musica d’autore e scoprire talenti come Bologna Città Creativa della Musica UNESCO e Bologna Città di CantautoriIl BMA ha l’obiettivo di dare voce a giovani e talentuosi cantautori italiani e di presentarli sulla scena musicale nazionale grazie a partnership con importanti player del mercato, ovvero enti e concorsi accreditati nell’ambito delle produzioni musicali e del cantautorato italiano di qualità.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.