MANTOVA – APAM ANCORA IN PRIMA LINEA CONTRO il BULLISMO e il VANDALISMO

APAM è di nuovo in prima linea contro il bullismo e, questa volta, lo ha fatto realizzando la nuova campagna con dei testimonial d’eccezione: i giocatori degli Stings – Pallacanestro Mantovana, presentata in anteprima venerdì 4 maggio durante la 7° edizione dell’APAM Open Day.

bullismo cestiniamolo

Il contesto dell’APAM Open Day è stato ideale per presentare questa importante iniziativa
perché da sempre le tematiche di prevenzione ai fenomeni di bullismo e vandalismo
sono state un punto focale all’interno dei progetti di APAM per le scuole che si concludono nella giornata di apertura dell’azienda.

Con il claim “Bullismo? Cestinalo!” il messaggio che APAM lancia è chiaro: si gioca
positivamente sulla similitudine tra l’atto sportivo di fare canestro effettuato nel basket
con il gesto quotidiano di cestinare – di buttare – una cosa inutile, come il bullismo.

In perfetta sintonia i protagonisti, uno studente e il giocatore degli Stings, prendono
metaforicamente il bullismo e lo cestinano ribadendo come, a fronte di una statistica
che parla di un solo 20% degli episodi che coinvolgono i ragazzi vengono denunciati,
sia importante segnalare sempre eventuali situazioni di prevaricazione che avvengano a
bordo del bus. La scena si ripete anche con il vandalismo, che allo stesso modo viene
presentato come un comportamento sbagliato, da buttare.

Testimonial d’eccezione dello spot sono i cestisti Francesco Candussi e Marco Morello.
Già nel corso dell’anno scolastico negli interventi effettuati presso le scuole mantovane
con il progetto “META’NO – il verde non è solo speranza”, alcuni giocatori della squadra
degli Stings avevano fatto la loro comparsa, confrontandosi con i ragazzi sulle tematiche del bullismo e del vandalismo e raccontando loro quanto sia più formativo e sano sostituirli con i valori positivi dello sport: l’amicizia, la lealtà e il rispetto.

Proprio il rispetto – per le persone così come per il proprio bus ma anche per l’ambiente
– è il punto principale del progetto condotto da APAM nelle scuole: “META’NO” è il nome del progetto e lo si può leggere come metano, che è il carburante meno inquinante scelto da APAM per i propri mezzi nell’ambito del progetto di metanizzazione del parco avviato lo scorso anno che può diventare un simbolo di comportamento virtuoso verso l’ambiente, la salute, il proprio bus e i propri compagni di viaggio e permetterci di leggere META’NO come metà no ossia come presa di responsabilità comune perché non basta più che solo alcuni – la metà – si impegnino per cambiare le cose, tutti devono fare la propria parte, tutti devono fare il loro pezzettino in primis i più giovani che saranno i cittadini del futuro.

La nuova campagna APAM contro bullismo e vandalismo sarà declinata in modalità
visual e video: ci sarà uno spot e maxiaffissioni sui bus, oltre a una versione social e
web.

Saranno sempre indicati i numeri di riferimento di APAM per segnalare episodi di
bullismo o di vandalismo a bordo del bus: via Whatsapp al 3460714690 o via mail a
customer.care@apam.it.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.