PREMIO SUZZARA: IL CONCORSO ARTISTICO COMPIE 70 ANNI. INAUGURAZIONE IL 7 OTTOBRE

Torna il Premio Suzzara, inaugurando un nuovo percorso che guarda al futuro, ma allo stesso tempo ha le sue fondamenta nella storia di un progetto artistico fortemente radicato nel territorio che lo ospita: APERTURA 7 OTTOBRE.
PREMIO SUZZARA - VILLANI AL PREMIO
Il 2018 segna un anniversario importante per il Premio Suzzara che compie i suoi primi 70 anni. Il Premio nel ‘48 dà inizio ad una storia legata all’arte contemporanea, una storia lunga 70 anni con 49 edizioni del Premio e oltre ottocento opere che dal 2002 sono ospitate dal Museo Galleria del Premio Suzzara e fruibili a tutto il pubblico.
Rinnovarsi significa certamente sperimentare e portare il nuovo, ma senza dimenticare un passato glorioso che affonda le sue radici nel primo dopo guerra e nella mente geniale del pubblicitario Dino Villani che, appoggiato dalla lungimiranza dell’allora sindaco Tebe Mignoni e sostenuto dall’apporto fondamentale di Cesare Zavattini, decise di organizzare il premio.
Un vitello per un quadro, non abbassa il quadro: innalza il vitello”, questo lo slogan coniato da Villani e che racchiude l’essenza stessa del Premio Suzzara, una competizione artistica certamente, ma che subito si distinse per il particolare carattere della giuria giudicante, composta non solo da galleristi, storici e critici d’arte, giornalisti specializzati, ma anche da un operaio, un impiegato e un contadino. Gli artisti, oltre ad aggiudicarsi l’esposizione della propria opera in una mostra, vincevano premi “messi a disposizione dai contadini e dagli operai di Suzzara”, compiendo una sintesi simbolica ma quanto mai attuale, tra il lavoro artistico e i prodotti del lavoro contadino e operaio.
Oggi, Suzzara, è un distretto industriale ricco e diversificato grazie al forte impulso che tutta la zona ebbe tra gli anni ’50 e ’70. Accanto a grandi gruppi industriali, molte sono le piccole e medie imprese nel settore agricolo e manifatturiero che rappresentano la linfa vitale del territorio.
Proprio queste aziende sono state chiamate ad essere parte attiva e integrante del Premio Suzzara, come veri e propri curatori del Premio insieme al Museo Galleria del Premio Suzzara e agli artisti invitati a partecipare.
Una nuova formula, quindi, che ha radici ben salde nella tradizione del Premio, ma che vuole fare un ulteriore passo sul piano della sperimentazione: non una mostra come avveniva in passato, ma l’inizio di un percorso che punta tutto sul dialogo tra imprese e artisti con l’obiettivo comune di dare vita ad opere pensate appositamente per le aziende e il territorio che le ospita.

 

 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.