GAZOLDO D/IPPOLITI: POSTUMIA INAUGURA LA MOSTRA “VIAGGIO NELLE FORME SUGGERITE DAI SOGNI” DI DANIELA FUREGON

VIAGGIO NELLE FORME SUGGERITE DAI SOGNI.jpgGnomi dai visi incantati, elfi e fate, streghe e folletti, pinocchi e “gobbi di Notre Dame”: il mondo delle favole, dei sogni e degli incanti, ma anche il mondo della poesia europea e delle saghe rivive nelle originalissime opere della “maga Daniela”.

Domenica 16 maggio alle ore 16.30 a Rocca Paolina-Palazzo Pacchelli Bosoni di Gazoldo degli Ippoliti (via Marconi 123), inaugurazione della mostra mostra di DANIELA FUREGON “VIAGGIO NELLE FORME SUGGERITE DAI SOGNI” a cura di PAOLO DENTI.

Perché la sua raffinatissima arte si sposa davvero con la magia: quella dell’anima e della mente e quella creativa degli oggetti “unici” che escono dalle sue mani, frutto di una paziente ricerca e di una tecnica davvero irripetibile: argilla, stoppa, ritagli di stoffe e lane, segature e smalti ed altre infinite sfumature vanno a formare dei capolavori. “Daniela, veneta del lago” è anche la Daniela erede delle tribù celtiche che hanno portato la vita a ridosso di casa sua, nei boschi antichi della Vecchia Lugana, quella dei vini e quella dei misteri. Troppo bella questa mostra per essere temporanea! È anch’essa un frutto indimenticabile del nostro gemellaggio con Desenzano del Garda; del nostro gemellaggio con la bellezza!

CORALE DISCANTICA di CESOLE.jpg

Il pomeriggio alla Postumia prosegue con la CORALE DISCÁNTICA di CESOLE che agli ospiti presenta una lezione-concerto sulla Messa da Cappella a 4 voci e basso continuo di CLAUDIO MONTEVERDI (1642) facente parte della raccolta “Selva morale et spirituale”; direttore Michael GUASTALLA, basso continuo Federico FRANZONI – gazoldese, affermato organista a livello provinciale e nazionale.

FEDERICO FRANZONI.jpg

La Corale Discántica (Cesole), diretta dal m° Michael Guastalla, è composta da 25 elementi e affronta il grande repertorio della polifonia classica sacra e profana, italiana ed europea. Negli ultimi anni è stata ospite di prestigiose Cappelle musicali: Duomo di Modena, Basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari a Venezia, Santuario della Consolata a Torino, Basilica di Sant’Ambrogio a Milano… A fine di questo mese di maggio sarà ospite della Cappella Musicale dell’Abbazia di Weingarten (Baden-Wurttemberg) in collaborazione con la Diocesi di Mantova, proponendo la “Messa da cappella” del 1642 dalla “Selva morale e spirituale” di Claudio Monteverdi. La stessa, cioè, che ci verrà proposta in Rocca Palatina >. < Michael Guastalla, musicista e compositore, è direttore di coro presso la Corale Discántica e presso la Schola gregoriana di Mantova >.

postumia.jpg

L’appuntamento conclusivo è con Don Giuseppe RUBINI illustra la sua ricerca su San Rufino di Porto tra Benedettini e Canonici regolari vita e morte di una parrocchia governata da religiosi  (Postumia n. 29/2018). Dialoga con lui GIORGIO PAVESI

G. RUBINI è nato a Mantova nel 1941; si è laureato alla Bocconi in Economia e Commercio ed ha svolto per un biennio l’attività di programmatore all’IBM di Milano. Viene ordinato sacerdote nel 1973. Ha svolto il proprio ministero sacerdotale in diverse parrocchie e per sei anni (1983/89) è stato parroco di Redondesco. Attualmente collabora nelle parrocchie di Colle Aperto, Castelbelforte e Bigarello. Alle pubblicazioni passate si stanno aggiungendo due studi sul Bondanazzo vecchio di Gonzaga, sulla decorazione quattrocentesca della basilica di Sant’Andrea in Mantova e per l’occasione, parlerà anche delle sue passate ricerche storico-architettoniche tra Redondesco e Gazoldo degli Ippoliti.

(immagini Ass. Postumia)

 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.