MANTOVA – IL RIO EDIZIONI presenta WITHOUT FRONTIERS. ARTE URBANA E ARTE PUBBLICA, ESPERIENZE E PROSPETTIVE a cura di SIMONA GAVIOLI e GIULIA GALIBERTI

Torna anche quest’anno Without Frontiers, Lunetta a Colori, il festival di arte contemporanea, riqualificazione urbana e valorizzazione culturale del quartiere Lunetta di Mantova. Il progetto è curato da Simona Gavioli e Giulia Giliberti e organizzato dall’associazione Caravan SetUp in collaborazione con l’associazione culturale torinese Il Cerchio E Le Gocce, con il supporto del Comune di Mantova e il contributo di Tea.

Without_frontiers copia.jpgGiunta ormai alla IV edizione, quest’anno l’iniziativa ruota attorno al progetto curatoriale “È sui fianchi delle città che si sviluppa la vita” e si terrà dal 17 al 23 giugno 2019, con la partecipazione di grandi artisti italiani e internazionali quali Corn79, Dado Ferri, Xena – Fátima de Juan, Mrfijodor, Michele Giangrande, Mohamed Lghacham, Mach505, Telmo Miel.Visto il successo dell’edizione precedente, torna altresì la Notte Bianca dell’Arte che si terrà sabato 22 giugno dalle ore 18.00 alle ore 24.00, in concomitanza con la Festa di quartiere e la Festa della Musica. All’evento sarà presente anche Il Rio Edizioni, che ha dedicato al progetto il volume WITHOUT FRONTIERS. ARTE URBANA E ARTE PUBBLICA, ESPERIENZE E PROSPETTIVE, a cura di Simona Gavioli e Giulia Giliberti.

Dopo le ultime esperienze del periodo liberty, la pittura sembrava avere definitivamente abbandonato le facciate degli edifici. Tuttavia, nella logica dell’”eterno ritorno”, che tante volte sembra dominare la scena della storia dell’arte, è però accadute l’ennesimo cortocircuito destinato a rimescolare le carte in tavola: l’arrivo su questa sponda dell’oceano di nuovi immaginari legati alle culture underground statunitensi. Un nuovo universo di segni e valori figurali ha inaspettatamente riacceso di colore le facciate smunte della postmodernità.

Senza ambizioni di esaustività, questo libro vuole raccogliere alcune esperienze legate alla rinascita della pittura murale da esterni, partendo dalle prime esperienze del graffiti writing fino al “nuovo muralismo” e ai recenti contesti dell’“arte pubblica” e “dell’arte urbana”. Per farlo si dà voce ad alcuni protagonisti di questo nuovo universo; radunati nell’associazione Il Cerchio E Le Gocce di Torino, sono stati subito coinvolti anche nel progetto Without Frontiers curato da Simona Gavioli e Giulia Giliberti che, giunto nel 2017 alla sua seconda edizione, sta trasformando il grigio volto del quartiere mantovano di Lunetta in un vero e proprio museo a cielo aperto.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.