CARO CARBURANTI, CONFAI LOMBARDIA: bene credito d’imposta, ma ampliare i tempi

Le dichiarazioni di Leonardo Bolis, presidente di Confai Lombardia, l’associazione di rappresentanza delle imprese agromeccaniche, che svolgono un ruolo trainante per la filiera nella prima regione agricola d’Italia, dove il contoterzismo è maggiormente sviluppato.

“Il contributo straordinario destinato alle attività agricole sotto forma di credito d’imposta pari al 20% della spesa sostenuta per l’acquisto di carburante utilizzato nel primo trimestre del 2022 è per Confai Lombardia un primo intervento tampone, la cui efficacia potrà essere massimizzata tenendo conto di due correttivi”.

“Il primo relativo alla sburocratizzazione del percorso di assegnazione del gasolio agricolo, soluzione che può essere presa senza per questo inficiare lo strumento dei controlli. Il secondo elemento è di natura temporale: limitare il credito d’imposta solamente al periodo gennaio-marzo 2022, con i lavori nei campi di fatto non ancora iniziati, significa aiutare solo parzialmente le imprese agromeccaniche e agricole. Sarebbe molto più utile estendere il provvedimento almeno fino a giugno 2022”. Conclude Bolis

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.