DI MAFIA PARLIAMO ANCHE D’ESTATE con CATERINA CHINNICI “È così lieve il tuo bacio sulla fronte” – venerdì 10 giugno FORMIGINE

Venerdì 10 giugno, ore 21, al Parco di Villa Benvenuti, via per Sassuolo 6 a Formigine  – per la rassegna “Di mafia parliamo anche d’estate” giunta alla sua seconda edizione, sarà ospite Caterina Chinnici, magistrato e parlamentare europeo, per presentare il libro “È così lieve il tuo bacio sulla fronte”.

Il 29 luglio 1983 la mafia fa esplodere un’autobomba in via Pipitone a Palermo: muoiono il giudice Rocco Chinnici, gli uomini della sua scorta e il portiere dello stabile dove il magistrato viveva insieme alla moglie e ai figli. Rocco Chinnici era da tempo nel mirino: innovatore e precursore dei tempi, aveva intuito che per contrastare efficacemente la criminalità organizzata era necessario riunire differenti filoni di indagine, comporre tutte le informazioni e le conoscenze che ne derivavano. Per farlo, riunì sotto la sua guida un gruppo di giudici istruttori, Paolo Borsellino, Giovanni Falcone e Giuseppe Di Lello. Dopo decenni di silenzio, Caterina Chinnici, la figlia primogenita – a sua volta giudice, a sua volta impegnata nella lotta alla mafia, a sua volta sotto scorta – ha scelto di raccontare la loro vita “di prima”, serena nonostante le difficoltà, e la loro vita “dopo”, di come lei, i suoi fratelli e la madre abbiano imparato nuovamente a vivere e siano riusciti a decidere di perdonare.

Caterina Chinnici è entrata in magistratura nel 1979, a soli 24 anni. Dopo aver svolto funzioni di pretore e aver maturato un’esperienza amministrativa presso il Ministero della Giustizia, è stata il più giovane magistrato nell’ambito nazionale a essere nominato capo di un ufficio giudiziario: dal 1995 al 2008 ha ricoperto l’incarico di procuratore della Repubblica presso il tribunale per i minorenni di Caltanissetta. Procuratore della Repubblica presso il tribunale per i minorenni di Palermo tra il 2008 e il 2009, ha poi fatto parte del governo della regione Sicilia come assessore della Famiglia, Politiche sociali e Autonomie locali. Nel 2012 è stata nominata capo del dipartimento per la giustizia minorile, ruolo che ha ricoperto fino alla sua elezione come europarlamentare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.