CICLISMO GIOVANILE: I BABY DANNO SPETTACOLO AL MEMORIAL D. DARRA DI GUIDIZZOLO

Domenica 26 giugno, infatti, in occasione del 34° Trofeo Amac, appuntamento allestito dal Ciclo Club 77, valido quale terza prova del Memorial D. Darra e dedicato alla memoria di Remo Stanghellini, un’ottantina di atleti in età compresa tra i 7 e i 12 anni sono stati i protagonisti di sei gare che hanno strappato gli applausi degli sportivi presenti lungo il percorso.

Tra il pubblico vi erano anche la figlia del patron Marzia Stanghellini, che è stata lo starter di tutte prove, l’assessore allo sport Adriano Roverselli e il consigliere comunale Corrado Fioravazzi e il consigliere provinciale Fci nonché responsabile del settore giovanissimi, Giorgio Papa.

A rendere l’evento ancor più di prestigio è stata la presenza tra gli sportivi e gli addetti ai lavori del presidente regionale dell’Fci Lombardia Stefano Pedrinazzi.

Prima del via è stato rispettato un minuto di silenzio in onore delle vittime della guerra e del patron della manifestazione Remo Stanghellini. Imprenditore locale molto legato al ciclismo e al Ciclo Club 77 che è stato ricordato anche grazie alla posa dinanzi all’area delle premiazioni di un totem a grandezza naturale che lo ritrae sorridente mentre era solito ammirare gli atleti in gara.

Non solo la parte agonistica ha entusiasmato i presenti, ma anche la prova promozionale, proposta tra la prima e la seconda parte della mattinata, che ha avuto come protagonisti bimbi e bimbe di età compresa tra i 4 e i 6 anni.

Per loro si è trattato di un momento di contatto non competitivo con il clima che si respira in eventi di questo genere.

Andando nello specifico dei verdetti emessi dalle sei gare disputate anche per i colori mantovani, ovvero i baby del team organizzatore, del Mincio Chiese e dell’Allgor Tatobike, non sono mancate le vittorie e i podi.

Sul gradino più alto del podio sono saliti: Elia Marassi e Noemi Lucido nella G2, Diego Bertucci nella G3, Giulio Zunica nella G4, Nicolò Belli e Lucia Marassi nella G5 e Daniele Ronda nella G6 al termine di un gesto sportivo che ha strappato non pochi applausi.

Oltre a loro in questo contesto si sono distinti: Sirio Ghidini, 3° nella G2, Tommaso Lucchini e Viola Mazzola secondi e Leonardo Mai 3° nella G3, Maela Barone 3ª nella G4, Giovanni Busca e Greta Giannotta secondi ed Eric Baetta 3° nella G5, Samuele Salottolo e Adua Ghidini secondi e Marta Frer 3ª nella G6.

Paolo Biondo – servizio fotografico di Gianfranco Ruffoni e Gianluigi Grandelli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.