Intersezioni Incroci di arti performative & NEXT GENERATION / PARMA – Arena Teatro al Parco, Parco Ducale, Domenica 3 luglio

Prosegue domenica 3 luglio alle ore 21.30, presso l’Arena Teatro al Parco nel Parco Ducale di Parma “Intersezioni – Incroci di arti performative & NEXT GENERATION/PARMA”, con un nuovo appuntamento della rassegna di danza contemporanea, ideata da Artemis Danza, realizzata con il contributo di Fondazione Cariparma e NEXT GENERATION/PARMA, con il sostegno del Comune di Parma.

Inserita nella cornice di Arena Teatro al Parco, rassegna realizzata dal Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle Arti, la serata presenta un trittico di short formats: Balletto Civile firma “Paesaggio d’interni”, Cie MF presenta “Chenapan” e Artemis mostra il primo studio di “Nessuno parlava. Prologo di Orgia”.

Paesaggio d’interni”di Balletto Civile, coreografia di Maurizio Camilli e Michela Lucenti, è una performance liberamente tratta da Descrizione di Figura di H.Muller, danzata da Maurizio Camilli, Francesco Gabrielli, Emanuele Serra e Giulia Spattini. Il testo, un lungo monologo immaginifico, è un viaggio narrativo all’interno di una relazione umana. Un caleidoscopio di immagini a cui Balletto Civile si ispira per indagare la relazione emotiva tra uomini e donne: amanti, fratelli, nemici, simili e compagni. Corpi a confronto in complesse partiture ritmiche.

“Chenapan” della compagnia lionese Cie MF, regia e coreografia di Francesco Colaleo e Maxime Freixas, mette in scena i giochi di una volta tra due monelli che sfidano a colpi d’ingegno, generando nel pubblico un forte processo di riconoscimento con l’obiettivo di sensibilizzare su una dimensione di contatto e di gioco che si sta perdendo a causa del continuo condividere virtualmente e non fisicamente. Liberamente ispirato al genere dello “splastick movie”, ai comici Stanlio e Ollio ed ai personaggi beckettiani Vladimiro e Estragone, lo spettacolo mette in scena una metodologia sui giochi d’infanzia e sul loro potenziale impiego.

“Nessuno parlava. Prologo di Orgia”di Artemis Danza, regia Agostino Rocca, coreografia di Costanza Leporatti, è un happy meal rituale e corporale. Un corpo pulsante, erotico, estasiato dalla sofferente danza nell’orbita del potere alla frenetica ricerca della libertà, la stessa degli animali. Un altro corpo, occhio mascherato, attento e guardingo, affamato dall’inconoscibile, assetato dalla diversità che sgranocchia la società con parole e suoni instaurando una relazione oggettuale simile all’innamoramento. 

Ingresso: 8,00 Euro; 4,00 Euro (studenti universitari). Prenotazioni ai numeri cell 346-1307815 e 0521-992044. Per informazioni: http://www.artemisdanza.com.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.