RESIDENCE LE LOGGE. A Borgochiesanuova inaugurata la prima palazzina nell’ambito di un piano di riqualificazione e rilancio del quartiere

Affollatissima inaugurazione ieri del residence Le Logge in via Rinaldo Mantovano, la prima delle tre palazzine di cinque piani riqualificate in questa area del quartiere di Borgochiesanuova.

Ogni edificio è costituito da 32 appartamenti che sorgono in una zona circondata dal verde, tutti progettati secondo le più moderne tecnologie di risparmio energetico grazie all’investimento della Morbio Costruzioni.

Per vent’anni c’erano due capannoni abbandonati che un tempo ospitavano una storica manifattura di solai. Terminata la prima palazzina, è stato organizzato l’open day per presentare le caratteristiche della costruzione, al mattino per gli invitati, al pomeriggio per tutti coloro che hanno voluto vedere gli interni.

Ad illustrare le opere eseguite sono stati i due progettisti Carlo Crotti e Martina Baratta. “I lavori sono durati solo un anno e mezzo – hanno sottolineato -. Abbiamo recuperato un’area dismessa, ed ora mettiamo a disposizione alloggi di qualità, forniti di giardino, collegati ai servizi del quartiere, a soli dieci minuti dal centro cittadino”.

Una filosofia urbanistica in linea con quella del Comune di Mantova che si contraddistingue con la volontà di rilanciare i quartieri con nuove ciclabili e con il recupero degli alloggi e degli spazi pubblici. A testimoniare l’attenzione di via Roma è stata la presenza del vicesindaco Giovanni Buvoli e degli assessori Andrea Murari e Iacopo Rebecchi.

“Noi sosteniamo chi investe nella nostra città – ha aggiunto Murari – perché lo consideriamo un alleato per far crescere il nostro territorio. Mantova sta cambiando e ci stiamo attrezzando per far fronte ad una nuova domanda abitativa che riguarderà centinaia di nuove famiglie che cercheranno casa a Mantova per i nuovi insediamenti produttivi che verranno. Qui siamo davanti ad un bel progetto e ad un bel recupero in un quartiere che sarà ulteriormente riqualificato con il progetto Pinqua, ciclabili e una nuova scuola”.

Infine, ha parlato Stefano Morbio, amministratore delegato dell’azienda di famiglia con sede da 59 anni a Villa Cappella di Ceresara, che ha ringraziato tutti coloro che hanno collaborato a realizzare un intervento che privilegia la sostenibilità ambientale.

Nell’area di 10mila metri quadrati il verde copre il 45% degli spazi: ampi giardini condominiali, siepi, 80 alberi ad alto fusto e fioriere che punteggiano in verticale le tre palazzine. Il verde appare anche nelle logge coperte su cui si affacciano le ampie vetrate di ogni appartamento. Il piano terreno è destinato a posti auto e servizi tra cui la palestrina condominiale e lo spazio riservato ai passeggini e alle biciclette.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.