PSICHEDELIA al CAOS, un viaggio nella cultura visiva degli anni Sessanta al Centro Arti Opificio Siri di TERNI

Sabato 17 dicembre alle ore 18:00,  il CAOS (Centro Arti Opificio Siri), Museo civico del Comune di Terni, inaugura Psichedelia – Un viaggio nella cultura visiva degli anni Sessanta, mostra che chiude la stagione autunnale della rassegna di Arte Contemporanea “Inside the Caos”.

Il fenomeno della Psichedelia, emerso nella San Francisco della rivoluzione hippy, pervade tutta la cultura della seconda metà degli anni Sessanta, esercitando influssi su varie aree artistiche come la musica, la poesia e la grafica, coniugando l’Optical Art alla riscoperta dell’Art Nouveau.

La Sala Carroponte ospiterà oltre 70 manifesti dei principali autori della grafica psichedelica, molti originali dell’epoca, alcune riedizioni dagli archivi americani, ed edizioni speciali firmate dagli artisti.

Ci saranno artisti del calibro di Wes Wilson, che può essere indicato come uno degli ideatori del nuovo stile, Stanley Mouse, Alton Kelley, Rick Griffin e Victor Moscoso, che realizzarono i manifesti per i concerti nei locali di San Francisco per le prime esibizioni di Jimi Hendrix, Janis Joplin, Grateful Dead, Jefferson Airplane, The Doors, Frank Zappa, Pink Floyd e tanti altri nomi entrati nella storia della musica.

Saranno esposti anche manifesti psichedelici originali dei Beatles, realizzati dal fotografo Richard Avedon e dal grafico Allen Hurlburt, e 40 LP legati alla genesi e alla storia della musica psichedelica.

Saranno presenti in mostra anche diversi punti video, con documenti d’epoca sulla “Summer of Love” di San Francisco, i “lights shows” dell’UFO Club di Londra, e opere video psichedeliche.

La mostra è a cura di Carlo Terrosi, presidente della Cooperativa le Macchine Celibi e gestore del polo museale CAOS, con la collaborazione di Carlo Branzaglia, docente dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, membro del CdA della Fondazione ADI collezione Compasso d’Oro, e di Claudio Lanteri, autore video ed esperto di musica contemporanea.

L’inaugurazione della mostra sarà preceduta da un talk di presentazione che si terrà in Sala dell’Orologio alle ore 17:00. Interverranno Carlo Terrosi, Carlo Branzaglia, Claudio Lanteri, Pasquale Fameli e Chiara Ronchini.

Per celebrare l’inaugurazione, dalle ore 18:00 ci sarà un dj set dedicato e un angolo bar allestito nel foyer, in collaborazione con il FAT Art Club. Per l’occasione il museo resterà aperto fino alle ore 21.

Con la mostra Psichedelia, CAOS rende omaggio all’artista Mario Schifano,per la presenza di un album del 1967, intitolato Dedicato a, del gruppo musicale Le Stelle, fondato a Roma proprio dall’artista sulla scia dell’esempio dei Velvet Underground.

L’omaggio alle declinazioni italiane della psichedelia annovera anche la rara rivista “Pianeta Fresco”, che venne realizzata a Milano dal noto designer Ettore Sottsass assieme a  Fernanda Pivano e Allen Ginsberg.

Le mostra sarà visitabile dal 17 dicembre al 19 febbraio, dal giovedì alla domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Il costo del biglietto di ingresso è di 8 euro, mentre la tariffa ridotta riservata a studenti e insegnanti è di 5 euro.

La mostra ha il patrocinio di ADI, Associazione per il Disegno Industriale, delegazione territoriale dell’Umbria.

Dopo l’inaugurazione al CAOS la mostra sarà presentata a Bologna nella primavera del 2023.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.