MILANO, ASSESSORE TERZI: AUMENTO DEL BIGLIETTO ATM? È UNA SCELTA DEL COMUNE

Il Comune di Milano non rispetta i criteri di efficienza previsti dalla delibera del 2020 che prevede l’applicazione di costi standard, fabbisogni di mobilità e premialità. Questa inefficienza ha portato sì a una riduzione delle risorse per Milano che, però, sono state attribuite alle altre agenzie”.

L’assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Terzi, replica così alle dichiarazioni dell’assessore alla Mobilità del Comune di Milano, Arianna Censi.

“Ricordo anche che l’Agenzia Tpl di Milano – prosegue Terzi – riceve annualmente più di 415 milioni di euro sui 624 milioni disponibili per l’intero territorio regionale, di cui oltre la metà entra nelle casse del Comune di Milano. Insomma, non vedo nessuna penalizzazione per l’Amministrazione milanese, semmai la necessità di rispettare i parametri oggettivi di efficienza che le altre società del Tpl già garantiscono da anni. Come al solito la Giunta Sala tenta di scaricare le proprie responsabilità su altri invece di affrontare i problemi di Atm, prima tra tutti la questione dell’evasione”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.