DRAGONERO. I PALADINI: i primi quattro episodi in anteprima il 26 dicembre su Rai2 e RaiPlay

Lunedì 26 dicembre, alle ore 14:00, debutta in Prima Visione Tv la serie a cartoni animati “Dragonero. I Paladini”, tratta dal fumetto fantasy di Luca Enoch e Stefano Vietti.

Prima serie italiana di animazione fantasy, coproduzione internazionale Sergio Bonelli Editore insieme a Rai Kids, PowerKids e NexusTV, l’anteprima di “Dragonero. I Paladini” arriva finalmente su Rai2 e RaiPlay, prima della messa in onda dell’intera serie su Rai Gulp e su RaiPlay.

L’appuntamento è fissato per lunedì 26 dicembre, alle ore 14:00, quando su Rai2 e su RaiPlay saranno trasmessi i primi quattro episodi della serie, che i visitatori della scorsa Lucca Comics & Games hanno avuto modo di apprezzare nella cornice del Teatro del Giglio.

Protagonisti di “Dragonero. I Paladini” sono tre adolescenti dell’Erondár, una terra fantastica pervasa di magia: Ian, dallo spirito libero e dall’indole coraggiosa, sua sorella Myrva, geniale costruttrice di congegni meccanici, e l’inseparabile amico Gmor, un orco di grande forza e animo generoso. I tre amici dividono le loro giornate tra studio, divertimento e qualche lavoro nella fattoria dove vivono Ian e Myrva, finché non entrano in contatto mentale con un grande drago, Draiken, che chiede loro aiuto per affrontare una terribile minaccia che potrebbe permettere a orde di demoni di sciamare nel mondo dei nostri eroi.

Prodotta da Sergio Bonelli Editore insieme a Rai Kids, PowerKids e NexusTV, la serie animata di Dragonero è composta da 26 episodi diretti da Enrico Paolantonio e sceneggiati da Giovanni Masi, Federico Rossi Edrighi e Mauro Uzzeo. Risvegliata dal suo sonno millenario, la Maga Regina Arcana riceve dal malvagio tecnocrate Mekan le nove Lacrime di Drago, straordinari artefatti che permettono di distruggere la mistica rete a protezione dell’Erondár. A impedirglielo ci sono oggi i nuovi Paladini: Ian e Myrva, due giovani fratelli inconsapevoli del loro retaggio, e Gmor, il loro amico Orco. A guidarli, Draiken l’Ultimo Drago. Il destino dell’Erondár è nelle loro mani.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.