CASALROMANO – CAPORALATO E SFRUTTAMENTO DEL LAVORO. DUE ITALIANI IN MANETTE

Questa volta a finire nei guai sono due italiani, P.L. e P.M. 45 e 41 anni, fratelli, titolari dell’azienda agricola “CORTE MASSA” di Casalromano. Ieri pomeriggio, 10 settembre 2019, nelle campagne tra i comuni di Asola e Casalromano, presso un campo coltivato ad ortaggi, dopo mirata attività di osservazione, è scattata l’operazione dei carabinieri delle Stazioni di Guidizzolo, Castel Goffredo e Piubega, in collaborazione con il Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Mantova e la polizia locale di Asola.

Caporalato 2.JPG

Il servizio rientra nell’ambito dei controlli straordinari nel settore agricolo, agroalimentare/forestale e ambientale per il contrasto dei reati in materia di sfruttamento della manodopera clandestina, caporalato, di cui alla specifica Task Force provinciale guidata dal Ten. Colonnello Simone Toni, Comandante della Compagnia Carabinieri di Castiglione delle Stiviere (MN). Continua a leggere

CASTIGLIONE D/ STIVIERE – LABORTORIO TESSILE: 15 OPERAI IN NERO E IRREGOLARI. ARRESTATO IL RESPONSABILE

Ancora un arresto compiuto dai Carabinieri contro la piaga dello sfruttamento di clandestini e del lavoro nero. Nonostante i controlli siano oramai divenuti quasi quotidiani , ancora si registrano abusi e irregolarità, tutti ad opera di imprenditori cinesi. Ieri sera (4 luglio) verso le 23.00 è stato effettuato l’ennesimo blitz dei Carabinieri presso un laboratorio tessile situato a Castiglione delle Stiviere.

laboratorio tessile foto cc

I militari della locale Stazione, insieme ai colleghi delle Stazioni di Guidizzolo, Castel Goffredo, Goito e Asola, in collaborazione con il Nucleo CC Ispettorato del Lavoro, al personale Inail e Inps, e il Comando di Polizia Locale di Castiglione d/Stiviere, coordinati dal comandante della Compagnia di Castiglione, Magg. Simone Toni coadiuvato dal Comandante della locale Stazione, Mar.Magg. Antonio Di Nuzzo e dal Comandante della Stazione di Guidizzolo, Mar.Ca. Luca Regoli, dopo alcuni servizi di osservazione, per capire l’entità dell’attività, hanno fatto irruzione in un laboratorio tessile situato alla periferia di Castiglione d/S, dove hanno trovato al lavoro 15 operai, tutti intensamente impegnati nelle rispettive postazioni di lavoro, le macchine “taglia e cuci”. Continua a leggere

CASTEL GOFFREDO – ALTRI ARRESTI PER CAPORALATO E SFRUTTAMENTO DI  MANODOPERA CLANDESTINA

caporalato-castel-goffredo-2.jpgMartedì 2 luglio 2019, nelle campagne del comune di Castel Goffredo (MN), presso un campo coltivato ad ortaggi, dopo mirata attività di osservazione, è scattata l’operazione dei carabinieri delle Stazioni di Castel Goffredo e Guidizzolo, in collaborazione con il Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Mantova e la polizia locale di Castel Goffredo.

Il servizio è andato ad inquadrarsi nell’ambito dei controlli straordinari nel settore agricolo, agroalimentare/forestale e ambientale per il contrasto dei reati in materia di sfruttamento della manodopera clandestina, caporalato, coordinati dal Maggiore Simone Toni, comandante della compagnia di Castiglione delle Stiviere (MN) ed affiancato dal Mar. Maggiore Vitantonio Salamina, comandante del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro. Continua a leggere

CASTEL GOFFREDO – BANGLADESE ARRESTATO DAI CARABINIERI SUBITO DOPO L’EVASIONE PER SFRUTTAMENTO MANODOPERA CLANDESTINA E CAPORALATO

Nel pomeriggio di lunedì 1° luglio i Carabinieri della Compagnia di Castiglione delle Stiviere hanno arrestato per evasione un 35enne del Bangladesh, residente a Castel Goffredo; che era stato arrestato la scorsa settimana dai Carabinieri del locale Comando Stazione, in quanto ritenuto responsabile del reato di sfruttamento di manodopera clandestina e di caporalato, commessi in qualità di titolare di azienda  agricola, in danno di sei operai dipendenti.

pattuglie carabinieri.jpg

Quindi, l’evasione ed il nuovo arresto.

I Carabinieri lo hanno fermato ad un posto di controllo, mentre, insieme ad altri due connazionali, si stava recando presso la propria azienda. Continua a leggere

CASTEL GOFFREDO – SFRUTTAMENTO LAVORO E CAPORALATO: DUE PERSONE ARRESTATE

caporalato 1.JPGIn Castel Goffredo, i militari della locale Stazione Carabinieri, unitamente al personale del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Mantova e dei Carabinieri della Stazione di Guidizzolo e Polizia Locale Castel Goffredo, nel contesto dell’attività di prevenzione e repressione ambito settore agricolo, agroalimentare/forestale e ambientale del fenomeno dello sfruttamento del lavoro e del caporalato, hanno proceduto agli arresti in flagranza di due persone un 35enne e un 30enne del Bangladesh titolari di un’azienda del posto per i reati di “concorso nel reato di  intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro caporalato.

Continua a leggere

OSTIGLIA – TASK FORCE CONTRO IL LAVORO NERO NEI CAMPI 5 ARRESTI DEI CARABINIERI

Ostiglia, prosegue incessante il lavoro della “Task Force” dei Carabinieri mantovani per debellare il fenomeno del lavoro nero e del caporalato. A finire sotto la lente dei controlli da parte dei Carabinieri, un’azienda agricola che opera nella zona di Ostiglia al confine con il Veneto.

Di buon mattino del 15 giugno, i militari dell’ Arma con gli specialisti del Nucleo Ispettorato del Lavoro, dagli ispettori dell’INPS e dell’INAIL, hanno eseguito un controllo a tappeto negli sterminati campi al confine con il Veneto dove attualmente è fiorente la coltivazione del radicchio rosso e dove un’azienda agricola con sede legale a Legnago, avvalendosi di una cooperativa che gestisce braccianti agricoli (tutti stranieri extracomunitari) con sede legale nel modenese, hanno proceduto al controllo di ben 56 braccianti, provvedendo a controllare la loro posizione retributiva e assicurativa. Continua a leggere

MANTOVA – LASAGNA Confagricoltura: “VIGILEREMO SULL’APPLICAZIONE DELLA LEGGE CAPORALATO”

caporalato.jpgDopo oltre due settimane di blocco, il direttivo di Confagricoltura ha deciso di riaprire le trattative per il rinnovo dei contratti provinciali di lavoro per gli operai agricoli. Lo ha annunciato il presidente nazionale Mario Guidi, al termine della riunione di Roma, durante la quale è stato nuovamente affrontato, come primo ordine del giorno, il disegno di legge sul caporalato, da poco approvato ed entrato dunque ufficialmente in vigore. Continua a leggere