CAPORALATO E SFRUTTAMENTO DELLA MANODOPEARA IN BASSA ROMAGNA. L’INTERVENTO DEL SINDACO FRANCONE

Riccardo Francone

Bassa Romagna, 15 aprileIl sindaco di Bagnara di Romagna Riccardo Francone interviene in merito alla vicenda sullo sfruttamento di manodopera e caporalato che ha coinvolto quattro Province del centro-nord Italia, tra cui Ravenna e, in particolare, il territorio di Bagnara.

Desidero ringraziare le Forze dell’ordine che da mesi stavano portando avanti questa complessa indagine i cui  primi risultati, oggi, ci permettono di far luce sul fenomeno del caporalato che va fermamente condannato, combattuto e punito. Territori come il nostro, ritenuti tranquilli e poco avvezzi ad attività criminose, in realtà possono essere individuati come terreno fertile per chi intende delinquere, proprio perché ritenuti poco attenzionati e poco in vista”.

Ci auguriamo che vengano individuati tutti i responsabili e le persone consapevolmente coinvolte – ha aggiunto il sindaco Francone -, non solo perché su questo specifico caso di becero sfruttamento venga fatta giustizia, ma perché possa essere un contributo alla crescita di una cultura di legalità e di attenzione verso queste problematiche che non riguardano solo terre lontane dalla nostra. Attraverso i nostri Servizi sociali della Bassa Romagna continueremo solidalmente a essere accanto alle vittime di questo sopruso, con interventi di solidarietà alimentare in particolare, come avvenuto dopo i primi contatti con lo Sportello sociale, mostrando che esiste un’Italia onesta e attenta ai diritti di ogni uomo”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.