GARDONE – VITTORIALE: PIERO GAULI “100 DISEGNI ROSSI PER GABRIELE D’ANNUNZIO”. Mostra a cura della Gallerista ARIANNA SARTORI

Arianna Sartori titolare dell’omonima Galleria d’Arte di Mantova ha inaugurato, sabato 19 settembre 2019, presso il Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera la mostra dal titolo “100 DISEGNI ROSSI PER GABRIELE D’ANNUNZIO”. Si tratta di 100 disegni originali eseguiti dell’artista milanese Piero Gauli (1916-2012) facenti parte della collezione privata di Adalberto Sartori.

Il momento del taglo del nastro

Da destra il presidente del Vittoriale Giordano Bruno Guerri e la gallerista Arianna Sartori mentre taglia il nastro con le forbici personali di Gabriele D’Annunzio

L’esposizione, curata da Arianna Sartori e voluta dal presidente del Vittoriale, Giordano Bruno Guerri, in occasione del centenario di Fiume (1919-2019) è allestita a Villa Mirabella, un bellissimo fabbricato all’interno del parco e rimarrà aperta al pubblico fino al 30 marzo 2020. 

Sintesi del testo in Catalogo (in mostra): “… Dopo tanti anni ne volli riscattare il ricordo, lo sentivo doveroso come artista e come uomo, tra l’altro combattente. Ripresi così, dallo scaffale, i suoi libri li scorsi e ripassai rileggendo anche la sua “Voce”, sui dizionari e incominciai a lavorare; nascono così, centotrentasei disegni, alla biro (alcuni ritoccati) illustranti ed interpretanti la biografia, la poesia, la letteratura, le sue tragedie, le sue donne: Eleonora Duse, la Rudinì, Barbarella, la Bàccara e le gesta: Il discorso di Quarto, le missioni aeree su Trento, Trieste, Cattaro; le beffe di Vienna e Buccari, ribadite nella “Pace mutilata” che con rivendicazione guerriera, alla testa di volontari, il cappello alpino in testa, gli fa conquistare Fiume, e la ridarà all’Italia. E ai disegni seguiranno centonove tempere cm. 70×50 che testimonieranno il mio ‘colore’, un olio su tela cm. 100×120 che lo prospettano nel Sacrario del Vittoriale in una “lunghissima lettura” e ancora sottolineerò il suo “Fuoco” con questi cento disegni in “rosso” che mimetizzano il suo ardore…”

GB

 

Leggasi anche l’articolo —  https://mincioedintorni.com/2019/09/19/vittoriale-degli-italiani-piero-gauli-100-disegni-rossi-per-gabriele-dannunzio-mostra-a-cura-della-gallerista-arianna-sartori/

MANTOVA – MUSEO DIOCESANO: Conferenza con AUGUSTO MORARI, curatore della mostra “GIUSEPPE BAZZANI (1690-1769) Disegni Collezioni”

Sabato 21 settembre alle ore 16.00, nella sala conferenze del Museo Diocesano si terrà l’incontro con Augusto Morari, curatore della mostra “Giuseppe Bazzani (1690-1769) Disegni Collezioni” sulla vita e le opere del pittore. È il primo degli appuntamenti di approfondimento dedicati alla figura dell’artista mantovano di cui quest’anno ricorre il 250° della scomparsa.

La mostra, curata dal professor Augusto Morari, inaugurata il 15 settembre 2010 e rimarrà visitabile fino al 6 gennaio 2020, si articola in tre sezioni: La prima ospitata nella “galleria azzurra” al piano nobile del museo diocesano, raccoglie 26 opere del maestro facenti parte della collezione permanente del museo. Le opere provengono in gran parte dalle chiese mantovane e del contado e da apporti derivanti da depositi o lasciti privati. Continua a leggere

MILANO – A 50 anni dalla scomparsa della scultrice Jenny Wiegmann Mucchi, la mostra “GENNI. Una scultrice di respiro europeo nella Milano del ‘900”

Genni 1929.jpeg

Genni 1929

Nel solco del percorso Sentimento e passione civile portato avanti dall’Associazione Le Belle Arti – Progetto Artepassante con il Comitato Artisti e Resistenze dell’ANPI Milano, che ha dedicato due mostre a Bianca Orsi e a Käthe Kollwitz, grandi artiste impegnate direttamente, oltre che artisticamente, contro le sopraffazioni del fascismo e del nazismo, questa terza esposizione approfondisce la vita e l’opera di una grande scultrice, protagonista (tra le due guerre e poi nel dopoguerra) della cultura figurativa milanese e internazionale, e anche protagonista di un impegno democratico e antifascista, avendo militato nella Resistenza come staffetta partigiana.
Continua a leggere

MILANO – GIULIANO VANGI. DALLA MATITA ALLO SCALPELLO: disegni e sculture in mostra alla Bottegantica

Con la mostra personale di Giuliano Vangi, Bottegantica apre un suo nuovo spazio espositivo in quello che fu uno dei luoghi dove si è fatta la storia dell’arte italiana del secondo Novecento. A Milano, in via Manzoni 45, dal 1946 ebbe infatti sede la Galleria del Naviglio, diretta sino al 2001 da Carlo Cardazzo.

Vangi-Giuliano-Donna-e-paesaggio-1982-M.

Giuliano Vangi. Dalla matita allo scalpello”, la mostra curata da Enzo Savoia, Stefano Bosi e Valerio Mazzetti Rossi, resterà aperta al pubblico dal 12 aprile al 12 maggio. Con questa esposizione, Bottegantica prosegue il suo progetto Contemporary / Lab, format con cui intende rendere omaggio alle principali personalità artistiche del nostro tempo. Continua a leggere

MANTOVA – ILARIO MUTTI “Infinite varie inusitate posture”. Sculture e disegni in mostra alla GALLERIA ARIANNA SARTORI

La Galleria Arianna Sartori di Mantova, nella sede di via Ippolito Nievo 10, dall’ 8 al 28 febbraio 2019, presenta la mostra “Infinite varie inusitate posture” sculture e disegni dello scultore bresciano Ilario Mutti.

La mostra, che beneficia dei patrocini di Comune di Mantova, Comune di Rezzato, Comune di Calvisano, si inaugurerà Venerdì 8 febbraio alle ore 17 alla presenza dell’artista. La personale gode della collaborazione di “Banca Popolare di Sondrio”, di “IBO Industria Bresciana Ossigeno s.r.l. gas tecnici compressi liquefatti” e di “Impresa edile artigiana Apostoli Simone”. Continua a leggere

MANTOVA – “FORMA E PENSIERO”: 140 OPERE GRAFICHE dello STUDIO ATRABILIS alla GALLERIA ARIANNA SARTORI

Inaugurazione alla presenza degli artisti

 Sabato 31 marzo, ore 17.00

“Ogni dì non manchi di disegnare qualche cosa” raccomanda all’artista, perché il disegno è “El fondamento dell’arte” (Cennino Cennini)

Dal 31 marzo al 19 aprile 2018 la Galleria Arianna Sartori di Mantova nella sede di Via Cappello 17, ospiterà la mostra “Forma e Pensiero” degli artisti dello studio Atrabilis di Torino presenti con 140 opere grafiche in formato 20×20 realizzate da Carlo Barbero, Laura Beltramino, Marta Busolli, Pinuccia Cravero, Silvana Lavagna, Agnese Origlia, Giorgio Ottonello, Caterina Pallotta, Sandra Perona, Anna Pertichetti, Francesco Picciolini, Manuela Sandrone. Continua a leggere

MANTOVA – DONNE MERAVIGLIOSE: COLLETTIVA TUTTA AL FEMMINILE ALL’ATELIER DES ARTS

ATELIER des ARTS Mantova via della Mainolda 19 , GIOVEDÌ 8  MARZO alle 17.00, inaugura una collettiva d’arte contemporanea tutta al femminile dal titolo “DONNE MERAVIGLIOSE”.

atelier.jpg

In esposizione si potranno ammirare le opere di tredici artiste : Antea Pirondini, Bianca Bertazzoni, Brunella Crivellato, Cecilia Mazzocchi, Clara Tancredi Giovannini, Claudia Vivian, Desy Bronzati, Gabriella Fastosi, Giuseppina Taddei, Lucia Gaudio, Maria Cavicchini, Marisa Macaluso, Odoarda Cazzaniga Donesmondi. Continua a leggere

FERRARA – MARCELLO CARRÀ, “ACCELERAZIONI DELLO SPIRITO” alla MLB home gallery

L’artista Marcello Carrà è stato invitato dalla galleria MLB Maria Livia Brunelli  Corso Ercole d’Este 3, Ferrara a ideare un nuovo ciclo di opere completamente inedito, tutti disegni realizzati con grande maestria tramite l’uso esclusivo della penna Bic, ispirati all’esposizione “Stati d’animo. Arte e Psiche tra Previati e Boccioni” a Palazzo dei Diamanti.

Carrà.JPG

L’indagine di Marcello Carrà è partita dalla lettura di alcuni scritti degli artisti in mostra a Palazzo dei Diamanti, per arrivare a una personale riflessione sui concetti di dinamismo e staticità nell’arte, di futurismo e passatismo, attualizzati con espliciti riferimenti alla contemporaneità. Continua a leggere

CANALETTO A VENEZIA – IL FILM EVENTO DELL’ARTISTA CHE PIÙ DI OGNI ALTRO HA SAPUTO RACCONTARE LA BELLEZZA IMMORTALE DI VENEZIA  

Giovanni Antonio Canal, universalmente conosciuto come Canaletto, nacque nell’ottobre del 1697 a Venezia, la città di cui dipinse infinite vedute per le quali divenne noto già dal Settecento. La precisione delle architetture e della prospettiva che spicca nelle sue opere deriva dalla formazione che, sin da giovanissimo, l’artista acquisì presso la bottega del padre Bernardo, specializzato nella produzione di scenografie per allestimenti teatrali veneziani. Ma Canaletto (1697-1768) fu molto più che un eccellente vedutista, com’è possibile comprendere studiando i suoi lavori e confrontandoli con le vedute reali.

Continua a leggere

MANTOVA – “LE MIE STRADE” DELL’ARTISTA MASSIMILIANO GALLIANI ALLA CASA DI RIGOLETTO

massimiliano galliani.jpg

Si inaugurata sabato 2 settembre alla Casa di Rigoletto e alla Rotonda di San Lorenzo a Mantova la mostra personale di Massimiliano Galliani Le mie strade a cura di Francesca Baboni, Carlo Micheli (responsabile ufficio mostre comune di Mantova) e Stefano Taddei. L’esposizione, realizzata dal comune di Mantova, offre nella Casa di Rigoletto una carrellata della produzione completa dell’artista, che segue strade diversificate ed eterogenee, dalla serie a grafite dei disegni E matita, che presenta disegni Continua a leggere