Ultimi giorni di apertura della mostra a Palazzo Te “LE PARETI DELLE MERAVIGLIE. CORAMI DI CORTE TRA I GONZAGA E L’EUROPA”

MANTOVA – Ultimi giorni di apertura della mostra a Palazzo Te “Le pareti delle meraviglie. Corami di corte tra i Gonzaga e l’Europa”: fino a domenica 26 giugno sarà possibile visitare l’esposizione curata da Augusto Morari, che indaga e riscopre l’eccezionalità dei preziosi apparati decorativi in cuoio che nel Rinascimento adornavano gli ambienti dei palazzi delle più importanti corti europee.

A partire dall’eccezionale ritrovamento di un inedito corame cinquecentesco ricondotto dal curatore alla proprietà Gonzaga – accertata e confermata dal recupero sotto la vecchia foderatura dei timbri dell’arma Gonzaga -, la mostra si sviluppa in sette sezioni ripercorrendo la fortuna e l’affascinante storia di questi oggetti di altissima finezza tecnica ed estetica, e la loro diffusione dal secondo Quattrocento alla metà del Seicento.

L’esposizione ha inaugurato la stagione espositiva 2022 di Fondazione Palazzo Te “Mantova: l’Arte di vivere” dedicata allo “stile di vita” della corte rinascimentale dei Gonzaga.

“Mancano pochi giorni e poi Palazzo Te si congeda dalle sue pareti delle meraviglie – ricorda il Direttore Baia Curioni –. La mostra dossier, unica in Italia, curata con passione da Augusto Morari, ha mantenuto in questi mesi le sue promesse nei commenti degli studiosi e nel successo di pubblico. Ci auguriamo che in molti sfruttino questi ultimi giorni per vederla e rivederla”.

Accanto alla ricca selezione di oltre venticinque corami e manufatti in cuoio, alcuni dei quali presentati al pubblico per la prima volta, nelle sale di Palazzo Te sono esposti raffinati tessuti del XIV-XV secolo con motivi orientali che testimoniano il diffondersi del gusto per l’esotico e della moda di nuove tipologie decorative, caratterizzate da disegni fantasiosi ispirati alla natura; dipinti e disegni ispirati alla sfavillante tendenza delle infiorescenze che nel corso del Seicento influenza fortemente le produzioni artistiche; lettere e documenti d’archivio a testimonianza delle innumerevoli richieste e degli acquisti sfrenati della corte Gonzaga.

Grazie alla collaborazione con Factum Foundation, è inoltre esposta nella Camera dei Venti la rielaborazione in 3D del Corame con vasi di fiori del Musée des arts decoratifs di Parigi: digitalizzato in altissima risoluzione usando il Lucida 3D Scanner (ideato e progettato da Manuel Franquelo e Factum Arte) e fotografia composita, il corame è stato ricreato a grandezza naturale, adattandolo agli spazi, in una copia che mira a restituire la delicatezza della sua superficie.

La mostra “Le pareti delle meraviglie. Corami di corte tra i Gonzaga e l’Europa” è promossa dal Comune di Mantova, prodotta e organizzata da Palazzo Te, con il contributo di Fondazione Banca Agricola Mantovana, Claipa e PIC, e con il supporto tecnico di Glas Italia e Pilkington – NSG Group, in collaborazione con Factum Foundation, con il supporto di Amici di Palazzo Te e dei Musei Mantovani e in sinergia con Mantova città d’arte e di cultura. Anche quest’anno il progetto espositivo è stato affidato a Lissoni Associati, mentre il progetto grafico è sviluppato da Lissoni Graphx. Catalogo Publi Paolini.

www.fondazionepalazzote.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.