MALTEMPO. PANARO e SECCHIA: l’assessore PRIOLO in Assemblea legislativa: “Commissione tecnica speciale per accertare rapidamente le cause e mettere in sicurezza il nodo modenese”

Oggi in Aula la relazione dell’assessore sugli eventi alluvionali nel modenese di domenica scorsa. 170 i milioni già investiti dalla Regione in sei anni per Secchia, Panaro e Naviglio che hanno permesso di evitare lo scenario peggiore. Scheda allegata su quanto accaduto, gestione dell’emergenza e risorse messe in campo

BOLOGNA – Piogge che non si erano mai viste da 100 anni a questa parte, rinforzate dallo scioglimento repentino della neve caduta in Appennino per circa 40 centimetri dovuta a un improvviso innalzamento della temperatura. È la situazione che domenica 6 dicembre ha contribuito a produrre, con la rotta arginale, l’esondazione del Panaro e la piena del Secchia nel modenese.

Continua a leggere

MODENA-SIGILLATA LA FALLA DEL PANARO CHE RIMANE SORVEGLIATO SPECIALE ASSIEME AL SECCHIA

Oltre 350 volontari tra squadre delle colonne mobili di Emilia-Romagna, Piemonte, Lombardia e Veneto già al lavoro per pulizia e ripristino strade e case a Nonantola e Castelfranco Emilia e volontari impegnati nella sorveglianza

Operatori e volontari di Protezione civile al lavoro con famiglie e imprese a Nonantola

MODENA – Dopo la chiusura ieri mattina della falla di 70 metri lineari sull’argine del Panaro, esondato domenica 6 dicembre a monte dell’abitato di Nonantola (Mo), ieri sera si è conclusa, in tempi record, anche l’opera di sigillatura. Il fiume, insieme al Secchia, resta ovviamente sorvegliato speciale. Sulla base delle previsioni meteo, sono attese oggi sul territorio altre precipitazioni, ma il colmo della piena è oramai passato ed a mezzanotte passeremo da Allerta Arancione ad allerta gialla.

Continua a leggere

ESONDAZIONE PARANO E PIENA DEL SECCHIA, ASSESSORE PRIOLO: Situazione sotto controllo, pur nelle difficoltà generate da una piena storica

Oltre mille utenze elettriche rialimentate a Nonantola e tutte funzionanti quelli di Castelfranco Emilia. Al momento restano circa 300 i cittadini evacuati, di cui 30 in albergo, gli altri in autonoma sistemazione. In arrivo dal Piemonte squadre con 36 volontari specializzati nell’utilizzo di motopompe per aiutare nei lavori di pulizia e ripristino. Si affiancheranno ai volontari dell’Emilia-Romagna e, da domani, a squadre dalla Lombardia e del Veneto, oltre mille utenze elettriche rialimentate a Nonantola e tutte funzionanti quelli di Castelfranco nell’Emilia. Riaperti la Via Emilia e i ponti Bacchello e San Martino sul Secchia

BOLOGNA – Dopo la chiusura della falla di 70 metri dell’argine del Panaro, questa mattina alle 8,30, a 24 ore dall’esondazione a monte dell’abitato di Nonantola, procede nel modenese il lavoro di ripristino e pulizia per garantire la riapertura di ponti e strade e un ritorno progressivo alla normalità.

Continua a leggere

ESONDAZIONE DEL PANARO: AL LAVORO NELLA NOTTE 4 SQUADRE AIPO, 150 CAMION E 4.500 TONNELLATE DI MATERIALI IMPIEGATI. CONTINUA LA SORVEGLIANZA SUL FIUME SECCHIA

Priolo: “Cantiere moto complesso organizzato in tempi record e in difficili condizioni meteo, ora si lavora alla sigillatura dell’argine”

La rotta sul Panaro è chiusa. In 24 ore dall’esondazione del fiume che ieri mattina aveva travolto l’argine a monte dell’abitato di Nonantola, alle ore 8.30 quattro squadre coordinate dai tecnici Aipo hanno chiuso una falla di 70 metri lineari e messo così in sicurezza la cittadina del modenese. In tutto 21 persone, organizzate appunto in 4 squadre, hanno lavorato tutta notte sull’argine: 150 i camion impiegati che hanno trasportato 4.500 tonnellate di materiali.

Continua a leggere

MALTEMPO PROVINCIA MANTOVANA: PREOCCUPAZIONE PER LA PIENA DEL FIUME SECCHIA

fiume secchia in pienaAl momento, l’unico corso d’acqua nel mantovano a destare qualche preoccupazione è il Secchia: si è in una situazione per la quale il livello del fiume richiede l’attivazione della cosiddetta fase di preallarme.

La prefettura ha convocato il Centro di Coordinamento soccorsi. La Provincia in  questo caso tiene contatti con Regione, AIPo, Prefettura e Comuni e se necessario attiva il volontariato aggiuntivo nei Comuni interessati dalla piena: nello specifico Moglia, Quistello e San Benedetto. Continua a leggere

PIENA DEL SECCHIA: ALLERTATA LA COLONNA MOBILE DI PROTEZIONE CIVILE MANTOVANA

foto_beniamino_morselliSono due le colonne mobili provinciali di Protezione Civile allertate da ieri pomeriggio dal presidente della Provincia di Mantova Beniamino Morselli per la piena del fiume Secchia. Secondo le previsioni la quota massima dovrebbe essere raggiunta questa sera, 29 maggio, attorno alle 22.30 a Porto Alto in provincia di Modena: nel mantovano l’ondata non dovrebbe però provocare particolari danni ed emergenze essendo il Po ancora basso.

fiume secchia in piena

Quella del Secchia però è ormai considerata un’emergenza nazionale: a coordinare le diverse squadre pronte a intervenire in caso di bisogno è la Regione Emilia Romagna. Il quartiere generale dei soccorritori è stato fissato all’autodromo di Modena in località Marzaglia. Alle 18.00 di ieri pomeriggio (28/5) la prima colonna mobile della protezione civile mantovana era sul posto con 20 volontari e due funzionari di Provincia e associazioni di volontariato di protezione civile virgiliane.

Alle 8.00 di questa mattina (29/5) è subentrata alla prima la seconda Colonna mobile che a sua volta sarà sostituita dalla terza nel tardo pomeriggio di oggi.

Il presidente Morselli ha convocato una riunione operativa in Prefettura e costantemente segue l’evoluzione della situazione dopo aver accolto la richiesta della Regione di attivare la Colonna Mobile mantovana.