POZZOLO S/ MINCIO – VASETTO IN VETRO È LA NUOVA VESTE PER IL LUCCIO IN SALSA

Un vasetto di vetro contenente due porzioni di luccio in salsa alla pozzolese; parte da questa novità il nuovo progetto di promozione del territorio marmirolese. Attraverso la De.Co abbinata al piatto tipico del borgo rivierasco di Pozzolo sul Mincio si svilupperà una serie di iniziative che punteranno a stimolare la conoscenza della ricetta ed anche questa porzione del mantovano.

Dopo un attento lavoro compiuto in questi anni da parte dei promotori del progetto, in primis la Pro Loco di Marmirolo e alcune associazioni di volontariato pozzolesi come l’Avis, “La luna nel pozzo” e la Polisportiva, che ha portato questo piatto tipico locale ad ottenere la Denominazione Comunale, progetto ovviamente sostenuto e condiviso sin dai suoi primi passi dal Comune, è giunto il momento per un ulteriore salto di qualità. Continua a leggere

MANTOVA, BORGOCHIESANUOVA- SABATO 30 MARZO AL MERCATO CONTADINO DEGUSTAZIONI DI PARMIGIANO REGGIANO

degustazione parmigiano (2) copia.jpgDue degustazioni guidate di Parmigiano Reggiano, quattro caseifici, diverse stagionature: è questo il programma di sabato 30 marzo al mercato contadino di Borgochiesanuova che vuole anticipare la giornata dei Caseifici Aperti prevista per i prossimi 13 e 14 aprile. Durante lo svolgimento del mercato nella cucina consortile si svolgeranno le due degustazioni guidate che coinvolgeranno anche i produttori partecipanti.

Si parte alle 9.15 con la degustazione orizzontale di Parmigiano Reggiano: protagonisti 4 caseifici (due dei quali presenti al mercato) che proporranno il loro formaggio con la stessa stagionatura, vale a dire 24 mesi.  La degustazione, tenuta da Jessica Gatti del Consorzio Agrituristico Mantovano, sarà visiva, olfattiva e gustativa e punta a far scoprire e riconoscere le proprietà organolettiche inequivocabili del Parmigiano Reggiano. Continua a leggere

MANTOVA – MERCATO DI CAMPAGNA AMICA: IL RISO È STATO IL GRANDE PROTAGONISTA SUL LUNGORIO

riso 2

Boom di presenza al mercato sul Lungorio per la Festa di Primavera, che Campagna Amica e Coldiretti Mantova hanno dedicato al riso, con un piatto simbolo della tradizione mantovana: il riso alla pilota, cucinato dall’Agrichef Claudio Ligabue dell’agriturismo La Rasdora di Porto Mantovano con gli ingredienti forniti dalle aziende agricole presenti al mercato.

I numerosi presenti hanno potuto anche ascoltare i racconti dedicati al riso nel contesto della sua tradizione storica e sociale ad opera dell’Accademia Gonzaghesca degli Scalchi. Continua a leggere

CONFRAGRICOLTURA MANTOVA – LA CILIEGIA DI CERESARA DIVENTERÀ De.C.O

Ebbene sì, la ciliegia di Ceresara presto entrerà nel “regno” dei prodotti delle De.C.O. comunali, raggiungendo così due ricette tipiche del territorio come il tortello di ciliegia e la “Dolceresa”, dolce sempre a base del frutto tipico del comune dell’Alto mantovano.

L’idea è partita da una decina di produttori frutticoli, tra i quali diversi associati di Confagricoltura Mantova, decisi a far ottenere al prodotto tipico delle loro terre un giusto riconoscimento: «L’iter burocratico – spiega Stefano Ruffoni, produttore agricolo associato a Confagricoltura Mantova – prevede uno studio agronomico del territorio, uno studio gastronomico e uno storico, per ricostruire la tradizione di un prodotto che risale al 1500».

 

EDOARDO RASPELLI: DOMENICA 24 FEBBRAIO, FINISCE CON TRE MESI DI ANTICIPO LA CONDUZIONE DI MELAVERDE

A BRANZI IN VAL BREMBANA (BERGAMO) TRA PANI ARTIGIANALI FORMAGGI DI MONTAGNA E FOTO D’AUTORE

RASPELLI Val Brembana Gente di Valle 2.jpeg

Domenica 24 febbraio sarà l’ultima della stagione 2018/2019 (edizione 21) di Melaverde su Canale 5 per Edoardo Raspelli, il giornalista e “cronista della gastronomia” che da dieci anni è al fianco di Ellen Hidding nella trasmissione creata da Giacomo Tiraboschi il 20 settembre del 1998.

Questa nuova puntata e prima visione è la numero 614, dove Edoardo Raspelli a Melaverde vi racconterà tre storie di uomini che hanno deciso di mettere tutta la loro passione, la forza tipica delle persone di montagna e il talento di cui la sorte li ha dotati, nella voglia di rendere vivo il proprio territorio. Continua a leggere

EDOARDO RASPELLI TESTIMONIAL A TORTONA “SALVIAMO IL MONTÉBORE ADOTTIAMO UNA PECORA”

Bonacina Raspelli Montèbore 2È uno dei più piccoli formaggi del mondo; una ghiottoneria la cui forma originale sembra sia stata creata addirittura da Leonardo da Vinci. Ma l’eroismo non basta per far continuare la vita di questo formaggio plurisecolare ed allora ecco l’idea, l’invito: “Salviamo il Montèbore: adottiamo una pecora“. L’iniziativa è di Monica Cusmano e del marito Marco Dell’Era che mandano avanti la condotta Slow Food di Tortona che conta anche sull’amichevole adesione di Edoardo Raspelli. 

Grattone Cusmano Raspelli MontèboreIl giornalista e “cronista della gastronomia”, affiancato dalla show girl (con laurea in psicologia) Paola Bonacina condurrà l’evento di presentazione che si svolgerà a Tortona (Alessandria) al ristorante Anna Ghisolfi  (via Giulia 16) dalle 18.00 di lunedì 4 marzo. Continua a leggere

MELAVERDE: RASPELLI DOMENICA 10 FEBBRAIO sarà tra TARTUFI TOSCANI e FORMAGGI nel BIELLESE ed in VALLE D’AOSTA

Per le Storie di Melaverde su Canale 5, domenica 10 febbraio alle ore 11.20, Edoardo Raspelli ci porta di nuovo in Toscana per parlare di tartufi. In Italia si possono raccogliere, anzi “cacciare” come dicono i cavatori esperti, nove tipi diversi di tartufo; e ben sette varietà si trovano nei boschi, o meglio, nelle alberete tartufigene che circondano Pisa. Naturalmente il “bianco” è il più pregiato, ma tutti i tartufi hanno il loro valore.

RASPELLI Storie di Melaverde Oro degli Dei.jpeg

RASPELLI Storie di Melaverde Oro degli Dei

La cosa più importante è sapere come utilizzarli, perché non tutti i tartufi sono uguali e quindi non tutti devono essere utilizzati nella stessa maniera. Puntata ricchissima di storia, curiosità informazioni utili sul mondo del tartufo. Continua a leggere

MANTOVA – FESTA DI SANT’ANTONIO ABATE: CULTURA E TRADIZIONE. TANTE INIZIATIVE ORGANIZZATE DAL CONS. AGRITURISTICO MANTOVANO

SANT'ANTONIO ABATE STATUA LIGNEA.jpgIl 17 gennaio il mondo contadino celebra Sant’Antonio, e l’agriturismo mantovano, con i mercati contadini della nostra provincia, si prepara a festeggiare. Il Santo Abate fu scelto dagli abitanti delle campagne quale protettore delle loro bestie e fu allora che accanto alla figura del santo comparve il porcellino rosa, simbolo di salute e di prosperità. Presente in ogni stalla nell’atto di benedire il bestiame, la sua immagine proteggeva il benessere degli animali della corte.

Nella giornata dedicata a Sant’Antonio, durante la S. Messa, il parroco impartisce la benedizione del sale che ogni persona porta in chiesa. Il sale, segno spesso di “saggezza” una volta benedetto veniva consumato come prevenzione per le malattie. Sant’Antonio è una figura molto significativa per la cultura e la religiosità contadina e ancora oggi, è parte integrante dell’immaginario collettivo. Per questo motivo, anche quest’anno viene celebrata attraverso numerose iniziative promosse dal Consorzio agrituristico mantovano. Continua a leggere

MELAVERDE – Prima Visione: EDOARDO RASPELLI PRESENTA IL RADICCHIO DI VERONA IGP

Eccellenze di Montagna.JPGEDOARDO RASPELLI domenica 13 gennaio torna su Canale 5 alle 11.00 con LE STORIE DI MELAVERDE : eccellenze di montagna (da Malonno di Brescia); mentre alle 11.50 riprendono le nuove puntate di Melaverde 21° anno, n.608: il Radicchio di Verona ad Indicazione Geografica Protetta.

Il giornalista e “cronista della gastronomia”, è al fianco di Ellen Hidding nel condurre la trasmissione creata da Giacomo Tiraboschi il 20 settembre del 1998. Continua a leggere

SAN BENEDETTO PO – LA BEFANA VIEN… IN PIAZZA E PORTA CECI, PANINO CON COTECHINO E VIN BRULÈ

Arci I Maggio con il patrocinio e la collaborazione del Comune di San Benedetto Po, Domenica 6 gennaio organizza LA BEFANA VIEN… IN PIAZZA!  In piazza Matilde di Canossa, si comincia alle 17.00 con ceci, panino con cotechino, trippa e vin brulè e alle 18.00 si brucia la Vecchia.

befana a san benedetto po

La Befana Madre Natura detta nel mantovano anche la Vecchia o la Stria, appare nella dodicesima notte di Natale, alla fine del passaggio tra il vecchio e il nuovo anno. È un’immagine di Madre Natura che, arrivata alla fine dell’anno invecchiata e rinsecchita, prende le sembianze di befana da segare e bruciare, ma prima di morire, offre una manciata di regalini e dolciumi che altro non sono che i pochi semi che le sono rimasti, grazie ai quali, riapparirà nel nuovo anno nelle vesti di una giovane Natura. Continua a leggere