29-30-31 GENNAIO: I GIORNI DELLA MERLA E LA SUA LEGGENDA

Con il 29 gennaio cominciano i tre giorni della merla considerati i più rigidi dell’anno; tanto che una volta nei paesi del Lodigiano i ragazzi si riunivano in questo periodo per scacciare il freddo cantando. A un certo punto della festa le ragazze correvano a barricarsi al caldo. Per poter entrare nel loro rifugio i giovani dovevano cantare la cosiddetta madonà, una serie di strofe in onore della merla. Soltanto quando le ragazze erano soddisfatte, lasciavano entrare i loro compagni. Per questo motivo ancora oggi nel Lodigiano cantare la madonà, significa fare una lunga anticamera.

i giorni della merla 1

Sebastiano Pauli, in un suo trattato intitolato Modi di dire toscani ricercati nella loro origine e pubblicato nel 1740, sosteneva due ipotesi di spiegazione: «”I giorni della Merla” in significazione di giorni freddissimi. L’origine del quel dettato dicon esser questo: dovendosi far passare oltre Po un Cannone di prima portata, nomato la Merla, s’aspettò l’occasione di questi giorni: ne’ quali, essendo il Fiume tutto gelato, poté quella macchina esser tratta sopra di quello, che sostenendola diè il comodo di farla giugnere all’altra riva. Altri altrimenti contano: esservi stato, cioè un tempo fa, una Nobile Signora di Caravaggio, nominata de Merli, la quale dovendo traghettare il Po per andare a Marito, non lo poté fare se non in questi giorni, ne’ quali passò sovra il fiume gelato

Continua a leggere

GAZOLDO D/IPPOLITI – POSTUMIA NEI GIORNI DELLA MERLA: CULTURA e TRADIZIONE

_i_giorni_della_merla.jpg

POSTUMIA NEI GIORNI DELLA MERLA. L’associazione molto legata alla divulgazione delle tradizioni culturali e popolari del territorio DOMENICA 29 GENNAIO alle 16.30 nella propria sede di Piazzetta Postumia 2 (entrata libera e gratuita), ospiterà Valeria Bozzoli che presenterà la sua opera prima “C’E’ ARIA DI NEVE” e l’associazione culturale IL VASO DI PANDORA di Castellucchio. Continua a leggere