BRENO – PITTURA.IN.MOVIMENTO al MAGGIO BRENESE

di G.Baratti

maggioBreneseManifesto2015 copiaARTE, COLORI, SAPORI E MOTORI – Anche quest’anno Breno (Bs) è tornata protagonista della media Val Camonica con gli appuntamenti del “Maggio Brenese”, manifestazione che ogni anno si rinnova pur restando fedele alle apprezzate e consolidate tradizioni, sono questi gl’ingredienti che qualificano il ricco calendario di iniziative partite il 9 maggio e fino al 6 giugno animeranno le ville, i cortili, le chiese e le piazze della cittadina camuna.

ARTE: PITTURA.IN.MOVIMENTO. L’artista Linda Brindisi torna quest’anno il 30 maggio dalle 18 alle 21 con una striscia lunga 20 metri, il tema sarà “Food”. Si posizionerà sotto il portico in Piazza S. Antonio (anche in caso di pioggia) dove farà dipingere tutti i bambini, ma non solo, anche coloro che vorranno cimentarsi nell’assalto di colore saranno i benvenuti della serata.

In funzione del tema scelto, ovvero il cibo, “gli artisti” che lasceranno la loro firma su questa lunga striscia, daranno fiato alla loro fantasia artistica collegandola a tutti gli elementi che si possono ricondurre all’argomento in questione.

CLASSICA: AUTO E MOTO DEL PASSATO. Anche le vetture d’epoca contribuiranno a creare un’atmosfera suggestiva con le sfilate e l’esposizione di auto e moto d’epoca nei negozi, nei cortili delle ville del paese e quest’anno la casa automobilistica scelta è la Lancia.

PREMIO D’ARTE CITTA’ DI BRENO. I motori incontreranno l’arte in una sezione speciale dell’estemporanea di pittura che si svolgerà nelle piazze del paese mentre, come tradizione, il binomio “Maggio Brenese-Premio d’arte città di Breno”, nato dalla passione del pittore Carlo Alberto Gobbetti, si realizzerà nella chiesa di Sant’Antonio con l’esposizione di numerose opere. Premiazione del concorso fissato per martedì 2 giugno alle 15:30.

ricetta_spiedo_500

SAPORI. Per vivere il paese, anche nei cortili e angoli più caratteristici, gli “Amici dello Spiedo” e numerosi volontari, sabato 29 Maggio offriranno la possibilità di degustare lo spiedo camuno. Breno mette in mostra se stessa, la sua storia, il “bello” talvolta nascosto in angoli del paese sconosciuti, con l’obiettivo di farsi scoprire o riscoprire dai cittadini e conoscere ed apprezzare dai visitatori; con questo evento la cittadina della Val Cominica, ritrova l’identità di un luogo dove si incontrano cultura e socialità.

castel7

Cosa visitare tra un evento e l’altro

Il Castello di Breno. Il simbolo della  cittadina non è solo un luogo suggestivo, ma un monumento ricco di storia. Al suo interno è presente il “Centro d’Informazione e Divulgazione Archeologi­ca”, una sezione staccata del Museo Camu­no, che presenta un’esposizione di materiale informativo e divulgativo archeologico e am­bientale.

Il Santuario di Minerva. Il complesso santuariale di Spinera di Breno è indubbiamente uno dei siti archeologici più suggestivi e importanti della Valcamonica; offre al visitatore la possibilità di approfon­dire il complesso e affascinante tema della religiosità romana in relazione alle forme di culto indigene. Elemento di spicco è la statua di culto raffigurante la dea Athena/Minerva.

Il Museo Camuno. Collocato all’interno del palazzo della cultura il Museo accoglie opere d’arte, dipinti, stem­mi, arredi e utensili che dall’Età Preistorica giungono fino alla prima metà del Novecento.

Il Museo propone attività didattiche e per­corsi di visita guidata, sia per studenti sia per adulti.

Il Museo d’auto e moto d’epoca. Allestito e curato da “Nostalgia Club”, asso­ciazione che nasce nel 1992 con lo scopo di promuovere la conoscenza ed il restauro di auto e moto d’epoca. L’Esposizione si trova in Via Tassara 11 a Breno.

Annunci

Rispondi