CUSAGO – La street artist Linda Brindisi torna con due nuove performance

di Mendes Biondo

La street artist Linda Brindisi torna a far parlare di sé grazie a due performance che trovano la loro location all’interno del Castello di Cusago in provincia di Milano.

castello 1

Il chiostro del palazzo visconteo si vedrà ricoperto da strisce di carta lunghe diversi metri e dipinte da 200 tra bambini e ragazzi provenienti dall’Oratorio di Cesano Boscone. Questi ultimi avranno l’opportunità di mettersi alla prova con il tema dell’alimentazione dando vita, grazie ai colori dell’artista e di PitturaInMovimento, a delle creazioni estemporanee. L’azione avrà luogo il 30 giugno dalle ore 14.00 alle 16.00.

Il giorno seguente, invece, si avrà un passaggio di testimone ad una quarantina di ragazzi di Cesano a quelli dell’Oratorio di Cusago che dalle 10.00 alle 12.00 saranno guidati in una performance dall’artista sul tema “Facciamo una festa” che trae la propria ispirazione da un passo del Vangelo. La striscia da dipingere, in questo caso, sarà di diversi metri di lunghezza e solo uno di larghezza.

Vanto per Linda Brindisi e per il progetto PitturaInMovimento è la scelta dei materiali, tutti di origine ecologica e naturale, che va dai colori ai pennelli per finire con un’accurata scelta delle carte impiegate. Per i ragazzi dei due oratori sarà, pertanto, una piacevole occasione per fare arte senza doversi preoccupare della tossicità dei materiali.

Ad abbracciare la scelta in ambito ecologico non è soltanto l’artista ma anche la società Nateo Ruins che dal settembre 2013 detiene il comodato d’uso del Castello di Cusago e che da quella data si propone di ispirare le persone a prendersi cura dell’ambiente storico italiano abbandonato e di riviverlo in sintonia con la natura.

Per questo motivo Nateo Ruins ha sviluppato un progetto dedicato al Castello di Cusago, TACC: iniziative dedicate sia alle scuole, attraverso visite guidate e laboratori, rivolte ai privati, attraverso eventi per adulti e bambini, location per servizi fotografici e matrimoniali.  Tutte le iniziative già organizzate nell’ultimo anno e quelle a venire, sono pensate e fortemente volute per eco-riattivare il nostro amato rudere e renderlo nuovamente visitabile. Il principio guida delle nostre attività si può definire con la parola “ eco – riattivazione “. All’interno del Castello tutti i materiali adoperati e introdotti sono stati costruiti utilizzando materiali di recupero come pallets, travi, assi, pannelli in legno, corda, etc… In questo modo abbiamo ottenuto una soluzione in armonia con l’ambiente circostante.

L’artista, attiva nell’ambito dell’arte contemporanea italiana nonché nipote del pittore Remo Brindisi, è già stata protagonista con i suoi lavori in numerosi spazi museali in Italia e all’estero, in eventi culturali e rassegne pubbliche, in scuole e teatri di tutta Italia. Da poco uscita da una fortunata esperienza che l’ha vista impegnata in Emilia Romagna e nella provincia di Brescia dove ha fatto dipingere tanto un pubblico di passanti quanto un gruppo di studenti con i quali aveva preparato un percorso assieme alla scuola. Il suo progetto PITTURA.IN.MOVIMENTO ha ricevuto il riconoscimento di brevetto.

Annunci

Rispondi