SAN BENEDETTO PO – VERSO IL GIARDINO di ZARA FINZI alla ZANINI ARTE

  sala-conferenze-piccola

INGRESSO LIBERO

di G.Baratti

Domenica 25 ottobre alle 18 presso la Galleria d’arte antica e contemporanea Zanini Arte di San Benedetto Po, Via Virgilio 7, per la rassegna “Caffè Letterario”, patrocinata dal Comune locale, la poetessa e scrittrice Zara Finzi presenta la sua ultima opera VERSO IL GIARDINO (Cfr Edizioni – Collana Il Novelliere). «M’ispiro al mio stesso libro che s’è aperto in me» (Jacob Böhme, Epistole teosofiche XII, 14).

Dopo e insieme alla poesia, Zara Finzi, si confronta con la prosa del romanzo, ovvero del “microracconto” in «Verso il giardino».

A dialogare con l’autrice Sergio Rotino e Daniela Cavicchini.

ZaraFinziZara Finzi, mantovana, allieva di Luciano Anceschi, vive a Bologna dove ha insegnato Lettere negli Istituti superiori. Fa parte del «Gruppo 98» di poesia. Fra i libri di versi, insieme a «Gemente seflente» (2001) con introduzione di Ezio Raimondi, «Il trimestre mancante» (2005), «La porta della notte» (2008), «Pulcinoelefante» (2005, 2006), piace ricordare soprattutto «Compensazioni» (2011) e «Per gentile concessione» (2012).

finzi_verso_il_giardino
Pian piano si delinea davanti a noi il singolare e personalissimo affresco di un’Italia che spazia dagli anni Quaranta ai giorni nostri, con tocco lieve, ironico e a volte drammatico, ma con un’identica misura di leggerezza che è consapevolezza di sé e amara ironia. Alla capacità di sintesi e di procedere per rapidi flash e prose poetiche Zara Finzi ci ha abituato fin dal suo libro precedente, la raccolta di poesie Per gentile concessione, che è focalizzato sugli anni dell’infanzia e sulla memoria della Shoah, che ha lasciato un marchio indelebile nel destino familiare dell’autrice. Lì sia il rapporto con la madre, sia l’esperienza familiare della guerra apparivano particolarmente dolorosi a causa delle origini ebraiche della famiglia Finzi. Fin dal titolo Verso il giardino allude a un ritorno all’infanzia come giardino dell’Eden, nella circolarità di affetti che prendono forma nella bonomia di presenze vive e fantasmatiche, evocate a partire dalla magica città delle origini, Mantova, e presenti nelle successive città attraversate, Milano, Monfalcone, Sorrento, fino al ritorno alla città d’elezione, la Bologna dalle rosse torri e altane, dai cortili e giardini segreti, come quello che conterrà lo scrigno dei giorni futuri”.

Tutte le conferenze della rassegna Caffè Letterario si terranno all’interno degli spazi allestitivi della galleria Zanini, con un susseguirsi di mostre d’arte antica e contemporanea diverse ogni mese.

Si ricorda che fino al 25 ottobre in Galleria è in corso la mostra fotografica  “EMOZIONI”  di Luciano Tamassia. 

Per info.: www.zaniniarte.com – mail: zaninicontemporary@gmail.com

Cell. 360952089 – 335.6716531 Facebook Art Gallery Zanini Arte

L’ingresso è libero sia alla conferenza che alla visita delle esposizioni. 

Orari: tutti i giorni dalle 10 alle 12 e dalle 15,30 alle 19

Annunci

Rispondi