CARBONARA DI PO – VILLA BISIGHINI, UN GIOIELLO DA VISITARE

Complesso di villa Bisighini nei primi anni Trenta del Novecento

Complesso di villa Bisighini nei primi anni Trenta del Novecento

di Paolo Biondo

Che Mantova venga riconosciuta capitale della cultura per il 2016 è un importante e significativo riconoscimento dell’enorme patrimonio che in essa trova dimora. Bisogna però sottolineare come non solo il capoluogo virgiliano sia culla e fucina di svariate forme d’espressione artistico culturali. A Carbonara Po, ad esempio, 

grazie alla passione e alla intuizione di un personaggio quale il cavalier Francesco Bisighini, oggi è possibile ammirare un contesto, la villa che porta il suo nome e che è pure sede del municipio, che sa evidenziare non solo elementi di spicco di natura artistica, ma pure passaggi di respiro culturale di notevole valore nazionale ed internazionale.

I coniugi Bisighini nella loro residenza di Buenos Aires

I coniugi Bisighini nella loro residenza di Buenos Aires

Il noto impresario edile carbonarese emigrato a fine del 1800 con la propria famiglia nella Buenos Aires della bellè epoque divenne uno dei molti costruttori italiani che diedero volto all’affascinante capitale argentina tra la fine dell’Ottocento e i primi del Novecento. Ritornato nella sua Carbonara di Po, vi costruì la bella villa ora sede del Comune.

Negli anni, varie iniziative hanno consentito di focalizzare la figura del personaggio, la sua vicenda umana, quella professionale e molto altro ancora. A testimoniare il segno indelebile del suo pensiero e della sua attività, apprezzati sia dai propri concittadini, sia da vari territori del Paese e sia pure dalla comunità italiana di Buenos Aires, sono le fotografie, eseguite all’epoca, delle sue costruzioni.

I coniugi Bisighini all'ingresso della villa in Carbonara di Po

I coniugi Bisighini all’ingresso della villa in Carbonara di Po

Dimore private per clienti facoltosi, palazzi per attività mercantili e sociali. Il tutto scrupolosamente elencato in un prezioso documento, il quale consente di conoscere l’ubicazione dei fabbricati, i nomi dei committenti, i loro recapiti e le rispettive attività.

Nello stesso archivio fotografico, è possibile ammirare una ricca raccolta di immagini, che illustrano l’architettura, la vita, il lusso e le miserie della capitale argentina di quegli anni.

Egli volle in questo modo portare con sé, in Italia, il ricordo di una parte importante della sua esistenza e di una città, alla crescita della quale aveva contribuito. La sua vicenda s’inserisce nell’ampio contesto della cultura materiale e intellettuale italiana, che ha innegabilmente segnato la capitale sudamericana nel secolo scorso.

Villa Bisighini come si presenta oggi

Villa Bisighini come si presenta oggi

Da evidenziare, infine, il non trascurabile apporto del suo mecenatismo, che ha trovato l’espressione più compiuta nel lavoro dello scultore Giuseppe Menozzi e del pittore Anselmo Baldissara presso la villa di Carbonara di Po.

Il complesso monumentale è oggi visitabile con l’accompagnamento di una guida.

doc - BisighiniPer disporre di maggiori informazioni si può anche consultare il sito:  http://www.mnmprintedizioni.com/1/villa_bisighini_3914047.html

Inoltre è possibile visionare  la fotogallery : http://www.mnmprintedizioni.com/1/foto_gallery_3990282.html

Annunci

Rispondi