MANTOVA – ALL’ATELIER DES ARTS POESIE DIALETTALI AL FEMMINILE

di Paolo Biondo

Proseguono con seccesso i pomeriggi con l’arte e la cultura all’Atelier des Arts a Mantova (Via della Mainolda 19). DOMENICA 13 alle 17.30 – POESIE DIALETTALI Idinuccia Simoncelli, Lidia Basaglia e Katia Tonini tre poetesse di dialetto mantovano appartenenti al Cenacolo dialettale Mantovano “AL FOGOLER”.

Il dialetto è una lingua che ci lega al territorio in cui siamo nati, con la sua storia, la sua tradizione, il passato e il presente e ad esaltarlo maggiormente saranno proprio le tre poetesse che reciteranno in vernacolo alcune poesie tratte dai libri da loro scritti. Attraverso queste finestre sul vivere quotidiano dei mantovani , si potranno percepire emozioni, sensazioni e atmosfere per taluni versi uniche, che anche in un periodo come quello attuale dove la contaminazione di tradizioni e cultura oltrepassano i confini del Paese, sanno esprimere tutta la loro forza espressiva e narrativa.

Le tre protagoniste del pomeriggio dedicato al dialetto pur avendo percorso strade diverse , hanno trovato nel vernacolo lo strumento ideale per testimoniare il loro pensiero artistico e culturale. Ognuna delle poesie che verranno proposte nel corso dell’incontro, è un tassello di un mosaico variopinto che è in grado di affascinare anche persone nate nel nuovo millennio e quindi molto più aperte alla possibilità di utilizzare anche il dialetto per interagire con altri soggetti.

Idinuccia Simoncelli – nata e vive a Poggio Rusco e per 41 anni ha lavorato presso il Comune locale. Fin da bambina ha amato la lettura e la scrittura. Da ragazza ha scritto poesie in lingua italiana. Circa otto anni fa ha iniziato a scrivere in vernacolo: “la mia lingua madre” come lei stessa afferma. Parla frequentemente in dialetto, soprattutto con le persone anziane. Ha vinto diversi concorsi nazionali e internazionali a Trento, a Massa e a Quistello (MN) classificandosi al 1° posto e a Vignola (Mo). Il quotidiano “La Voce di Mantova”, pubblica regolarmente i suoi scritti. Ha partecipato più volte alla trasmissione di Elide Pizzi “In diretta con Elide”. Declama  pubblicamente le sue opere quando è invitata ad eventi o a manifestazioni. E’ iscritta all’associazione Cenacolo Poeti Mantovani “Al Fogolèr” e volge volontariato presso la Casa di Riposo del proprio paese, dove intrattiene gli anziani con le sue poesie.

Ha pubblicato due libri, il primo il 4 maggio 2012, appena prima del grande sisma, Gosi ‘d vita” (Gocce di vita) contiene 70 poesie ed ognuna con relativa traduzione; mentre il secondo il 22 gennaio 2015 “I culor dla vita“. Quest’ultimo libro contiene quaranta poesie e quattro racconti e l’incasso della vendita è stato devoluto in toto all’associazione locale “Gli Amici della Chiesa” per i lavori di ristrutturazione della chiesa di Poggio Rusco, devastata dal terremoto.

Lidia Basaglia - Cristai da sguasa.jpg

Lidia Basaglia – Terminati gli studi, ha svolto la sua attività di contabile presso il Comune di Poggio Rusco e successivamente alla concessionaria Fiat del paese. Nonostante avesse sempre avuto a che fare con bilanci e buste paga, non ha mai smesso di coltivare la sua passione: scrivere. Prima poesie e filastrocche in lingua poi visto che inserendo battute dialettali la cosa sembrava divertire, ha optato per il dialetto. Nel dicembre 2013 ha pubblicato un libro dal titolo “Cristai da sguasa” che in data 18 di ottobre 2015 è stato premiato dalla città di Rovigo come “premio speciale per la miglior opera dialettale”, senza dimenticare i tanti riconoscimenti in vari concorsi anche fuori regione.

Rispondi