GUALDO TADINO – INCONTRO CON ANTONIO CORNACCHIA ALIAS “AIRONE 1”

Continua il tour promozionale del libro-verità di Antonio Cornacchia, Airone 1. Retroscena di un’epoca (Ed. Sometti) che dopo gli incontri di Verona, Bolzano e Mantova, oggi 18 MARZO alle ore 16 è ospite nella Sala della Città della Rocca Flea di Gualdo Tadino, con l’intervento del sindaco Massimiliano Presciutti e il Sottosegretario agli Interni on. Gianpiero Bocci.

Come sappiamo Antonio Cornacchia, alias Airone 1, è stato forse il poliziotto italiano più famoso della seconda metà degli anni Settanta: fu lui ad arrestare Renato Vallanzasca e ad aprire per primo il bagagliaio della Renault 4 di via Caetani, trovando il corpo di Aldo Moro. O a scoprire i covi delle BR e dell’Anonima Sarda, a liberare ostaggi e a seguire le piste internazionali del crimine. Oggi Airone 1 racconta le sue verità sui misteri italiani degli anni Settanta e Ottanta. Vicende vissute in prima linea, da investigatore e uomo di stato.

Orti_d_acqua_56ebcb179728a.jpg

Si ricorda, inoltre che fino al 25 marzo, la libreria musicale Ut Orpheus di Bologna ospita Orti d’acqua: fotografie di Rosanna Lazzari, a cura di Emiliano Rinaldi e Roberto Roda. Catalogo Sometti.

Gli orti d’acqua sono le coltivazioni di molluschi del Delta del Po: da alcuni anni Rosanna Lazzari ne documenta l’attività, concentrando la sua attenzione sulla partecipazione femminile a un lavoro comunque duro, faticoso e tradizionalmente maschile. Donne che scendono in acqua alle prime luci dell’alba, con gli uomini ma anche sole, spesso con i loro bambini. Nelle immagini di Rosanna Lazzari, in mostra alla storica libreria musicale Ut Orpheus di Bologna, si coglie il dialogo con i soggetti fotografati ma anche il rispetto per la fatica e il lavoro altrui: immagini che danno voce alle donne impegnate nelle acque del Delta padano veneto. Nella seconda parte troviamo un altro genere di orti d’acqua, quelli delle risaie; ed ecco quindi i ritratti di chi, in anni ormai lontani, entrava nei campi allagati per mondare il riso e oggi ne mantiene il ricordo, come il coro delle ex mondine “Onda Gialla” di Scardovari.

Rispondi