LIDO DI SPINA – GRANDE SUCCESSO DELLA STREETARTIST LINDA BRINDISI CON I SUOI 1000 CUORI

IL CUORE DI LINDA.jpg

di Mendes Biondo

Grande successo per l’iniziativa del 9 luglio in Casa Museo Alternativo Remo Brindisi che ha visto protagonista la streetartist Linda Brindisi in una performance dedicata alla figura dello zio, l’artista Remo Brindisi scomparso venti anni fa e sepolto nella Casa Museo che ha ospitato i partecipanti all’opera d’arte performata 1.000 cuori per Remo Brindisi.

Fino alla mezzanotte persone provenienti sia dal Lido che da altre zone, hanno dipinto i cuori di carta realizzati da Linda Brindisi e si sono divertiti con l’arte. “Le persone non volevano più andar via – ha affermato l’artista milanese – e in molti hanno visitato il Museo e la sua collezione.”

1.000 CUORI PER REMO BRINDISI è un’iniziativa pensata e promossa interamente dal progetto Pittura.In.Movimento di Linda Brindisi e completamente AUTO-FINANZIATA, la dedica, ovviamente, è andata al Ventennale dalla morte del Maestro Brindisi, avvenuta nel luglio del ’96.

6 ARTISTI PER REMO.jpg

Tra gli ospiti illustri dell’evento, sono arrivati anche i contributi artistici di diversi artisti nazionali ed internazionali: Alessandro Mendini, Moony Witcher, Emilio Isgrò, Mustafa Sabbagh, Lella Avanzini.

Nonostante l’iniziativa abbia riscosso successo l’artista milanese si rammarica di non aver visto partecipare coloro che dovrebbero essere i punti di forza di Comacchio “le Istituzioni – ha rilasciato – non hanno partecipato e non si è visto l’Assessore alla Cultura di Comacchio, questo non va bene perché iniziative come queste promuovono cultura e se un Assessore alla Cultura ripetutamente non partecipa, non parla con gli artisti e non sostiene cultura allora non serve.”

Per quanto riguarda i 1.000 Cuori realizzati, sono stati dipinti tutti, donati alle persone che volevano conservarli mentre i restanti installati accanto alla tomba del Maestro.

unnamed1.jpg

(foto di Davide Folegatti)

Annunci

Rispondi