SABBIONETA – OMAGGIO A SCAMOZZI (1548-1616)

Vincenzo Scamozzi.JPGNel quattrocentesimo anniversario dalla morte di Vincenzo Scamozzi (1548-1616) la città di Sabbioneta vuole rendere omaggio, nell’anno del quarto centenario della morte, a Vincenzo Scamozzi (Vicenza, 1548 – Venezia 1616), uno dei più interessanti artisti del Rinascimento italiano. Una figura di cui è stata indagata, in molti importanti studi, l’opera teorica e l’attività progettuale nel quadro complesso e articolato degli sviluppi della cultura italiana del tardo Cinquecento.

A Sabbioneta Vincenzo Scamozzi ha realizzato uno dei suoi capolavori, il Teatro all’Antica, e in questo luogo la città, con la collaborazione del Polo di Mantova del Politecnico di Milano e con il contributo di Regione Lombardia, vuole dedicare all’artista due Giornate di Studio, indicendo una discussione a più livelli tra studiosi della sua opera e del suo tempo.

L’iniziativa è curata da Maria Cristina Loi e Vittorio Uccelli e si svolge in due momenti distinti.

La prima parte sarà dedicata all’attualità della lezione di Scamozzi, declinata attraverso l’analisi del rapporto fra Storia e Progetto nel confronto tra i grandi temi della progettazione architettonica nella costruzione della città e del territorio. Il punto di vista dell’architetto, la visione a più scale che l’architettura porta con sé è, infatti, determinante a Sabbioneta, una città che unisce l’articolazione e la delicatezza dell’organismo urbano alla tensione verso figure ideali, e dove il tema del rapporto tra Storia, Architettura, Città, è determinante.

La seconda parte sarà dedicata all’analisi di alcuni aspetti dell’attività di Vincenzo Scamozzi architetto e trattatista, al clima culturale in cui operò, all’influenza che esercitò nella cultura occidentale, al confronto con Andrea Palladio, fino all’analisi di alcuni dei suoi più importanti progetti.

giornate di studio.JPG
L’iniziativa è rivolta agli studenti, ai docenti, agli studiosi.
Info: www.comune.sabbioneta.mn.it

Rispondi