MONTICHIARI – ALL’89ª FIERA AGRICOLA ZOOTECNICA ITALIANA DEBUTTA “FAZI AgriEnergy

 

89^ edizione FAZI Montichiari.png

Dal 17 al 19 febbraio prossimi il Centro Fiera di Montichiari (Bs) Via Brescia 129, ospiterà l’89ª edizione della FAZI – Fiera Agricola Zootecnica Italiana, rassegna trasversale dedicata al comparto primario con 9 padiglioni dedicati alla meccanica agricola, ai mezzi tecnici, alle strutture e soluzioni per l’allevamento, la mangimistica e il benessere animale, l’agricoltura e la zootecnia di precisione.  L’inaugurazione ufficiale in programma sabato 18 alle ore 11.

I numeri della FAZI 2017 sono quelli delle grandi occasioni, con oltre 40mila metri quadrati di superficie espositiva (dei quali 10mila coperti) e una vetrina zootecnica di assoluto prestigio, con la 16ª edizione dello European Open Holstein Show, la 49ª Mostra nazionale della razza Bruna, concorsi di morfologia con il coinvolgimento degli istituti scolastici.

In particolare, saranno oltre 350 gli animali iscritti a catalogo per le due gare principali nel ring del padiglione 6. Le adesioni sono aperte fino al 20 gennaio sia per la Frisona che per la Bruna.

La tre giorni vedrà venerdì 17 febbraio la presenza degli studenti degli istituti agrari del Nord Italia per le gare di giudizio e la presenza dei giovani allevatori per i confronti di toelettatura degli Junior Show e del Bruna Junior Club.  Sabato sarà la volta della razza Bruna, con la finale nazionale di tutte le categorie. Per informazioni: www.anarb.it.

FAZI Montichiari.jpg

Domenica 19 le finali di tutte le categorie dello European Open Holstein Show, organizzato con la collaborazione di Aipa Brescia e Bergamo, Arav, Anafi e Aia. Il giudice designato è Thierry Jeton. Per informazioni: www.anafi.it.

Sempre sul versante zootecnico un ampio spazio sarà dedicato ai cavalli di razza Haflinger e Maremmano e alla mostra mercato dei conigli iscritti ai registri anagrafici, per la quale sono previsti oltre 500 soggetti.

«Montichiari è da sempre una delle aree a più alta vocazione agricola e zootecnica – dichiara il presidente del Centro Fiera, Germano Giancarlie anche nell’edizione numero 89 saremo in grado di offrire quelle risposte che il comparto primario chiede, coniugando gli aspetti dell’innovazione, delle tecnologie e della zootecnia con interessanti spazi per il dibattito. L’agricoltura, nonostante le difficoltà di questi anni, ha dimostrato una significativa capacità di investimento e il Centro Fiera deve assecondare l’interesse verso il comparto con risposte concrete».

FAZI AgriEnergy.jpg

Nell’ambito della 89ª Fiera Agricola Zootecnica Italiana di Montichiari debutterà FAZI AgriEnergy, un’area espositiva dedicata alle nuove tecnologie e ai prodotti per il settore delle energie rinnovabili e del risparmio energetico in agricoltura.

«Oggi la redditività delle aziende agricole è sempre più legata alla diversificazione delle attività e, in chiave di multifunzionalità, la produzione di energie rinnovabili è una delle opportunità maggiormente redditizie – afferma il direttore del Centro Fiera di Montichiari, Ezio Zorzi -. Il debutto del marchio FAZI AgriEnergy è la risposta alle imprese agricole che cercano un futuro improntato sulla sostenibilità economica, ambientale e sociale, partendo dal risparmio energetico».

Fra i settori espositivi saranno presenti la bioedilizia, il risparmio e l’efficienza energetica, le energie rinnovabili, l’isolamento termico, le costruzioni in legno, gli infissi e serramenti certificati ad alto risparmio energetico, i portoni sezionali, la domotica, le coperture, il fotovoltaico, caldaie, stufe a biomassa e pellet,  il risanamento muri, l’illuminazione a led, le schermature solari, le pompe di calore, la geotermia, la ventilazione meccanica controllata, la depurazione delle acque.

Alla FAZI di Montichiari rimane di grande interesse anche l’aspetto legato alla convegnistica, in cui peraltro il Centro Fiera di Montichiari si conferma un polo attrattivo per tutto l’anno.

Fra gli eventi in programma (sul sito www.fieragri.it l’elenco, in costante aggiornamento) sabato 18 febbraio (ore 9:30-12:30, Sala Scalvini) l’Informatore Zootecnico parlerà di “Costi, ricavi e redditività  della produzione del latte”.

Per chi ne fosse interessato, si potrà visitare il Museo Giacomo Bergomi, ubicato presso il Centro Fiera con l’intento di valorizzare la collezione etnografica creata dal pittore Giacomo Bergomi.
L’esposizione si articola attraverso due sale, quella permanente e quella temporanea: la prima si snoda attraverso le principali tappe del ciclo della vita e dell’anno tradizionali, mentre la seconda è destinata ad accogliere mostre tematiche a rotazione.

Museo Bergomi.3.jpg

Il Museo è inoltre dotato di un’area riservata alle attività didattiche, di una sala proiezioni con 50 posti a sedere e di una sala consultazione dotata di postazioni informatiche e di una biblioteca-mediateca, aperta al pubblico, specializzata in antropologia museale, etnografia, storia locale e didattica dei beni demo-etno-antropologici.
I visitatori possono disporre dell’ampio parcheggio e del punto di ristoro del Centro Fiera.

Mediante l’attuazione di uno specifico programma di ricerca folklorica, il Museo contribuisce ad approfondire la conoscenza scientifica del proprio patrimonio e lo accresce progressivamente con l’acquisizione di nuovi Beni demoetnoantropologici materiali e con la documentazione di testimonianze culturali non tangibili (testi orali, esecuzioni di musiche popolari, azioni rituali).

Per informazioni: www.fieragri.it ; info@fieragri.it.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.