C.L.A.P.Spettacolodalvivo: “INCONTRI RAVVICINATI” CON LE RESIDENZE ARTISTICHE

 

claps.jpg4 settembre: Nando&Maila

1-10 settembre: Manfredi Perego
C.L.A.P.Spettacolodalvivo, dopo aver organizzato con successo la decima edizione de La Strada Festival a Brescia e i relativi eventi collaterali, si appresta a presentare una nuova stagione teatrale. Il Circuito Ministeriale multidisciplinare distribuisce e promuove 500 spettacoli all’anno di teatro, danza e circo contemporaneo in tutta la regione. Oltre a queste attività e all’organizzazione diretta de La Strada Festival, nel 2015 ha ricevuto l’assegnazione della titolarità di residenza creativa, riconfermata per il biennio 2016/2017. Il suo progetto, sostenuto da Regione Lombardia e dal Ministero, è chiamato “Incontri ravvicinati” e intende promuovere il lavoro artistico e organizzativo di coreografi, danzatori, attori e artisti circensi.

C.L.A.P.Spettacolodalvivo dispone di spazi all’interno della propria sede, dello Spazio Danzarte e del Teatro Cesare Volta di Pavia e li mette a disposizione degli artisti professionisti, fino a 20 giorni all’anno ciascuno: il fine è permettere loro di utilizzare zona foresteria, sale prove e teatro per creare nuovi lavori, che vengono poi presentati in festival e teatri nazionali e internazionali.

Si tratta di una collaborazione artistica che conferma la natura multidisciplinare del Circuito e la sua mission di accompagnamento alla creazione. Le compagnie ospitate sono differenti per storia e provenienza, gli artisti consolidati si affiancano agli emergenti, quelli lombardi si confrontano con quelli nazionali e internazionali, la danza si amalgama con il teatro e queste arti con il circo contemporaneo e la musica.

La direzione artistica, dopo aver preso contatto con i performer e concordato un calendario, presenta gli spazi, assiste alla “prova aperta”, che viene spesso organizzata alla presenza di operatori e pubblico al fine di raccogliere feedback e proporre spunti. E’ inoltre costantemente in contatto con le altre sedi nazionali di residenze per un proficuo scambio di artisti e proposte.

Quest’anno, C.L.A.P.Spettacolodalvivo ha ospitato numerosi artisti: tra gli altri, il danzatore libanese Bassam Abou Diab, durante La Strada Festival, nell’ambito del Focus Young Arab Choreographers; la compagnia di circo contemporaneo Madame Rebiné; il clown/acrobata Giulio Lanzafame/Compagnia OnArts.

Alcuni sono attualmente in residenza:

IRENE RUSSOLILLO – danza – WAVE

La danzatrice e coreografa per la prima volta coinvolge altri performer e affronta con loro le questioni tematiche e linguistiche sviluppate in questi anni di lavoro. Guida, infatti, Alice Giuliani e Carlo Massari, in un trio che mescola la materia puramente danzata alla vocalità legata all’uso della parola, della scrittura e del canto: la coreografia diviene un’interazione di mondi che si completano e amplificano a vicenda, costruendo percorsi energetici ed emotivi.

L’artista è stata ospitata in residenza creativa e ha presentato una prova aperta presso lo Spazio Danzarte.

Nando e Maila - Sconcerto d'amore 3

NANDO E MAILA – circo contemporaneo – NON CAPISCI UN TUBO

Il tubo di pvc è l’immagine dei nostri tempi: l’era della plastica. E’ leggera, trasportabile, economica, indistruttibile alle intemperie, può assumere qualsiasi forma ed essere quindi utilizzata in qualsiasi campo o attività. Grazie alla sua forma si presta ad essere un ottimo veicolo per i fluidi (gas e acqua), per le onde sonore (come la voce stessa) e può essere utilizzato come colonne d’aria (convogliatori d’aria), come i classici strumenti a fiato: tromba, trombone, corni, flauto, flauto di pan, didgeridoo ecc… oppure percosso come tamburo o xilofono. Anche come supporto rigido per strumenti a corde come il violino, il violoncello, il contrabbasso… che cosa succederà nell’interazione con i due artisti?

MANFREDI PEREGO – danza – GEOGRAFIA DELL’ISTANTE

Il danzatore/coreografo Manfredi Perego dirige alcuni danzatori in una pièce che studia l’istante; è in un breve attimo di una cosa che notiamo, o ci permettiamo di notare, che una reazione nel corpo avviene; questa risuona all’interno di una mappa fisico emotiva che risiede dentro noi, genera energie, stimola percezioni.

L’istante si muove tra le fratture di un tempo ordinato, pizzica la geografia dell’anima.

STELLARIO DI BLASI – danza – CARIDDI

Cariddi è il primo tassello di un ampio progetto di Stellario: una Trilogia che vuole essere una rilettura in senso contemporaneo dei miti, dei colori e degli elementi naturali dello Stretto di Messina. Nel complesso il piano di lavoro, mira a essere un composito monito su tematiche contemporanee quali ecologia, sociologia e ontologia, tramite il messaggio metaforico.

Inoltre, vuole essere un modo per disquisire in immagine sul tema dell’abbandono, dell’attaccamento alle proprie radici, di una costrizione allo sradicarci che oggi ci viene in una certa maniera imposta.

Tra le prossime residenze, C.L.A.P.Spettacolodalvivo ospiterà la danzatrice Arianna Rodeghiero, artista selezionata alla Vetrina della giovane danza d’autore 2016 promossa dal Network Anticorpi XL.

Annunci

Rispondi