MANTOVA – A LUNETTA UN CONVEGNO SU AZIONI e NUOVO WELFARE ABITATIVO

WELFARE ABITATIVO.jpg

A Lunetta un convegno sulle politiche abitative e sulle nuove frontiere del welfare che cambia. Venerdì 6 ottobre all’Auditorium del Corso di Studi in Educazione dell’Università di Brescia, sezione di Mantova, in via Valle D’Aosta 18, si terrà il meeting “Abitare e vivere nella società complessa” che intende approfondire gli scenari di sviluppo del welfare e della progettazione partecipata in ambito abitativo, con particolare riguardo alla fragilità sociale, anche in riferimento alla nuova legge regionale lombarda 16/2016 di disciplina dei servizi abitativi. Verranno specialmente prese in esame tre esperienze attive a Mantova, Bologna e Brescia attraverso alcune focalizzazioni sul tema a cura di Ugo De Ambrogio, direttore area politiche sociali e sanitarie dell’Irs, Istituto di ricerca sociale di Milano.

Il convegno prenderà il via alle 9.15 con i saluti iniziali da parte dell’assessore all’Università e ricerca del Comune di Mantova Adriana Nepote, del presidente Cds Ep Unibs Massimo Gennarelli e del presidente Csvm Alessandro Botteri. Dopo l’introduzione ai lavori, si parlerà dei nuovi scenari possibili sulle politiche abitative con gli interventi degli assessori del Comune di Mantova Nicola Martinelli e Andrea Caprini.

Dalle 10.45 circa in poi si parlerà delle esperienze concrete di Bologna, Brescia e Mantova. Dopo la pausa pranzo, il convegno riprenderà nel pomeriggio alle 14 con “L’abitare negli scenari di sviluppo del welfare” con l’intervento di De Ambrogio. Infine, confronto e dibattito.

L’iniziativa è promossa dal Comune di Mantova, Aster Srl, Csvm e Università degli studi di Brescia-sezione di Mantova, in collaborazione con Arci Provinciale, Arci Virgilio, Auser Provinciale, Enaip, Fondazione Mazzali, Parrocchia di San Leonardo ed Associazione La Giraffa.

Il convegno si svolge nell’ambito del progetto “Esperienze di condominio solidale” finanziato dalla Fondazione Cariverona.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.