MANTOVA SI CANDIDA A CITTÀ EUROPEA DELLO SPORT 2019

 

mantova città dello sport

Dopo essere stata assegnata Capitale italiana della Cultura nel 2016 e Co-Capitale dell’enogastronomia Europea nel 2017, Mantova corre per raggiungere il blasone di Città Europea dello Sport 2019. Martedì 3 ottobre nella sede comunale di via Roma 39 si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della candidatura di Mantova Città Europea dello Sport 2019. Erano presenti Gian Francesco Lupetelli presidente di ACES Europe, Guido Bovolo, Emilia Calicchio, Michele Maffei, Fabio Gerevini, Maria Pia Rossato, Brando Benfei, Roberto Boninsegna e Gaetano Caridi; a fare gli onori di casa il sindaco di Mantova, Mattia Palazzi e l’assessore Paola Nobis.

Il titolo di Capitale Europea dello Sport è un riconoscimento assegnato annualmente, a partire dal 2001, dalla A.C.E.S. a città che si contraddistinguono con dei progetti che seguono i principi etici dello sport. ACES è la Delegazione italiana di ACES Europe, Federazione delle Capitali e delle Città Europee dello Sport.
La città vincitrice si impegna, per l’anno d’assegnazione, all’organizzazione di almeno 36 eventi sportivi di spiccato rilievo, nazionale ed internazionale.

città dello sport 2019

Sono nato ad Angeli – ha affermato il Presidente di Aces Lupatelli – quindi credo particolarmente nella candidatura di Mantova. Sono sicuro che vincerà la selezione.

Crediamo nella possibilità di rilanciare la città di Mantova – ha sottolineato il sindaco  Palazzi – soprattutto come comune capace di creare spazi di incontro e di divertimento. Il Comune non prenderà alcun genere di sovvenzione a livello economico per questa Capitale, ma sono sicuro che la risposta mediatica sarà positiva e creerà le condizioni per poter mettere la città di Mantova sotto i riflettori ricavando un indotto a livello turistico e di grande prestigio”.

Tra le iniziative messe in cantiere dalla Giunta Palazzi, la più coraggiosa è quella del Palazzetto dello Sport che dovrà sorgere in zona Borgo Chiesa dietro alle strutture di ArciTom e Famila. Il preventivo di spesa si aggira sui 2.300.000 Euro totali, oltre ad una serie di ristrutturazioni di altre strutture per una spesa complessiva di circa 5 milioni di Euro.

(GB)

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.