ANA DANCA AL BOOKCITY MILANO CON IL LIBRO “COME VUOLE LA VITA” GIUNTO ALLA 5ª RISTAMPA

Locandina_Bookcity 2017

L’esordiente scrittrice Ana Danca presesenterà il suo libro COME VUOLE LA VITA (Il Rio Letture), giunto alla quinta ristampa, sabato 18 novembre ore 15, alla Casa delle Associazioni e del Volontariato (Zona 1 – via Marsala 8 – p.1°) a Milano, all’interno della manifestazione BookCity Milano che si tiene dal 16 al 19 novembre. A dialogare con l’autrice Maddalena Allievi con intrattenimento musicale di Flaviano Braga.

ANA DANCA è nata nel 1961 in Romania a Buruienesti un piccolo paese tra le colline e la valle del fiume Siret, dove il tempo è scandito dal suono delle campane, a dare i natali ad Ana Danca, una donna che ha lottato con la vita, sfidandola. Secondogenita di 9 figli, è cresciuta in una benestante famiglia che ha vissuto gli anni del comunismo. Con la crisi delle cooperative e l’irrigidimento del regime dittatoriale subisce l’espropriazione forzata e violenta dei beni, vivendo duri anni di povertà e di libertà negata.

Dopo gli studi al liceo classico di Roman, interrotti a causa di una legge del regime di Ceaușescu, completa il suo percorso di studi all’istituto metereologico di Arad e diventa in poco tempo direttrice della stazione di Tunnici, sulle pendici di Vrancea. Dopo il matrimonio, si trasferisce nel paese d’origine e diventa insegnante nella scuola media da lei stessa frequentata da ragazza, partecipando attivamente anche alla vita sociale-politica, fino a quando per amore del marito non viene costretta ad abbandonare ogni sua passione e competenza professionale per lavorare nella sua stessa fabbrica ma come operaia non qualificata di grado zero…
Con la sua caparbietà, Ana Danca ha saputo intrecciare i fili della vita vincendo la solitudine e la tristezza, i soprusi e le violenze, di un marito che ha persino tentato di ucciderla.
Vedova con due figli, ora vive e lavora a Mantova. Ha pubblicato con la casa editrice Il Rio, nel 2016, il suo romanzo d’esordio “Come vuole la vita”.

9788898662517_0_0_1401_80

COME VUOLE LA VITA (Il Rio, 2016) è un romanzo autobiografico, una pubblicazione che la scrittrice Ana Danca si regala come forma di riscatto personale ma che ben presto arriva a inserirsi nella più profonda riflessione sulla condizione attuale della donna, ancora troppo spesso vittima di violenza.

È un romanzo che ha suscitato l’interesse di molti ed è stato presentato in numerosi contesti: esordisce grazie al C.A.V. (Centro aiuto alla vita; http://www.centroaiutovitamantova.it) di Mantova, nonché con la rassegna letteraria organizzata in collaborazione con la libreria indipendente Di Pellegrini, per poi essere invitata in occasione della festa della donna al Caffè letterario del Quartiere Te di Mantova. Esce molto presto dai confini facendosi portavoce di diritti negati in diverse sedi istituzionali, quali la sala Farinati della Biblioteca Civica di Verona; la Casa Internazionale delle Donne di Roma (www.casainternazionaledelledonne.org); il Centro Italiano Femminile di Mantova (C.I.F.; http://www.cifnazionale.it); la fondazione Luciana Matalon di Milano (www.fondazionematalon.org), per citarne solo alcuni. Il libro è disponibile anche in versione audio per non-vedenti, ipovedenti, dislessici, distrofici, anziani, malati terminali e tutti coloro per i quali la lettura in modo tradizionale non è possibile grazie al Centro Internazionale Libro Parlato (C.I.L.P.; http://www.libroparlato.org) A. Sernagiotto Onlus. È stata recensita dai principali quotidiani locali e online.

Come vuole la vita è il racconto dettagliato di una vita difficile, una storia di alcol, di violenza e di speranza, la vita di una donna straniera in Italia. È il coraggio nel raccontarsi e la determinazione nell’affrontare il proprio passato, con lo sguardo sempre rivolto al futuro e ai propri figli. È il rintocco delle campane di un piccolo paese della Romania; è la terra ceduta allo Stato negli anni del comunismo; è il desiderio di rivincita e la voglia di ricominciare in un paese straniero, vincendo pregiudizi e paure. L’Italia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.