AGRITURISMI MANTOVANI VERSO IL TUTTO ESAURITO. GROPPELLI: AVVIO DI STAGIONE POSITIVO. CRESCE IL CICLOTURISMO

Si va verso il tutto esaurito negli agriturismi mantovani per il 25 aprile e il ponte del 1° maggio, con un’attenzione crescente del cicloturismo. In questo ponte primaverile, sette presenze su dieci sono italiane.

È partita alla grande la stagione agrituristica 2018 in provincia di Mantova, secondo le valutazioni di Terranostra e Coldiretti Mantova. “È un momento positivo per far conoscere i prodotti tipici del territorio, partendo dal turismo in campagna, dalle escursioni e dai molti servizi offerti dai nostri agriturismi, sempre più attenti alle esigenze dell’ospite, che cerca relax nella natura e qualità”, osserva Giuseppe Groppelli, presidente di Terranostra Mantova.Grazie al bel tempo e all’esplosione di caldo estivo la settimana scorsa la stagione sta regalando grandi soddisfazioni, tanto che ci aspettiamo di replicare il successo di Pasqua – prosegue Groppelli -. I pochi posti disponibili per i pranzi in agriturismo saranno prenotati all’ultimo momento, come capita per chi attende le previsioni meteo. La politica degli agrichef, veri ambasciatori della cucina a chilometro zero, la possibilità di escursioni nel verde, lungo percorsi su misura per i cicloturisti, la crescita delle nostre strutture contadine, unitamente alla voglia di stare in compagnia che accompagna il 25 aprile e il 1° maggio, si è rivelata vincente. Molti, fra l’altro, tornano nel tempo, a conferma che l’accoglienza è positiva e che il mondo dell’ospitalità rurale sa offrire quello che il turista chiede”.

Cicloturisti.jpgDall’Alto al Basso Mantovano, l’offerta non manca. “La nostra struttura – spiega Stefano Mazzali, titolare dell’agriturismo Corte Motte di Pegognaga – promuove il cicloturismo e per il ponte del 1° maggio propone un percorso in bicicletta verso il monastero di San Benedetto Po. Abbiamo nove camere con 18 posti letto e ci aspettiamo il tutto esaurito, se il tempo è clemente”.

All’agriturismo Bitturelli di Ponti sul Mincio i posti letto sono già esauriti. “Il 40% delle prenotazioni viene dalla Germania, tutti gli altri sono piemontesi – rivela Camilla Destro -. Hanno già organizzato escursioni in bicicletta, alla ricerca di cantine nell’area delle Colline Moreniche, senza dimenticare di spingersi verso il Lago di Garda”.

Cicloturismo.jpg

Nell’ottica di sostenere il frenomeno del cicloturismo, nei giorni scorsi Terranostra Mantova ha sottoscritto un accordo per favorire le escursioni e i percorsi su misura in bicicletta, fra arte, natura e prodotti tipici, con l’associazione Mantova e pedali.

Inoltre, dal 2015 Terranostra Mantova è legata al circuito lombardo degli “Amici della bici”, al quale hanno aderito 15 agriturismi del territorio provinciale che offrono, fra i servizi specifici, posti coperti per auto e moto e officina di prima assistenza per eventuali guasti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.