TURISMO MANTOVA – GROPPELLI (TERRANOSTRA): AGRITURISMO IN SALUTE CRESCONO POSTI LETTO E PRESENZE NELLE STRUTTURE COMPLEMENTARI

Il mondo agricolo mantovano crede nell’ospitalità rurale come forma di multifunzione e la crescita dell’1% dei posti letto nel 2017 rispetto all’anno precedente, secondo i dati presentati dall’Osservatorio provinciale del Turismo, è la conferma che il modello agrituristico funziona e continua a espandersi. Basti che pensare che, se nel 2013 i posti letto degli agriturismi erano 1995, nel 2017 sono arrivati a 2.310, passando da 139 a 148 agriturismi con alloggio fra il 2015 e il 2016”.

Così Giuseppe Groppelli, presidente di Terranostra Mantova e vicepresidente lombardo, commenta i dati presentati questa mattina a Palazzo della Cervetta dalla Provincia di Mantova sui flussi turistici in provincia di Mantova nel 2017.L’agriturismo si mostra vincente, con una quota del 57,75% fra le strutture complementari con posti letto sul territorio virgiliano. E, seppure in lieve diminuzione rispetto alla permanenza media del 2016, gli agriturismi guidano la classifica dell’ospitalità fra le strutture complementari, con una media di 2,34 giorni. Chi ha scelto l’albergo, invece, nel 2017 ha fatto segnare una permanenza media di 1,90 giorni.

Ciò significa che gli ospiti degli agriturismi cercano una vacanza slow, immersi nella natura, a contatto con il verde e la campagna e lontani dalla frenesia delle città – prosegue Groppelli -. In questa direzione si sono mossi gli agriturismi di Terranostra Mantova e di Campagna Amica, cercando appunto di allungare la permanenza media dei propri visitatori con un’offerta di turismo esperienziale che abbraccia diverse soluzioni, ma sempre con un comune denominatore, dato dalla possibilità di visitare l’azienda agricola, mangiare sano, conoscere i prodotti e la storia dei diversi territori”.

Fra il 2015 e il 2017, nota il presidente di Terranostra Mantova, le presenze di turisti nel circuito delle strutture complementari (agriturismi, ostelli della gioventù, aree di sosta dei camper, alloggi in affitto gestiti in forma imprenditoriale) sono passate da 166.514 a 208.021, con una crescita di quasi il 25 per cento.

Il successo dell’agriturismo è confermato dal fatto che le presenze 2017 hanno superato quota 120mila persone – dichiara Groppelli -. Chi si reca nelle nostre strutture cerca qualità, competenza, buona cucina, servizi turistici, ma strettamente connessi con l’ambiente, l’agricoltura e la natura, aspetti che altre modalità di ospitalità non riescono a offrire”.

Terranostra Mantova continuerà il proprio percorso di crescita con corsi di formazione già programmati per l’autunno e proseguirà a divulgare il mondo rurale attraverso la presenza costante negli spazi di piazza Broletto, insieme a Campagna Amica. “Un modo per portare la campagna in città, sostenuti dai produttori e dagli agrichef, gli ambasciatori del gusto”, spiega Groppelli, che annuncia per settembre l’uscita di un libro che coniuga lo storytelling degli agriturismi alle ricette del territorio e della tradizione rurale mantovana, promosso da Terranostra Mantova.

Positivo il 2018. “La stagione agrituristica 2018 sta procedendo positivamente – assicura Groppelli -. Per ora siamo soddisfatti”.

Annunci

Rispondi