GIORNATA ECONOMIA, COLDIRETTI MANTOVA: PER AGRICOLTURA +36,3% DAL 2007. Sul territorio chiudono più di 1000 aziende agricole in 8 anni (-12,8%)

Erminia Comencini

Il rapporto economico provinciale 2017 presentato questa mattina dalla Camera di Commercio di Mantova conferma il ruolo centrale dell’agricoltura e dell’agroalimentare nel sistema dell’economia provinciale. L’agricoltura, con una crescita nel 36,3% dal 2007 al 2016 in termini di valore aggiunto, si dimostra il comparto che ha registrato le performance migliori e che, già nel 2011, si era riportato su valori pre-crisi”.

Lo dice Erminia Comencini, direttore di Coldiretti Mantova, che ricorda come addirittura il 19,5% delle imprese registrate alla Camera di Commercio provincia di Mantova appartenga all’agricoltura e sviluppi il 6,6% del valore aggiunto di tutta l’economia mantovana.Prosegue il fenomeno di concentrazione di imprese, che dal 2009 al 2017 sono passate da 9.031 a 7.973, con una flessione del 12,8 per cento. Il segmento agricolo – fa notare Coldiretti Mantova – è quello che registra fra il 2009 e il 2017 la contrazione più marcata, anche rispetto ai settori delle costruzioni (-10,9%), del commercio (-2,6%) e dell’industria (-9,8 per cento).

Migliora il tasso di disoccupazione in provincia di Mantova, che tuttavia si colloca un livello superiore rispetto alla media della Lombardia.

export agroalimentare.jpg

Se da un lato sono molto positivi i valori dell’export dell’agroalimentare (707 milioni di euro), con un’accelerazione significativa del 17,5% tra il 2016 e 2017, fa riflettere la crescita in parallelo delle importazioni dei prodotti dell’agricoltura, in aumento dell’8,4 per cento in un anno. Su questo tema Coldiretti Mantova invita a riflettere sia sulla necessità di tracciare in modo trasparente la provenienza di tutte le materie prime che entrano sul territorio italiano sia sugli aspetti legati alla sovranità alimentare, che deve essere una priorità dell’Italia insieme alla sicurezza alimentare, aspetto sul quale l’attenzione delle filiere e l’elevato numero dei controlli sono una maggiore garanzia rispetto ad altre realtà.

L’appello di Coldiretti Mantova al neoministro Gian Marco Centinaio è quello di battersi per una Politica agricola comune più attenta alle esigenze dei giovani agricoltori, in modo da favorire il ricambio generazionale, e maggiormente determinata nell’obiettivo di difendere i redditi degli agricoltori. In questo modo si ridurrebbe il fenomeno della chiusura di aziende agricole, che rappresentano un patrimonio e una sicurezza per la difesa del territorio.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.